Immobili
Veicoli

CANTONE / SVIZZERALe restrizioni hanno tagliato le gambe al Tavolino Magico

19.01.21 - 12:29
Per la prima volta in 20 anni il volume di alimenti recuperati è diminuito rispetto all'anno precedente.
Ti Press
Fonte ats
Le restrizioni hanno tagliato le gambe al Tavolino Magico
Per la prima volta in 20 anni il volume di alimenti recuperati è diminuito rispetto all'anno precedente.
In Ticino è calato il volume del cibo distribuito ed cresciuto sopra i 2'000 il numero di beneficiari.

WINTERTHUR - Le restrizioni causate dal coronavirus si sono ripercosse anche sulle donazioni di prodotti a "Tavolino Magico". Per la prima volta da oltre 20 anni, l'associazione non è riuscita ad aumentare il volume di alimenti recuperati rispetto all'anno precedente, si legge in una nota odierna.

Nella Svizzera italiana più beneficiari - Nella Svizzera italiana, malgrado il periodo di chiusura forzata di qualche settimana, durante la prima ondata di primavera, Tavolino Magico lo scorso anno ha potuto distribuire 511 tonnellate di cibo di ottima qualità (erano 600 t nel 2019). I beneficiari sono saliti a 2’016 (erano 1’800 nel 2019), sottolinea la nota.

Ogni settimana molte persone si sono recate in uno dei 14 centri di distribuzione per ricevere soprattutto cibo fresco che il team della piattaforma logistica di Cadenazzo (una cinquantina di persone, soprattutto di programmi occupazionali) ha salvato dalla distruzione. Tutto questo lavoro è stato reso possibile grazie a 300 volontari.

Tavolino Magico ha inoltre accolto 9 ragazzi del pre-tirocinio di integrazione, che così hanno potuto ambientarsi nel mondo del lavoro in vista di una formazione.

Svizzera - A livello svizzero sono state raccolte complessivamente 4'008 tonnellate di derrate, con un calo del circa 11% rispetto al 2019, di cui 800 tonnellate in meno solo durante il lockdown. Gli alimenti recuperati sono stati distribuiti ogni settimana a oltre 20'000 persone, molte delle quali erano ancora più in difficoltà del solito a causa della pandemia.

Tavolino Magico ha sviluppato in modo rapido e completo piani di protezione per tutti, dalla direzione nazionale ai magazzini logistici regionali, ma anche per i 134 centri di distribuzione alimentare gestiti da volontari, si precisa nel comunicato.


 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO