TiPress - foto d'archivio
BELLINZONA
18.11.2020 - 14:060
Aggiornamento : 15:09

«Frontalieri al lavoro, bellinzonesi a casa»

Interpellanza di Tuto Rossi sui lavoratori d’oltreconfine alle dipendenza della Città

BELLINZONA - «Rispondendo a una mia interpellanza in merito alla “strage di residenti” alla Casa anziani di Sementina, il Municipio ha confessato di avere alle sue dipendenze ben 9 frontalieri». È questa la premessa di un’altra interpellanza inoltrata da Tuto Rossi alla Città di Bellinzona.

Il consigliere comunale UDC critica il fatto che «diversi bellinzonesi» si sarebbero offerti per un impiego nelle case anziani, ricevendo una risposta negativa «poiché tutti i posti sarebbero già occupati».

Rossi si rivolge pertanto all’Esecutivo cittadino per sapere, tra le altre cose, quanti lavoratori frontalieri ha la Città alle sue dipendenze e dove lavorano. Come pure se i frontalieri che lavorano in casa anziani vengano sottoposti ogni giorno al tampone, proveniendo da zone dichiarate “rosse” dall’Italia. E conclude, invitando i consiglieri comunali che la condividono a sottoscrivere la sua interpellanza: «Il Municipio non trova indecente assumere frontalieri allorquando ci sono molti cittadini bellinzonesi che pagano le tasse a Bellinzona e che sono in cerca di lavoro?».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 20:22:50 | 91.208.130.89