Immobili
Veicoli
keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
AIROLO
1 ora
Sorpasso nel tunnel del San Gottardo, automobilista condannato
Un cittadino degli Emirati Arabi è stato sanzionato per la manovra compiuta lo scorso 24 novembre
LUGANO
2 ore
Davide Enderlin a processo
L'ex consigliere comunale luganese è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di illeciti per oltre 3 milioni
ARBEDO-CASTIONE
3 ore
Il Motel Castione affonda schiacciato dall'Iva
Negli scorsi giorni la società ha depositato i bilanci, oggi lo stop intimato dal Cantone
CANTONE
4 ore
Cardiocentro nell'EOC: «È stato un primo anno positivo»
L'integrazione è pienamente riuscita e da quest'anno la cardiologia dell'Ente sarà gestita totalmente dal Cardiocentro.
CANTONE
4 ore
Ecco i prossimi radar, molti nel Luganese
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 24 al 30 gennaio
CANTONE
5 ore
Mancata riscossione dell'IVA: «Non devono essere i conducenti a risarcirla»
L'invio di un complemento di fattura dopo circa cinque anni ha fatto storcere il naso a molti.
FOTO
LUGANO
8 ore
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
9 ore
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
10 ore
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
10.09.2021 - 12:430

L'Acsi punta il dito contro Salt

«Salassa i propri clienti». L'associazione scrive una lettera aperta alla compagnia telefonica

LUGANO - «Salt salassa i propri clienti con tariffe di roaming eccessive, li lascia cadere deliberatamente in trappole di costi aggiuntivi e non si adegua alle nuove norme». Sono queste le pesanti critiche rivolte all'operatore da parte dell'Alleanza delle organizzazioni dei consumatori, che include anche l'Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana (ACSI).

In una lettera aperta indirizzata a Marc Furrer, presidente del Consiglio di amministrazione di Salt, le organizzazioni chiedono «un deciso cambio di rotta» da parte della società di telecomunicazioni.

Nel mirino delle associazioni a difesa dei consumatori ci sono le tariffe di roaming: chi acquista un pacchetto dati di 10 GB paga circa un franco per 100 MB. «Quando invece non si acquista un pacchetto, o il pacchetto si esaurisce, viene addebitata la cosiddetta tariffa standard. Ecco che a quel punto 100 MB costano improvvisamente 295 franchi», critica l'ACSI in un comunicato odierno, che parla apertamente di «fregatura per i clienti».

A far storcere il naso è l'applicazione della tariffa standard - elevatissima - pure in caso di esaurimento del volume dati aggiuntivo. Inoltre, aggiunge l'ACSI, le opzioni per tariffe fisse di roaming valide per 30 giorni vengono estese senza che il cliente lo abbia richiesto, è quest'ultimo che deve attivarsi per annullarle. Per l'associazione questa è «l'ennesima trappola dei costi».

Salt viola le normative - L'Alleanza delle organizzazioni dei consumatori segnala che Salt viola in tre punti la legislazione vigente: dallo scorso luglio «le opzioni/pacchetti dati per l'estero devono avere una validità minima di 1 anno, ma la maggioranza dei pacchetti dati di Salt continua ad avere una validità di soli 30 giorni, in barba alle nuove norme», si legge nel comunicato.

Inoltre, con Salt si può attivare un pacchetto dati all'estero solo connettendosi dalla rete mobile. Ciò provoca per i clienti costi aggiuntivi «prima ancora di avere avuto la chance di acquistare un pacchetto dati».

Infine, i clienti devono essere protetti da bollette di roaming elevate mediante un limite di costo prestabilito. Presso Salt tale limite è fissato a 1'000 franchi, una cifra che l'Alleanza giudica troppo elevata.

Il presidente del Cda di Salt ha inoltre un passato da funzionario federale, in particolare è stato pure presidente della Commissione federale delle comunicazioni (ComCom) e direttore dell'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM). Secondo l'ACSI, è inaccettabile" che proprio Salt - la società che Furrer presiede - non rispetti le normative vigenti.

Le reazioni - Salt ha una «concezione giuridica diversa» rispetto all'UFCOM, spiega un funzionario federale contattato dall'agenzia Keystone-ATS. Il portavoce dell'Ufficio federale precisa inoltre che attualmente sono in corso degli scambi con Salt sulle regole del roaming. Se non si dovesse trovare un accordo sull'interpretazione, un tribunale dovrà stabilire se ci sono state violazioni della legge.

L'operatore, dal canto suo, sostiene di essere in regola. Tuttavia, in una presa di posizione inviata a Keystone-ATS, la società ha annunciato alcuni cambiamenti futuri, ad esempio l'estensione a dodici mesi di tutte le opzioni di roaming. Salt intende anche adeguare al ribasso il limite di costo prestabilito.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-21 21:43:35 | 91.208.130.89