Deposit - foto d'archivio
+3
CANTONE
21.02.2021 - 18:280

I bocconi avvelenati arrivano fino a Bellinzona

Sul tavolo del Consiglio di Stato li porta un'interpellanza di Tamara Merlo e Sabrina Aldi

BELLINZONA - Un boccone avvelenato in via Crocetta, a Viganello, e il cane salvo dopo una corsa dal veterinario. Un altro nei pressi della Clinica Viarnetto. Ossa di pollo gettate all'interno del cancello di una grande residenza, a Pregassona. Una cagnolina morta a Besso. E ancora Origlio, Lugaggia, Agra, Dino, Sorengo. La lista sembra infinita. Negli ultimi giorni i social network sono pieni di avvertimenti ai padroni dei cani, affinché facciano attenzione a quello che i loro animali mettono in bocca durante la passeggiata. E ora la questione è arrivata anche a Bellinzona, con l'interpellanza di Tamara Merlo (Più Donne) e Sabrina Aldi (Lega dei Ticinesi).

Una richiesta da parte della politica che segue quella dei cittadini, indirizzata alle autorità cittadine e alla polizia.

Al Consiglio di Stato viene chiesto se sia cosciente del ripetersi di “questi atti” con «preoccupante frequenza». Ma soprattutto, se non pensi «di dover promuovere una campagna di sensibilizzazione e informazione per esortare i cittadini a segnalare situazioni e comportamenti sospetti», come pure «promuovere un’azione coordinata e controlli sul territorio cantonale».

Foto lettore Tio/20minuti
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-06 01:32:12 | 91.208.130.89