Immobili
Veicoli

REGNO UNITO / SVIZZERALegame tra vitamina D e Covid-19? «Attenzione, sono solo delle ipotesi»

15.05.20 - 07:00
L'esperto di malattie infettive Christian Garzoni avverte: «La vitamina D va assunta solo se prescritta dal medico»
Keystone
Legame tra vitamina D e Covid-19? «Attenzione, sono solo delle ipotesi»
L'esperto di malattie infettive Christian Garzoni avverte: «La vitamina D va assunta solo se prescritta dal medico»

LONDRA / LUGANO - La pandemia di coronavirus continua la propria corsa a livello mondiale, e con essa proseguono gli innumerevoli tentativi da parte della comunità scientifica di dare delle risposte alle domande della gente per quanto riguarda il Covid-19.

Uno studio pubblicato recentemente su Aging Clinical and Experimental Research dai ricercatori Petre Cristian Ilie, Simina Stefanescu e Lee Smith ha così tentato di studiare la correlazione tra il livello nel sangue medio di vitamina D di una determinata regione e la mortalità dovuta al nuovo coronavirus.

L'analisi ha preso in considerazione 20 Paesi europei. Tra questi, sono l'Italia e la Spagna ad avere livelli medi di vitamina D più bassi, ed entrambe hanno registrato alti tassi di mortalità dovuta al Covid-19. Secondo i ricercatori, questo è dovuto al fatto che le persone in questi Paesi evitano di più il sole (poiché troppo forte). Inoltre, la pigmentazione della loro pelle riduce la quantità naturale di vitamina D sintetizzata dal loro corpo.

Dall'analisi risulta esserci una significativa correlazione tra i livelli medi di vitamina D e il numero di casi, ma soprattutto decessi, dovuti al Covid-19. Smith, uno dei coautori dell'articolo, ha anche spiegato che il 75 per cento delle persone in istituti di cura e case di riposo ha gravi carenze di vitamina D, dato che si trova in quantità minori nelle persone più anziane.

La ricerca, come ammesso dagli autori stessi, ha determinati limiti: Il numero di casi, ad esempio, dipende molto anche dalla quantità di test eseguiti e dalle misure di restrizione adottate dai vari Paesi per prevenire la diffusione del virus. La mortalità dovrebbe essere invece un indice più credibile. Sono comunque necessari ulteriori approfondimenti per spiegare la supposta connessione tra la vitamina D e il coronavirus, e per determinare se la correlazione potrebbe essere anche una causalità.

Il Dottor Christian Garzoni - specialista in malattie infettive - da noi contattato, si è dichiarato scettico: «Il ruolo della vitamina D nella prevenzione e nella cura delle infezioni è discusso da tempo nell'ambito di diverse malattie infettive, non è una cosa nuova» ha spiegato il Direttore sanitario della Clinica Moncucco. «Ciò che è importante chiarire è che il tema è controverso. Questo perché non c'è una dimostrazione chiara e condivisa dell'effetto della vitamina D sul sistema immunitario e sul controllo di patologie infettive, ma solo delle ipotesi».

Per quanto riguarda lo studio, è imperativa la cautela: «Lo prenderei con le pinze. Questi ricercatori hanno solo visto che determinati Paesi che hanno un tasso di vitamina D piuttosto basso hanno anche una mortalità legata al Covid elevata. Ma questo non dimostra il nesso tra le due cose perché non sono stati presi in considerazione tutti i fattori che potrebbero giocare un ruolo decisivo nella mortalità da Covid». In sostanza, «serve approfondire la questione, per esempio guardando se le persone che hanno decorsi più benigni tendono ad avere un livello più alto di vitamina D».

In ogni caso, continua il Dottor Garzoni, «non va assolutamente seguita la deduzione che bisogna assumere ampie dosi di vitamina D per contrastare, curare o prevenire il virus». Anzi, bisogna fare molta attenzione: «La vitamina D va assunta in sostituzione unicamente se prescritta dal medico», ci spiega l'esperto, «può essere infatti tossica se assunta impropriamente o in dosaggi eccessivi».

COMMENTI
 
MIM 2 anni fa su tio
Se uscite di casa, la vitamina D l'avete gratuita e naturale. Questo problematiche le hanno (parlo di persone sane) chi per troppo tempo resta rinchiuso. Dottor Garzoni, poteva anche specificarlo questo, ma forse messa così non è allarmante e allora non va bene.
sedelin 2 anni fa su tio
la vit. D é essenziale per la salute, come lo sono tutti i minerali, gli oligoelementi e le vitamine. il dott. garzoni potrebbe anche dire che, una volta prescritta la quantità di vit. D da assumere da parte del medico, l'individuo può continuarne il consumo acquistandola senza prescrizione per pochissimi franchi. senza dimenticare la quotidiana esposizione al benefico sole.
miba 2 anni fa su tio
L'ho già scritto tante volte: protezione e misure per le fasce più deboli della popolazione indubbiamente sì (ci mancherebbe!), isteria collettiva e psicosi da covid19 no grazie! Ora più che il coronavirus stesso è giunto il momento della politica e delle teorie/supposizioni ancora tutte da provare ed esperti e/o presunti tali che spesso si contraddicono anche tra loro. Ma la soluzione c'è: una bella campana di vetro per tutti, sterilizzazioni a 360 gradi, pastiglie, vaccini ed antibiotici a gogò e soprattutto non dimenticare di perseguire uno degli obiettivi di Bill Gates, alias arrivare a schedare tutta la popolazione mondiale. Non faccio più parte della generazione giovane ma ho avuto la grandissima fortuna (e così anche i miei figli che ora sono adulti) di aver avuto un'infanzia, un'adolescenza, una gioventù ed una vita normali, cioè in tempi in cui la finanza non arrivava ancora a comandare/stabilire tutte le regole del gioco, in cui i politici facevano ancora l'interesse della popolazione e non delle multinazionali e/o dei gruppi finanziari e soprattutto ad affrontare e risolvere i problemi invece di dar retta a tutte le stupidaggini che i media, abilmente pilotati da chi ha interesse a farlo, cibpropinano in continuazione
miba 2 anni fa su tio
Scusate, era la risposta a spank77 finita al posto sbagliato.....
sedelin 2 anni fa su tio
clap clap ;-)
MIM 2 anni fa su tio
concordo
santo 2 anni fa su tio
così però mi passa la voglia... allora di sicuro fa bene (come la vitamina C pura), poi i medici che problema hanno a prescriverne la dose corretta per ogni individuo? Non è che siano aiuti troppo a buon mercato???? Per questo anche la chemioterapia è tossica... ma che discorsi...
Coripp_Monte_Corgell 2 anni fa su tio
Teorie teorie tante teorie. Saluti dalla piazza di Coripp
vulpus 2 anni fa su tio
Condivido il parere del dott. Garzoni, professionista che si è dimostrato preparato,e prudente. È vero inutile illudersi con questi studi, fatti sulle tabelle. La domandina semplice , semplice, è che il sole in Sicilia picchia molto più forte che a Bergamo o a Milano: purtroppo il virus ha fatto strage all'opposto.( secondo la teoria di questi studiosi...)
pillola rossa 2 anni fa su tio
Ci sono più di 1000 articoli scientifici pubblicati su pubmed che dimostrano una correlazione tra la vitamina D e la salute polmonare. Nel passato la guarigione dei malati di tubercolosi nei sanatori si pensava fosse dovuta all'inalazione di aria di montagna. Si è compreso in seguito che era invece legata all'esposizione al sole con conseguente aumento dei livelli di vitamina D nel sangue. Mi raccomando, state tutti tappati in casa, evitate di uscire e se proprio dovete farlo copritevi anche la faccia...
miba 2 anni fa su tio
Ma basta imbottire la gente con teorie che non hanno nessun fondamento (alias solo ipotesi) e che servono ono solo a creare paure, isterie, pregiudizi, ansie e seghe mentali ai boccaloni ed ai creduloni!
miba 2 anni fa su tio
Tra l'altro: notato che ad eccezione del fantoccio impiccato sull'albero TUTTE le altre notizie sono direttamente e/o indirettamente connesse al coronavirus? Meditate gente...possibilmente (anche) con la vostra testa.........
spank77 2 anni fa su tio
Tra le du estremità "sottovalutare il Virus" e "lo status Panico" c`è una bella differenza …Unica cosa in comune: sono due estremità molto pericolose che possono fare molti danni (entrambi direttamente/inderettamente Economoci - Sanitari) ==> Il giusto sta nel mezzo...ovvero muoversi e agire con attenzione per evitare brutte sorprese Rischi nel sottovalutare e non prendere misure: - Seconda ondata ==> Lock down ==> Perdita economica - Seconda ondata ==> Nuovi casi ==> Impatto negativo sulla sanita pubblica (...e si che si pagheranno I premi CM…) - Non sappiamo a tutt'oggi se ci possono essere dei danni permanenti causati dal virus (vedi Sars)...lo sapremo tra qualche mese 2) Rischi dello "Status Panico da Covid" - Danni economici a corto e lungo termine - Danni psicologici Scelte ponderate, attacarsi agli "estremi" non serve, fa solo danni !
pillola rossa 2 anni fa su tio
Ci sono più di 1000 articoli scientifici pubblicati su pubmed che dimostrano una correlazione tra la vitamina D e la salute polmonare. Nel passato la guarigione dei malati di tubercolosi nei sanatori si pensava fosse dovuta all'inalazione di aria di montagna. Si è compreso in seguito che era invece legata all'esposizione al sole con conseguente aumento dei livelli di vitamina D nel sangue. Mi raccomando, state tutti tappati in casa, evitate di uscire e se proprio dovete farlo copritevi anche la faccia.
spank77 2 anni fa su tio
Basta vedere in California...li di vitamin D sicuramente non ne manca…Servono piu mesi per studiare questo Virus arrivato in Europa da appena solo tre mesi ! Non lo conosciamo ancora abbastanza, serve tempo. Sicuramente fra qualche mese ci saranno novità
Fran 2 anni fa su tio
L'esposizione giornaliera di 30 minuti al sole senza protezione basta per inglobare nell'organismo 10'000 ui di Vit. D. E fa BENE. Questo serve per la pelle e le ossa. Se non puoi andare al.sole allora prendi Vit. D in altra forma. 10000 ui giornalieri non fanno che bene. Ah: non si può fare "riserva" di Vit D perché non si accumula. Prendete la.Vit D! Ma.se avete problemi renali ATTENTI: consultate il.medico.
spank77 2 anni fa su tio
La vitamin D, come la A-D-E si possono accumulare invece (nei tessuti "grassi") ==> "ADEK" per ricordarsi delle vitamine che in eccesso possono fare male perchè poco fa male ma troppo pure...
spank77 2 anni fa su tio
come la A-E-K
francox 2 anni fa su tio
Nell'articolo si parla di prendere il sole, non pastiglie.
pillola rossa 2 anni fa su tio
Ci sono più di 1000 articoli scientifici pubblicati su pubmed che dimostrano una correlazione tra la vitamina D e la salute polmonare. La guarigione dei malati di tubercolosi nei sanatori si pensava fosse dovuta all'inalazione di aria di montagna. Si è compreso in seguito che era invece legata all'esposizione al sole e conseguente aumento dei livelli di vitamina D nel sangue. Mi raccomando, state tutti tappati in casa, evitate di uscire e se proprio dovete farlo copritevi anche la faccia...
NOTIZIE PIÙ LETTE