Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
5 ore
Cambio alla testa dell'ASIF
Prende il posto dell'uscente Walter Schick, che ha deciso di passare il testimone
FOTO E VIDEO
CANTONE
5 ore
Iniziativa 99%, l'azione dei Giovani socialisti
È stata inscenata domenica, a una settimana esatta dalla chiamata alle urne
CANTONE
6 ore
Si vota sui contratti di affitto, iniziativa salvagente o «inutile»?
Il prossimo 26 settembre il popolo dovrà esprimersi sull'iniziativa cantonale sulle pigioni.
LUGANO
8 ore
Il nuovo sindaco di Lugano è Michele Foletti
Alle 18 scadeva il termine per presentare la propria candidatura, ma nessuno (come da previsioni) si è fatto avanti.
MURALTO/ LUGANO
8 ore
Urla in piena notte e disordine ovunque
Morte in albergo: la coppia della stanza adiacente alla 501 riferisce di una lite in cui si parlava di soldi.
CANTONE
9 ore
Godiamoci una settimana di sole
Ultime gocce oggi, poi un lieve rialzo delle temperature.
MENDRISIO
10 ore
Da domani si può tornare sul Generoso
La linea ferrovia è stata ripristinata dopo la frana caduta ieri.
CANTONE
11 ore
Vaccini on the road: «Più di 2'700 inoculazioni»
Da oggi il bus itinerante toccherà alcune località del Luganese e delle Valli del Ticino.
CANTONE
11 ore
Si entra nella stanza 501: tutti i dettagli
Giallo dell'hotel La Palma Au Lac di Muralto, al processo la versione dell'imputato. Dal gioco erotico all'allarme.
ASCONA
12 ore
L'hotel Castello del Sole è il migliore di tutta la Svizzera
È la seconda volta che la struttura riceve il prestigioso riconoscimento della guida GaultMilliau.
FOTOGALLERY
LUGANO
13 ore
Pregassona ha una nuova area di svago
Si trova in via Industria e va a inserirsi nel futuro parco fluviale "Raggio Verde"
MURALTO/LUGANO
14 ore
Spese folli, e pagava sempre lei
Processo per il delitto in hotel: ripercorse le ultime ore della "strana coppia". La cena, la discoteca, la cocaina.
CANTONE
15 ore
I tatuaggi, il lusso, il sesso, gli scatti d'ira e quella ragazza con tanti soldi
Morte in hotel: il 32enne accusato di avere ucciso una giovane inglese è davanti alla Corte delle assise criminali.
CANTONE
16 ore
Orientamento professionale, anche dopo i 40 anni
La prestazione "viamia" permette di beneficiare gratuitamente di una valutazione della situazione individuale.
AROGNO
16 ore
Anche Arogno ammaina l'arcobaleno
Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un cittadino
CANTONE
06.10.2020 - 11:190
Aggiornamento : 13:58

Tre messaggi per un Ticino al 100% rinnovabile

Il Dipartimento del territorio ha presentato oggi la prima parte del Pacchetto ambiente

LUGANO - Tre messaggi per aggiornare e applicare la politica energetica e climatica cantonale. Li ha presentati stamani il Dipartimento del territorio. Si tratta di messaggi che mirano a mettere a disposizione dei cittadini maggiori risorse per accelerare il cambiamento necessario per raggiungere una società al 100% rinnovabile tramite un incremento degli investimenti nel settore dell'energia e del clima.

Si parla dunque della modifica della legge cantonale sull'energia dell'8 febbraio 1994, del rinnovo dei prelievi sulla produzione e sul consumo di energia elettrica (per il periodo 2021-2024) a favore del Fondo per le energie rinnovabili (FER) incluso lo stanziamento di un credito straordinario di 5 milioni di franchi pure destinato ad alimentare il fondo, e di un credito quadro netto di 50 milioni di franchi (per il periodo 2021-2025) per la continuazione del programma d’incentivi concernente l’efficacia ed efficienza energetiche, la produzione e la distribuzione di energia termica da fonti indigene rinnovabili, la conversione delle energie di origine fossile e la promozione della formazione continua, dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza nel settore dell’energia.

I tre messaggi costituiscono la prima parte di un pacchetto di misure ambientali che il Dipartimento del territorio intende mettere in atto (si tratta del cosiddetto Pacchetto ambiente) e permetteranno di affrontare in maniera ancora più efficace le sfide che attendono il Ticino nel settore dell'energia e della politica climatica. Inoltre, i contributi cantonali che saranno erogati favoriranno l’indotto economico locale, consentendo di contenere almeno in parte le conseguenze economiche negative dovute al lockdown. Infine, con i contributi s’intende dare un ulteriore impulso allo sviluppo di un’economia verde (tecnologie sostenibili, innovative dal profilo energetico, climatico e ambientale).

La modifica della legge cantonale sull’energia dell’8 febbraio 1994 (Len)
La Len costituisce la base legale della politica energetica cantonale. Essa fa riferimento alle norme federali in materia e riveste un ruolo sussidiario, in quanto è la Confederazione a stabilire gli obiettivi di politica energetica e climatica. In particolare, la modifica della Len è volta all’adattamento della base legale del Piano energetico cantonale (PEC), affinché questo diventi a tutti gli effetti il documento di riferimento della politica energetica e climatica cantonale, al consolidamento degli indirizzi del PEC nei settori degli edifici e  della mobilità sostenibile, già di fatto applicati, e nel settore della distribuzione di energia termica nonché all'introduzione di  principi normativi conformi al Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni MoPEC 2014, emanato dalla Conferenza dei direttori cantonali dell’energia (EnDK), in modo da disporre di un’armonizzazione nel campo delle prescrizioni energetiche cantonali nel settore degli edifici.

Il Fondo per le energie rinnovabili (FER)
Il Fondo per le energie rinnovabili (FER) mira a incentivare la costruzione d'impianti pubblici e privati per la produzione di energia elettrica tramite l’impiego di fonti energetiche rinnovabili. Nel periodo 2014-2020, lo stesso si è dimostrato essere uno strumento fondamentale della politica energetica cantonale, poiché l’offerta dei contributi finanziari proposti ha motivato il cittadino a investire nella produzione di energia elettrica rinnovabile, contribuendo a raggiungere gli obiettivi esplicitati nel PEC – Piano d’azione 2013. Il relativo messaggio prevede, quindi, il rinnovo del prelievo sulla produzione e sui consumi di energia elettrica da destinare al finanziamento del Fondo per le energie rinnovabili (FER) per il periodo 2021-2024. Con il rinnovo del FER si rinuncia all’incentivo RIC cantonale, in quanto considerato poco efficiente e troppo oneroso. L’eliminazione della RIC permette di allinearsi a quanto già fatto dalla Confederazione nel 2018 per gli impianti fotovoltaici. Inoltre è previsto lo stanziamento di un credito straordinario di 5 milioni di franchi per un finanziamento aggiuntivo del FER, quale contributo all'eliminazione delle liste di attesa (prodotte dalla RIC) e come sostegno a progetti innovativi nel settore dell’energia e del clima riferiti al contesto cantonale.

Il Programma cantonale d’incentivi
Il terzo messaggio concerne lo stanziamento di un credito cantonale netto di 50 milioni di franchi e l’autorizzazione alla spesa lorda di 130 milioni di franchi (compresi i contributi federali), da destinare al Programma cantonale d’incentivi concernenti l’efficacia ed efficienza energetica, la produzione e la distribuzione di energia termica da fonti indigene rinnovabili, la conversione delle energie di origine fossile, e la promozione della formazione continua, dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza nel settore dell’energia. Lo scopo del programma cantonale d’incentivi consiste nell’orientare il cittadino a scelte più sostenibili dal profilo energetico e climatico e più rispettose dell’ambiente, oltre che nell’eliminare le barriere conoscitive sia a livello di domanda (proprietari di edifici) che di offerta (imprese, artigiani, architetti, ecc.) tramite il ruolo cardine dell’informazione, della sensibilizzazione e della consulenza e formazione continua promosso dall’Associazione TicinoEnergia.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 02:45:57 | 91.208.130.86