Immobili
Veicoli

BELLINZONAPersonale in aumento, un'ala di Palazzo Civico si rifà il look

16.03.21 - 12:36
Nello stabile che ospita la Polcom sono previsti un ampliamento degli spogliatoi e una riorganizzazione degli spazi.
Ti-Press
Personale in aumento, un'ala di Palazzo Civico si rifà il look
Nello stabile che ospita la Polcom sono previsti un ampliamento degli spogliatoi e una riorganizzazione degli spazi.
Per questa migliorie il Municipio ha richiesto lo stanziamento di un credito di 465mila franchi. I lavori dovrebbero iniziare a metà 2021 e concludersi nel giro di tre mesi.

BELLINZONA - Nell'ala di Palazzo Civico dove è presente la Polcom si inizia a stare un po' stretti. Per questo il Municipio di Bellinzona ha deciso di licenziare un messaggio che chiede lo stanziamento di un credito di 465mila franchi per ampliare gli spogliatoi e riorganizzare gli spazi in quella parte dello stabile.

Anche perché, in un immediato futuro, è previsto un aumento del numero del personale. «Il credito - spiega l'esecutivo cittadino - contempla l’ingrandimento dello spogliatoio presente al piano interrato e la creazione di uno spogliatoio per agenti donna nel sottotetto e una doccia per loro uso esclusivo che al momento non è presente».

Le migliorie prevedono anche la riorganizzazione degli uffici della PolCom. «In questo modo - spiega il Municipio - si intende migliorare il contatto tra i collaboratori» e nel contempo «ottemperare alla Legge sul lavoro a proposito della superficie minima necessaria per ciascuna persona presente».

Nel progetto sono anche inseriti interventi relativi alle misure antincendio, che comprendono la sostituzione di sportelli, pareti in legno e porte. Verrà inoltre creata una nuova scala interna. «Essa permetterà ai dipendenti di spostarsi senza percorrere quella aperta al pubblico, in modo da garantire maggior sicurezza ad agenti e personale». Una parte del credito verrà infine utilizzata per sostituire l’arredo vetusto di alcuni uffici.

Una volta approvato il messaggio, il cantiere dovrebbe prendere il via a metà 2021 e proseguire a tappe – al fine di garantire l’operatività degli uffici – per poi concludersi nel giro di tre mesi.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO