Cerca e trova immobili

BELLINZONAQuartiere Officine: se ne discute online

15.11.20 - 13:03
Il PS Bellinzona propone una diretta in cui raccogliere, tra le altre cose, le opinioni della base sul progetto.
Tipress
Anche il sindaco di Bellinzona, Mario Branda, parteciperà alla diretta
Anche il sindaco di Bellinzona, Mario Branda, parteciperà alla diretta
Quartiere Officine: se ne discute online
Il PS Bellinzona propone una diretta in cui raccogliere, tra le altre cose, le opinioni della base sul progetto.

BELLINZONA - Nelle scorse settimane, il progetto del nuovo Quartiere Officine è stato presentato alla popolazione per mezzo di un'esposizione rimasta visitabile fino a ieri in Piazza del Sole a Bellinzona. Ora, il Partito socialista intende aprire una discussione sul progetto nel corso di una diretta Facebook che si terrà martedì 17 novembre alle 20 sulla pagina del PS di Bellinzona.

«Desideriamo confrontare le opinioni di alcuni invitati e raccogliere le osservazioni della nostra base», scrive la sezione locale del partito in un comunicato odierno. «Lo scopo di questa serata è quello di raccogliere le opinioni che permetteranno al comitato della Sezione del PS di Bellinzona di partecipare alla consultazione promossa dal Municipio tenendo conto delle diverse opinioni espresse dalla nostra base», continua.  

Dopo una breve presentazione del progetto, prenderanno la parola, oltre al sindaco di Bellinzona Mario Branda (PS): Henrik Bang, ing. forestale, Consigliere comunale per l’Unità di sinistra e Gran consigliere; Prisca Barenco, docente e abitante del quartiere adiacente alle Officine, Sezione di Bellinzona del Partito socialista; Ernesto Tino Bolliger, architetto, titolare di uno studio di architettura a Bellinzona; Alberto Casari, docente, Consigliere comunale per l’Unità di sinistra; Sabrina Contratto Ménard, architetta, Presidente della giuria del Mandato di studi in parallelo per lo sviluppo e integrazione urbana del quartiere Officine; Michele Egloff, sociologo, docente e ricercatore SUPSI, membro del Comitato della sezione di Bellinzona del PS; Paola Falconi, studentessa di Master in architettura; Renato Magginetti, architetto FAS; Antoine Ndombele, operaio Officine FFS Bellinzona, consigliere comunale per l’Unità di sinistra; Gian Paolo Torricelli, docente di geografia urbana e responsabile dell'Osservatorio dello sviluppo territoriale presso l'Accademia di architettura di Mendrisio; Renato Züger, docente, Capo gruppo dell’Unità di sinistra in Consiglio comunale.

 

     

COMMENTI
 

Güglielmo 3 anni fa su tio
per il resto è un monologo in chiave cooperativa.. tanto fate quel che volete lo stesso, come sempre.

Güglielmo 3 anni fa su tio
Fate caso.... quasi tutti docenti... lo sanno be loro perché vogliono dare il diritto di voto ai sedicenni -)).

Nmemo 3 anni fa su tio
Come d’abitudine sarà un monologo: la gente non conosce i contenuti del progetto. L’ ”involucro” è già opinabile sotto il profilo architettonico-paesaggistico. I Mammasantissima che hanno scelto le linee del progetto che s’intende realizzare si sentiranno offesi da queste affermazioni. Gaudi, avrebbe scelto altre forme, peraltro già determinate dai fabbricati storici che s’intendono mantenere. Ma di Gaudi a Bellinzona non se ne vedono, a prescindere che tra gli interlocutori che interverranno nel dibattito, c’è troppa gente poco qualificata, definita per spartizione politica-partitica .

Nikko 3 anni fa su tio
Ci sono già troppi appartamenti vuoti! Ha senso costruirne tanti altri?
NOTIZIE PIÙ LETTE