tipress
CHIASSO
11.04.2021 - 11:450

Almeno 500 franchi per favorire le nascite

Lo chiede in una mozione Giorgio Fonio ed altri firmatari.

L'idea: un contributo finanziario, per i domiciliati a Chiasso per ogni figlio nato e/o adottato.

CHIASSO - Il problema del calo demografico preoccupa il consigliere comunale PPD Giorgio Fonio. «Da anni risulta essere uno dei mali del nostro cantone», sottolinea snocciolando alcuni numeri.

«La nostra cittadina - spiega riferendosi al comune di Chiasso - è passata da 7’874 abitanti del 2019, ai 7’727 registrati a dicembre del 2020. Ha perso in sostanza 147 abitanti da un anno all’altro. Se prendiamo il 2018 come riferimento il dato è ancor peggiore dal momento in cui la popolazione chiassese era di 8'114 unità. Le nascite nel 2020 sono state appena 41, due in meno rispetto alle 43 dell’anno precedente e ben 15 in meno rispetto al 2018».

Il contributo cantonale - A livello Cantonale, al fine di porre un freno alla diminuzione delle nascite, è stato introdotto un assegno del valore di 3.000 franchi per ogni bambino venuto al mondo. La richiesta è estesa anche ai nuclei famigliari che adottano un bambino o un ragazzo minorenne.

«Il bonus bebè - spiega Fonio - è riservato ai cittadini del Canton Ticino e non può essere richiesto da tutti: il provvedimento, infatti, stabilisce che per poter usufruire di questo incentivo il nucleo familiare non debba contare su un guadagno annuo superiore ai 110.000 mila franchi. Solo le famiglie meno abbienti possono avere accesso a questo benefit, che in molti casi si rivela fondamentale. Le altre condizioni da rispettare sono il possesso del domicilio (o della residenza) dei genitori in Canton Ticino dal momento della nascita o dell’adozione dal bambino fino a sei mesi dopo di questa, oltre che nei tre o nei cinque anni precedenti. È necessario, poi, possedere, a sei mesi di distanza dall’accoglimento del bimbo in famiglia, una sostanza netta inferiore a 400.000 franchi (sempre considerando l’intero nucleo familiare)».

La mozione - Da qui l'idea, proposta al Municipio di Chiasso attraverso una mozione sottoscritta anche da Davide De Donatis e Patricia Wasser: «Proponiamo di introdurre un contributo finanziario, per i domiciliati a Chiasso di almeno 500 franchi per ogni figlio nato e/o adottato. Al momento della nascita e/o adozione del bambino, entrambe i genitori, devono essere domiciliati a Chiasso. Per le altre condizioni, potrebbero essere applicate invece per analogia le relative disposizioni previste dal diritto cantonale».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 00:30:18 | 91.208.130.86