Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
1 ora
Diversi casi di Covid all’OBV, sospese le visite ai pazienti
I positivi registrati negli ultimi giorni all'Ospedale Regionale di Mendrisio hanno costretto a misure ulteriori.
CANTONE
2 ore
Covid: 210 positivi e 8 decessi
Il totale dei pazienti ricoverati in ospedale è di 347, di cui 43 in cure intense.
CANTONE
2 ore
Infermieri col Covid-19: l'EOC corre ai ripari
Circa 380 dipendenti dell'Ente sono a casa in isolamento o in quarantena. Assunto personale avventizio
CANTONE
4 ore
Il Ticino ha tanta voglia di pioggia
La nostra regione si trova da parecchio tempo sotto l'influsso di un anticiclone.
CANTONE
18 ore
Si stupisce trovando i moretti alla Migros. «In Ticino mai tolti»
In giugno il dibattito aveva acceso il nord delle Alpi. Ma da noi kisss e prodotti freschi non sono mai scomparsi
CANTONE / CONFINE
18 ore
Natale (forse) blindato? Coppie transfrontaliere in protesta
Lanciata una petizione indirizzata direttamente all'ufficio del premier italiano Giuseppe Conte
LOCARNO
23 ore
Visite ai pazienti Covid: ecco cosa cambia
Incontri in camera, di 15 minuti, uno alla volta, ogni due giorni. È vietato portare loro cibo o bevande
CANTONE
1 gior
Altri 246 casi nelle ultime 24 ore
Sette le persone che hanno perso la vita ieri a causa del Covid-19. C'è una nuova classe in quarantena
CONFINE
1 gior
Latitante tradito dalla voglia di shopping
La vettura sulla quale circolava insieme ad altre due persone è stata fermata dalla Guardia di Finanza
CANTONE / VATICANO
1 gior
Fondi vaticani, le "carte di Lugano" per chiarire lo scandalo
I documenti potrebbero portare a una svolta nelle indagini sul caso del "palazzo di Londra".
CANTONE
1 gior
Referendum e iniziative popolari: «Sospendiamone i termini»
La richiesta al Governo arriva dal Partito Comunista.
FOTO
MENDRISIO
1 gior
Qui solitudine e isolamento degli anziani si combattono da 30 anni
Il Servizio Anziani Soli, istituito a Mendrisio nel 1990, è tuttora un unicum a livello ticinese.
CANTONE
1 gior
Radar accesi su quattro distretti
La prossima settimana i controlli mobili colpiranno Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio.
CANTONE
1 gior
Covid e cantieri: «Non è il caso di fermarli?»
Lo chiede l'MPS in un'interpellanza al Consiglio di Stato per «stroncare la diffusione del contagio»
CANTONE
1 gior
2'300 firme per avere «più corse nelle tratte affollate»
Covid-19 e trasporto pubblico: il SISA ha consegnato oggi alle autorità le firme raccolte con una petizione online.
CANTONE
06.10.2020 - 11:190
Aggiornamento : 13:58

Tre messaggi per un Ticino al 100% rinnovabile

Il Dipartimento del territorio ha presentato oggi la prima parte del Pacchetto ambiente

LUGANO - Tre messaggi per aggiornare e applicare la politica energetica e climatica cantonale. Li ha presentati stamani il Dipartimento del territorio. Si tratta di messaggi che mirano a mettere a disposizione dei cittadini maggiori risorse per accelerare il cambiamento necessario per raggiungere una società al 100% rinnovabile tramite un incremento degli investimenti nel settore dell'energia e del clima.

Si parla dunque della modifica della legge cantonale sull'energia dell'8 febbraio 1994, del rinnovo dei prelievi sulla produzione e sul consumo di energia elettrica (per il periodo 2021-2024) a favore del Fondo per le energie rinnovabili (FER) incluso lo stanziamento di un credito straordinario di 5 milioni di franchi pure destinato ad alimentare il fondo, e di un credito quadro netto di 50 milioni di franchi (per il periodo 2021-2025) per la continuazione del programma d’incentivi concernente l’efficacia ed efficienza energetiche, la produzione e la distribuzione di energia termica da fonti indigene rinnovabili, la conversione delle energie di origine fossile e la promozione della formazione continua, dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza nel settore dell’energia.

I tre messaggi costituiscono la prima parte di un pacchetto di misure ambientali che il Dipartimento del territorio intende mettere in atto (si tratta del cosiddetto Pacchetto ambiente) e permetteranno di affrontare in maniera ancora più efficace le sfide che attendono il Ticino nel settore dell'energia e della politica climatica. Inoltre, i contributi cantonali che saranno erogati favoriranno l’indotto economico locale, consentendo di contenere almeno in parte le conseguenze economiche negative dovute al lockdown. Infine, con i contributi s’intende dare un ulteriore impulso allo sviluppo di un’economia verde (tecnologie sostenibili, innovative dal profilo energetico, climatico e ambientale).

La modifica della legge cantonale sull’energia dell’8 febbraio 1994 (Len)
La Len costituisce la base legale della politica energetica cantonale. Essa fa riferimento alle norme federali in materia e riveste un ruolo sussidiario, in quanto è la Confederazione a stabilire gli obiettivi di politica energetica e climatica. In particolare, la modifica della Len è volta all’adattamento della base legale del Piano energetico cantonale (PEC), affinché questo diventi a tutti gli effetti il documento di riferimento della politica energetica e climatica cantonale, al consolidamento degli indirizzi del PEC nei settori degli edifici e  della mobilità sostenibile, già di fatto applicati, e nel settore della distribuzione di energia termica nonché all'introduzione di  principi normativi conformi al Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni MoPEC 2014, emanato dalla Conferenza dei direttori cantonali dell’energia (EnDK), in modo da disporre di un’armonizzazione nel campo delle prescrizioni energetiche cantonali nel settore degli edifici.

Il Fondo per le energie rinnovabili (FER)
Il Fondo per le energie rinnovabili (FER) mira a incentivare la costruzione d'impianti pubblici e privati per la produzione di energia elettrica tramite l’impiego di fonti energetiche rinnovabili. Nel periodo 2014-2020, lo stesso si è dimostrato essere uno strumento fondamentale della politica energetica cantonale, poiché l’offerta dei contributi finanziari proposti ha motivato il cittadino a investire nella produzione di energia elettrica rinnovabile, contribuendo a raggiungere gli obiettivi esplicitati nel PEC – Piano d’azione 2013. Il relativo messaggio prevede, quindi, il rinnovo del prelievo sulla produzione e sui consumi di energia elettrica da destinare al finanziamento del Fondo per le energie rinnovabili (FER) per il periodo 2021-2024. Con il rinnovo del FER si rinuncia all’incentivo RIC cantonale, in quanto considerato poco efficiente e troppo oneroso. L’eliminazione della RIC permette di allinearsi a quanto già fatto dalla Confederazione nel 2018 per gli impianti fotovoltaici. Inoltre è previsto lo stanziamento di un credito straordinario di 5 milioni di franchi per un finanziamento aggiuntivo del FER, quale contributo all'eliminazione delle liste di attesa (prodotte dalla RIC) e come sostegno a progetti innovativi nel settore dell’energia e del clima riferiti al contesto cantonale.

Il Programma cantonale d’incentivi
Il terzo messaggio concerne lo stanziamento di un credito cantonale netto di 50 milioni di franchi e l’autorizzazione alla spesa lorda di 130 milioni di franchi (compresi i contributi federali), da destinare al Programma cantonale d’incentivi concernenti l’efficacia ed efficienza energetica, la produzione e la distribuzione di energia termica da fonti indigene rinnovabili, la conversione delle energie di origine fossile, e la promozione della formazione continua, dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza nel settore dell’energia. Lo scopo del programma cantonale d’incentivi consiste nell’orientare il cittadino a scelte più sostenibili dal profilo energetico e climatico e più rispettose dell’ambiente, oltre che nell’eliminare le barriere conoscitive sia a livello di domanda (proprietari di edifici) che di offerta (imprese, artigiani, architetti, ecc.) tramite il ruolo cardine dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza e formazione continua promosso dall’Associazione TicinoEnergia.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 12:24:48 | 91.208.130.89