tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
5 ore
Cocaina purissima in un appartamento di Bellinzona
È stata trovata a seguito della violenta lite, lo scorso 2 dicembre, in un'abitazione di Piazza del Sole.
FOTO
LUGANO
6 ore
«La collaborazione è importante, specialmente in tempi di crisi»
Il ministro degli esteri Ignazio Cassis ha incontrato la sua omologa del Liechtenstein. Domani altri colloqui
BOSCO GURIN
8 ore
«La smettano di dire che chiedo sussidi, l'ho sempre fatto per la valle»
Giovanni Frapolli furioso su Piazza Ticino. L'imprenditore chiuderà davvero gli impianti sciistici?
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
8 ore
La chiesa di San Lorenzo senza le sue campane
Sono state temporaneamente rimosse per procedere ad alcuni lavori di manutenzione.
FOTO E VIDEO
AGNO
10 ore
Incidente sulla cantonale, disagi al traffico
Sul posto polizia e ambulanza.
ROVEREDO (GR)
10 ore
Due draghi barbuti salvati dalla SPAB
Sono stati trovati in un prato di Roveredo. Non è chiaro se siano fuggiti da un terrario o se siano stati abbandonati
LUGANO
11 ore
Abuso di stemma, il Municipio imbocca la via lega...le
Il Municipio della Città ha avviato un'azione civile contro la Lega per abuso nell'utilizzo dello stemma
LUGANO
11 ore
LongLake: una lunga edizione da vivere in sicurezza
Il festival si ripresenta con appuntamenti distribuiti su tutto l'arco dell'estate.
SANT'ANTONINO / CADENAZZO
11 ore
Lavori notturni, e il limite scende a 60 km/h
Da lunedì 19 aprile (e fino a metà giugno) posa della pavimentazione nuova sul tratto di A13
CANTONE
11 ore
Gioventù Comunista fra lotta al precariato e anti-militarismo
Riunita in assemblea (online), la GC ha proceduto pure al rinnovamento del coordinamento.
CANTONE
12 ore
Boom di persone in difficoltà al Tavolino Magico
Da inizio pandemia le richieste di aiuto sono aumentate del 15%. E c'è bisogno di nuovi spazi per distribuire gli aiuti.
CANTONE
08.04.2021 - 09:560

L'MPS: «Torniamo a manifestare»

In occasione del prossimo Primo Maggio il Movimento per il Socialismo vuole tornare in Piazza

La recente assemblea cantonale ha deciso di promuovere una manifestazione che si terrà a Bellinzona, alle ore 15.00, in Piazza del Sole.

BELLINZONA - «Dopo la pausa forzata dello scorso anno è ora di tornare a manifestare in occasione del Primo maggio». Così l'MPS che, dopo la recente assemblea cantonale, ha deciso di promuovere una manifestazione che si terrà a Bellinzona, alle ore 15.00, in Piazza del Sole.

«Naturalmente - assicura il Movimento per il Socialismo in una nota - tutte le misure di protezione e di distanziamento sociale verranno osservate: ma pensiamo che oggi sia necessario tornare a manifestare nella giornata dedicata alla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori, dopo un anno nel quale il lavoro di tutte e di tutti è cambiato radicalmente e in peggio».

Da qui l'invito rivolto a tutti a partecipare alla manifestazione «per ribadire il nostro sostegno, prima di tutto, a coloro che in questo anno sono stati in prima linea nel garantire la continuità della società in diversi settori, da quello sanitario a quello del commercio, da quello dei trasporti a quello dei servizi di prima necessità a quello dell’educazione e della scuola, spesso in condizioni difficili e mettendo quotidianamente in pericolo la propria sicurezza». «Invitiamo tutti e tutte - si prosegue - a sostenere soprattutto le donne lavoratrici in casa e fuori casa. Mai come quest’anno è stato evidente il ruolo fondamentale del lavoro delle donne, i settori definiti essenziali sono settori a manodopera prettamente femminile nei quali già prima della pandemia le condizioni di impiego erano particolarmente precarie, i salari decisamente troppo bassi e l’organizzazione del lavoro molto intensa. Tutti elementi che sono ulteriormente peggiorati in questo ultimo anno».

«La pandemia - incalza l'MPS - ha inoltre reso visibile il lavoro domestico e di cure svolto quotidianamente dalle donne che in questo anno “terribile” è aumentato e si è svolto spesso in condizioni ancora più complesse. Un lavoro essenziale per far funzionare il sistema economico, ma che non viene riconosciuto, valorizzato e tanto meno socializzato. Invitiamo tutti e tutte a sostenere quei lavoratori e quelle lavoratrici che hanno dovuto reinventare la loro vita privata e quella professionale con il telelavoro. Un sistema che certamente permette di proteggere dal rischio di contagio, ma che allo stesso tempo espone a rischi di super lavoro (non esiste più nessun confine tra lavoro e non lavoro) e dell’isolamento. Invitiamo tutte e tutti a partecipare a questa manifestazione per ribadire il nostro sostegno a chi un lavoro non lo ha più, proprio a causa delle conseguenze economiche e sociali della pandemia che non ha fatto altro che accelerare e precipitare una crisi capitalistica che mostrava già più di un anno fa pesanti indizi. Invitiamo tutte e tutti a partecipare a questa manifestazione per ribadire le nostre richieste di un ampio intervento economico e sociale fondato su diritto ad un reddito di pandemia che permetta a tutte e tutti di rispondere alle urgenze della vita quotidiana».

«La crisi pandemica, la lentezza dei vaccini, la crisi stessa del sistema sanitario - si conclude - hanno mostrato la necessità di un ordine economico e sociale diverso e alternativo a quello del capitale, fondato sullo sfruttamento e sul profitto di pochi alle spalle della miseria di molti. Come dimenticare, ed è notizia di questi ultimi giorni, che il 2020, anno di dolore, di sofferenza, di difficoltà economiche e sociali per la stragrande maggioranza della popolazione in tutto il mondo, è stato un anno record per i miliardari che hanno visto la propria famiglia aumentare di un terzo? Come non indignarsi constatando che, ad esempio, negli Stati Uniti i 400 maggiori patrimoni controllano il 18% del Pil contro il 9% del 2010? La pandemia, l’anno appena trascorso, ha contribuito ad accelerare le disuguaglianze, lo sfruttamento e l’ingiustizia nel mondo. Che il Primo maggio torni a diventare una giornata di lotta contro le ingiustizie del capitalismo, torni a mettere al centro i diritti dei lavoratori, delle lavoratrici dei disoccupati e delle disoccupate e le prospettive di un mondo diverso dal capitalismo reale».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 04:46:03 | 91.208.130.89