Immobili
Veicoli

CANTONEDe Rosa: «Salute non è solo assenza di malattia»

07.10.21 - 11:37
Il Cantone ha presentato oggi il programma 2021-2024 in favore della salute e contro lo sviluppo di dipendenze.
Tipress
De Rosa: «Salute non è solo assenza di malattia»
Il Cantone ha presentato oggi il programma 2021-2024 in favore della salute e contro lo sviluppo di dipendenze.

BELLINZONA - Ha avuto luogo oggi a Palazzo delle Orsoline la conferenza stampa sui programmi di azione cantonali 2021-2024 per la promozione della salute e la prevenzione di alcol, tabacco e prodotti affini.

Crisi e prevenzione - «Quest'anno abbiamo preso consapevolezza di quanto avere un sistema sanitario funzionante sia importante», ha esordito il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa, «ma sentirsi in salute non può più essere inteso solo come l'assenza di malattia. La promozione della salute e la prevenzione gioca un ruolo altrettanto significativo nelle politiche cantonali». Inoltre, continua De Rosa, «la promozione della salute tende a prendere maggiore importanza in una situazione di crisi come quella attuale». I costi complessivi dei due progetti si avvicinano agli 8 milioni e mezzo, ma solo 5,4 milioni di franchi usciranno dalle tasche del Cantone.

Covid e salute - Ha poi preso parola Martine Bouvier Gallacchi, capo del Servizio di promozione e valutazione sanitaria del DSS. «Il Coronavirus ha avuto un impatto su tutti i fattori determinanti della salute», ha spiegato. «In canton Ticino si vive però a lungo, e penso anche bene. Il rapporto attuale anziani/giovani è di 175 persone sopra i 65 anni per 100 under 65», ha sottolineato.

Alcol e fumo - I programmi strategici cantonali si basano, tra le altre cose, anche su dei sondaggi condotti su un campione rappresentativo della popolazione. Bouvier Gallacchi cita tra i risultati emersi il fatto che anche se «solo 7 persone su 100 presentano un consumo d'alcol cronico a rischio medio-elevato, il consumo puntuale eccessivo sembra diventare la norma soprattutto nei giovani, e il consumo cronico sembra più frequente tra gli anziani». Inoltre, «il numero di forti fumatori diminuisce, ma quello dei fumatori giovani rimane molto elevato nel nostro cantone». 

Promozione della salute - Per sviluppare i programmi di azione, il Cantone si appoggia su 30 partner principali. Gli obiettivi strategici sono tre: dare degli strumenti ai cittadini per promuovere determinati comportamenti, rafforzare il contesto sociale e comunitario e promuovere gli spazi di vita favorevoli alla salute.

Giovani - Per quanto riguarda i bambini e i ragazzi dai zero ai 20 anni, le nuove misure che saranno implementate riguardano equilibrio e benessere, star bene nell'era dei social media, movimento e alimentazione con equilibrio e centri extrascolastici. 

Anziani - Per gli anziani, il Cantone ha invece pensato di sviluppare sei nuove misure, tra cui la formazione e la sensibilizzazione verso i bisogni degli anziani nei centri diurni.

Un esempio concreto - Claudia Michelotti, coordinatrice progetti Fondazione IdéeSport, ha poi presentato i progetti di IdéeSport, uno dei 30 partner coinvolti nel programma cantonale. IdéeSport apre le palestre a bambini e giovani fino ai 20 anni durante i weekend. Lo scopo è promuovere movimento e socializzazione e prevenire l'emergere di dipendenze. IdéeSport ha attualmente 28 progetti attivi solo in Ticino, specifica Michelotti. Tra i programmi già implementati ce n'è uno che comprende la prevenzione tra pari: dei ragazzi vengono formati come coach e fanno passare, attraverso il gioco, dei messaggi di sensibilizzazione e prevenzione. 

Presenti in conferenza stampa:
Raffaele De Rosa, Consigliere di Stato e Direttore del DSS
Martine Bouvier Gallacchi, capo del Servizio di promozione e valutazione sanitaria del DSS
Claudia Michelotti, coordinatrice progetti Fondazione IdéeSport

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO