Immobili
Veicoli

MONDONuovo focolaio in un teatro di Tokyo: 30 persone positive

14.07.20 - 07:26
«Non abbiamo chiuso l'intero Paese»: così Fauci spiega il balzo dei casi negli Usa
Archivio Keystone
MONDO
14.07.20 - 07:26
Nuovo focolaio in un teatro di Tokyo: 30 persone positive
«Non abbiamo chiuso l'intero Paese»: così Fauci spiega il balzo dei casi negli Usa

TOKYO - Aumentano i timori di un'espansione dei contagi di coronavirus a Tokyo. Dopo il quartiere a luci rosse della capitale, l'attenzione delle autorità sanitarie adesso si sposta su un teatro cittadino nella stessa area di Shinjuku, a nord ovest della città.

Trenta persone sono risultate positive alla malattia nello spazio di una settimana. Si tratta di 16 attori, cinque membri della produzione teatrale e nove spettatori che hanno partecipato alla rappresentazione. Lo riferisce l'operatore Rise Communication, che gestisce lo spettacolo andato in scena tra il 30 giugno e il 5 luglio al Teatro Moliere.

In media, sono state registrate oltre 200 infezioni negli ultimi quattro giorni nella capitale. La governatrice di Tokyo, Yuriko Koike, si è dimostrata critica nei confronti delle direttive del governo, in merito alle sovvenzioni per incentivare il turismo domestico a partire dal 22 luglio e all'allentamento delle restrizioni per favorire l'accesso agli eventi sportivi e culturali.

«È come avviare l'aria condizionata con il termosifone in funzione», ha detto Koike nel corso di un colloquio con la stampa, facendo notare l'incremento preoccupante dei casi nella capitale e nelle adiacenti prefetture. Il totale dei contagi a Tokyo si assesta a 8'046, circa un terzo dell'insieme dei casi a livello nazionale.

Brasile vicino ai 73mila morti - Il Brasile ha registrato nelle ultime 24 ore 20'286 nuovi contagi di coronavirus e 733 decessi per la pandemia. Lo ha comunicato il ministero della Salute. Con questi dati, il totale di casi confermati di Covid-19 nel Paese ha raggiunto 1'884'967 infetti, con 72'833 morti dall'inizio della pandemia.

Il Brasile si conferma il primo Paese in America Latina e il secondo nel mondo, dopo gli Stati Uniti, per numero di casi confermati e di vittime per il coronavirus.

India, oltre 100mila casi in quattro giorni - L'India ha registrato oltre 100 mila casi di coronavirus in soli quattro giorni: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. Nelle ultime 24 ore nel Paese i contagi sono stati 28'498 ed i decessi 553, dati questi che portano i rispettivi bilanci a quota 906'752 e 23'727.

In India, terzo Paese al mondo per numero di casi, sono guarite finora 571'460 persone: i casi attivi sono 311'565 e dall'inizio della pandemia sono stati eseguiti oltre 12 milioni di tamponi.

Fauci e la causa del balzo dei casi negli Usa - Gli Stati Uniti stanno vivendo un'impennata dei contagi perché il Paese non è stato mai chiuso interamente e in molti Stati si è riaperto troppo velocemente: lo afferma il virologo Anthony Fauci intervistato dal preside della facoltà di medicina dell'Università di Stanford, in California.

«Non abbiamo chiuso l'intero Paese», sostiene Fauci: «Ora dobbiamo fare qualche passo indietro e dire, 'ok, non possiamo chiudere totalmente ma almeno dobbiamo riaprire gradualmente'». 

Gli Stati Uniti contano quasi altri 60mila nuovi casi di coronavirus: 59'222 nelle ultime 24 ore, secondo la Johns Hopkins University. I contagi totali nel Paese sono ora oltre 3,36 milioni. Il bilancio dei morti sale a 135'582, di cui 411 nella giornata di lunedì.

Il bilancio delle vittime - Il bilancio dei morti provocati dal coronavirus a livello globale ha superato quota 573mila: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University.

I dati dell'università americana indicano che a oggi i decessi nel mondo sono a quota 573'042. Allo stesso tempo, il numero dei casi - che ieri sera ha superato la soglia dei 13 milioni - è adesso a quota 13'103'290. Nel complesso, dall'inizio della pandemia sono guarite 7'257'369 persone.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO