Cerca e trova immobili

LUGANO«Quella strada è troppo pericolosa, bisogna intervenire»

17.11.20 - 17:32
L'appello delle persone che abitano sulla Strada Cantonale di Davesco-Soragno consegnato oggi al Municipio
Rescue Media
«Quella strada è troppo pericolosa, bisogna intervenire»
L'appello delle persone che abitano sulla Strada Cantonale di Davesco-Soragno consegnato oggi al Municipio
«Il limite di 50 km/h non viene mai rispettato, spesso c'è chi va anche a 100 km/h»

LUGANO - La tratta della Davesco-Soragno dove questo sabato ha tragicamente perso la vita un centauro 17enne è troppo "veloce" e quindi decisamente pericolosa.

Lo sostiene una lettera consegnata al Municipio di Lugano redatta da Daniele Casalini e co-firmata da una trentina di persone che abita proprio su quella stessa Strada Cantonale. Lo stesso Casalini era già stato da noi sentito in merito proprio negli scorsi giorni.

Un tema, quello della pericolosità del tratto, «sollevato più volte negli ultimi decenni», riporta la missiva, che ricorda come fosse stata avanzata la possibilità di renderla «da Cantonale a Comunale e di quartiere». Comportando, quindi, una drastica diminuzione della velocità di percorrenza.

L'incidente di questo sabato «richiede un deciso intervento», in una strada dove «nel corso degli anni parecchi incidenti si sono succeduti». Il problema, secondo i firmatari, è legato anche al fatto che il segmento stradale «invita alla velocità da entrambe le parti» e che «molte volte non esitiamo a stimare attorno agli 80/100 km/h». Tutto ciò malgrado il limite di 50 km/h che viene spesso e volentieri ignorato.

Per questo l'invito al Municipio è quello di entrare in materia ed effettuare «un attento esame per l'attuazione di misure fisiche di rallentamento». Per la realizzazione di queste il gruppo si mette quindi a disposizione.

Intanto oggi al Cimitero di Lugano, durante le esequie, sono tanti gli amici e i parenti che hanno voluto dare l'ultimo saluto al ragazzo scomparso.

COMMENTI
 

comp61 3 anni fa su tio
perché piazzano i radar in posti assurdi e dove servono no.

Güglielmo 3 anni fa su tio
.... e allora non è la strada che è pericolosa....

cle72 3 anni fa su tio
Purtroppo il dramma è sempre dietro l'angolo e spiace moltissimo leggere queste notizie. Io quel giorno ero sul terrazzo e mi apprestava ad uscire di case e ho visto passare la polizia a sirene spiegate per arrivare quanto prima sul luogo, purtroppo invano. Si parla di rendere più sicura la strada, ma facendo cosa? mettendo aiuole o sbarramenti, portando il limite a 30 km/h purtroppo è una strada molto trafficata non credo si farà nulla. Quando ero alla medie una compagna ha perso la vita in via Zurigo con il motorino, si era affiancata ad un camion fermo al semaforo, l autista non si è accorto è la schiacciata con le ruote. Dopo richieste di più sicurezza il comune ha deciso di creare una pista ciclabile o per moto motorini stringendo la carreggiata, bene direte voi... dopo qualche anno tutto è tornato come prima, corsia di sicurezza cancellata per dare spazio alla doppia corsia. La vita persa della nostra compagna non è servita a nulla... Il tempo purtroppo dimentica tutto. Mi unisco al dolore della famiglia per il dolore che stanno vivendo.

Lore61 3 anni fa su tio
Risposta a cle72
Il dramma sarà (purtroppo) sempre dietro l'angolo finché si continua a deresponsabilizzare le persone assistendole in tutto! Perché in seguito diventeranno "bambini adulti" incapaci di regolarsi o valutare le situazioni di pericolo! Purtroppo la tendenza è quella di continuare ad "ovattare" l'ambiente per far sì che non si facciano più male! Ma si ha l'effetto contrario, perché queste persone appena lasciate sole si faranno male! Mooolto male!!

Astalavista 3 anni fa su tio
Si certo intervenire ... zona pedonale 🙏 Strano la colpa sempre degli altri
NOTIZIE PIÙ LETTE