Tipress
CANTONE
24.12.2020 - 17:000

La SNL: «L'obiettivo è di riassumere tutto il personale»

La Società Navigazione del Lago di Lugano getta acqua sul fuoco dopo l'annuncio dei licenziamenti

Ma il ForumAlternativo chiede un immediato ritiro della decisione definita «vergognosa»

LOCARNO - L’annuncio del licenziamento di tutti i dipendenti del Consorzio Navigazione Lago Maggiore continua a suscitare prese di posizione. Ultima, in ordine di tempo, quella della stessa Società Navigazione del Lago di Lugano che afferma di «operare in costante coordinamento con le autorità federali, cantonali e comunali, con il fermo obiettivo di riassumere tutto il personale disponibile appena definiti gli accordi di rinnovo dei contratti consorziali e ricevute le necessarie autorizzazioni».

Quanto all’operatività la SNL ricorda che «le trattative per il rinnovo degli accordi di collaborazione sul bacino svizzero del lago Maggiore sono in corso a livello ministeriale e ieri è stato trovato un accordo di principio per una proroga fino al 28 febbraio 2020». L’operatività della linea Locarno Magadino è garantita anche oltre il 31 dicembre.

«Decisione vergognosa» - Intanto però le reazioni critiche ai licenziamenti non mancano. La più vibrante arriva dal ForumAlternativo che definisce «vergognosa la decisione della Società Navigazione Lago di Lugano». E chiede un immediato passo indietro. La notizia, si legge nella nota, rappresenta «un vero proprio schiaffo per i dipendenti della navigazione, per le loro famiglie e che rischia di avere pesanti ripercussioni per il turismo e per l’intera regione del locarnese e del Ticino tutto».

La mobilitazione - Il ForumAlternativo ricorda la lotta e la mobilitazione condotta nel 2017 dai dipendenti, con il sostengo da ampie fasce della popolazione e definisce quella odierna una pugnalata alla schiena. «Siamo increduli e angosciati - si legge ancora nella presa di posizione -. Le fallimentari strategie di imprenditori privi di scrupolo rischiano inoltre di assestare un colpo mortale al Consorzio nato poco più di 2 anni fa e presentato in ”pompa magna” quale caposaldo per rilanciare il turismo dell’intera regione».

La richiesta al Governo - Infine ForumAlternativo chiede al Consiglio di Stato come pure ai comuni che si erano spesi per la nascita del Consorzio di agire con la massima urgenza e obbligare i dirigenti della Società di Navigazione di Lugano a ritirare immediatamente i licenziamenti. «A maggior ragione considerato che l’azienda ha ricevuto ingenti aiuti statali. Questo modo di agire è irresponsabile ed immorale e non può essere assolutamente tollerato».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-23 20:21:29 | 91.208.130.86