Immobili
Veicoli

CERENTINO «Agricoltori stufi, le loro pecore sono state massacrate all'alba»

26.04.22 - 11:44
Il lupo torna a colpire nell'alta Vallemaggia. Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva: «Le autorità intervengano».
G.M.
CERENTINO
26.04.22 - 11:44
«Agricoltori stufi, le loro pecore sono state massacrate all'alba»
Il lupo torna a colpire nell'alta Vallemaggia. Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva: «Le autorità intervengano».

CERENTINO - Pecore massacrate dal lupo nella zona di Pedipiodi a Cerentino, in Val Rovana (Vallemaggia). A lanciare l'allarme nella mattinata di martedì è Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva e co-presidente nazionale dell'Associazione per un territorio libero da grandi predatori. «Siamo ampiamente sopra i 10 capi stabiliti per richiedere l ‘ordine di abbattimento del lupo – sostiene Mattei –. Invito le autorità preposte a reagire con sollecitudine. Non si può più aspettare».

Il condizionale, fino all'ufficializzazione della presenza del lupo da parte degli esperti, resta d'obbligo. I fatti sono avvenuti su un’area di almeno un chilometro quadrato. Pecore e agnelli sarebbero stati sbranati alle prime luci del giorno. «Diverse decine di pecore erano sparse nel bosco terrorizzate. Una quindicina di pecore sono state sbranate. Altre sono state soppresse perché ferite gravemente. Il tutto è stato constatato dal guardiacaccia».

Mattei, contattato da Tio/20Minuti, ne è convinto. Questa potrebbe essere una goccia che fa traboccare il vaso. «Gli allevatori sono furiosi, non ne possono più, parlano di vendere tutto e di chiudere baracca, lasciando i terreni all’abbandono. Le pecore erano state liberate dal recinto stamattina dopo le sei nei prati sopra il nucleo. Il lupo ha colpito ancora e non si può fare finta di nulla». 

I precedenti - Quello di Cerentino è solo l'ultimo caso di predazione su territorio ticinese. Il penultimo in ordine di tempo si era registrato lo scorso 13 aprile in quel di Novazzano, dove tredici ovini erano stati sbranati da un predatore (un lupo o un cane di simili dimensioni). In precedenza - era il 30 marzo - un altro allevatore di Cerentino aveva denunciato l'uccisione di una pecora e un agnello da parte di tre lupi. Casi analoghi erano pure stati segnalati in Valle di Blenio e in Valle Mesolcina (GR).

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO