deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
36 sec
Discariche, inerti e svago di prossimità: le proposte del Cantone
Il prossimo 6 dicembre scatta la consultazione per alcune modifiche al piano direttore cantonale
MASSAGNO
15 min
Aldi inaugura una filiale a Massagno
Il negozio apre i battenti giovedì 2 dicembre 2021 in via Val Gersa
MENDRISIO
28 min
In vista del Natale, dieci giorni di autosili gratuiti
La città di Mendrisio ha annunciato le date in cui si potrà parcheggiare gratuitamente, per favorire i commerci
LOCARNO
50 min
«Illuminiamo le finestre per Natale»
L'associazione Pro Città Vecchia di Locarno lancia anche quest'anno l'iniziativa per il periodo festivo
CANTONE / GRIGIONI
1 ora
Tre aspiranti di polizia da Poschiavo e Mesolcina
Il prossimo 1. marzo inizieranno la formazione a Giubiasco
CANTONE
3 ore
«Il medico di famiglia vi farà risparmiare»
Dietro le quinte del progetto mediX ticino, coordinato dall'infettivologo Christian Garzoni.
Mendrisio
12 ore
Mendrisiotto contro Ustra, anche il Plr si schiera
Il partito dice no alla corsia per la sosta dei camion lungo l'autostrada A2. «I camion vanno dosati prima»
LUGANO
15 ore
S'invola per gli Emirati, lasciando un cavallino nero in Ticino
Sul sito delle aste dell'Ufficio di esecuzione è sbucata una Ferrari 458 nera
CANTONE
15 ore
La “pandemia dei bambini”... anche nelle scuole ticinesi
In molti si dicono favorevoli all'introduzione dei test ripetuti e alla mascherina obbligatoria dalla quarta elementare
Politica
17 ore
Partito comunista, eletto un nuovo Comitato Centrale di venti persone
Riconfermata la fiducia a Massimiliano Ay, rieletto segretario politico
CANTONE
18 ore
Alle medie mancano professori di francese
Formazione dei docenti, il DECS e il DFA hanno fatto il punto della situazione tra passato, presente e futuro.
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
18 ore
Il cuoco Diego Della Schiava è un nuovo talento
È attivo al The View di Lugano. È invece di Vals (GR) Mitja Birlo, il cuoco dell'anno
CHIASSO
23.06.2020 - 06:350
Aggiornamento : 12:21

«Ho passato mesi d'inferno»

Parla il 51enne del Mendrisiotto vittima di un ricatto a sfondo sessuale. E nega di avere abusato di minori

Una storia di 'ndrangheta, minacce, sesso a pagamento. E collegamenti inquietanti con il Ticino. L'intervista di tio.ch/20minuti

CHIASSO - Ricattato. «Venivano sotto casa mia». Minacciato. «Mi chiamavano a ogni ora, giorno e notte». E infine indagato. È un vero e proprio incubo, quello iniziato nella primavera 2018 per un 51enne di Morbio Superiore. Una vicenda che sembrava conclusa, e invece è tornata a galla settimana scorsa con un'inchiesta della Magistratura italiana. 

Il ricatto e il clan - La Procura di Milano ha ordinato l'arresto di 20 presunti affiliati alla 'ndrangheta in provincia di Monza. Tra le carte dell'indagine il nome del 51enne ticinese compare più volte: l'uomo - come riferito due settimane fa - si sarebbe rivolto ai clan per far cessare un ricatto a sfondo sessuale, da parte di una gang di giovani brianzoli. Secondo gli inquirenti, il ticinese avrebbe "comprato" il silenzio della gang su alcune prestazioni sessuali a pagamento con ragazzi (forse minorenni). Poi avrebbe ingaggiato due membri della cosca calabrese dei Cristallo per farsi restituire i soldi, con le maniere forti. 

«Io vittima, non carnefice» - «Ho passato mesi d'inferno» racconta l'uomo al telefono con tio.ch/20minuti. «Non immaginavo con chi avevo a che fare». Il 51enne risulta indagato per concorso in estorsione (ai danni della gang) ma tiene a precisare che «in questa faccenda io sono una vittima, non il carnefice».

Giovani «come tanti» - I "carnefici", afferma il 51enne, sarebbero invece quattro giovani, che l'uomo avrebbe conosciuto nell'ambito di alcune manifestazioni sportive oltre confine. «Niente a che vedere con storie torbide o a sfondo sessuale». Ne sarebbe nata una frequentazione «amichevole», degenerata però con il tempo in una serie di richieste di denaro. «Sembravano giovani come tanti. Invece avevano visto in me, probabilmente, una persona abbiente, lo svizzero a cui spillare soldi».

«Mi chiamavano a ogni ora» - Le richieste sarebbero iniziate con dei pretesti - «dicevano di essere minacciati da altre persone, di avere bisogno urgente di denaro» - per passare poi alle minacce esplicite ed insistenti. «Mi chiamavano a qualsiasi ora. Neanche in Ticino ero al sicuro: sono arrivati a presentarsi sotto casa mia, più volte. Ho ceduto pensando che avrebbero smesso, e invece no». 

L'uomo del clan - Qui entra in gioco la 'ndrangheta. Esasperato e impaurito, per difendersi dalla "gang" il 51enne si rivolge a due agenti di sicurezza italiani. Non sapeva - giura - che uno dei due era affiliato alla cosca calabrese dei Cristallo. «Erano persone di fiducia, che avevo conosciuto nell'ambito della mia professione. Uno dei due, in particolare, lo conoscevo come un valido professionista. Non immaginavo che cosa ci fosse dietro. Quando ho saputo dell'inchiesta dai giornali, sono rimasto di stucco. La cosa mi spaventa». 

La contro-estorsione - Il ticinese smentisce di avere innescato una "contro-estorsione" ai danni della gang. «Non volevo indietro i soldi. Volevo solo che la smettessero di importunarmi. Non ho rivisto un franco e non so che fine abbia fatto, quel denaro». Una versione divergente da quella dei magistrati italiani: in base alle intercettazioni, i due securini avrebbero restituito al 51enne 28mila euro, trattenendo per sé una percentuale. 

Vie legali - Gli avvocati del 51enne sono al lavoro per chiarire la sua posizione con la Magistratura d'oltre confine. «Stiamo valutando di sporgere una denuncia penale nei confronti dei quattro estorsori» spiega il legale Stefano Ferrari. «Il mio assistito è a disposizione degli inquirenti e non ha nulla da nascondere». 

Ricattati due sacerdoti - Quel che è certo, è che il quartetto non sarebbe nuovo a ricatti simili. Alcuni dei giovani membri della gang sono finiti dietro le sbarre a gennaio scorso, oltre confine: l'accusa è di avere organizzato estorsioni - sempre a sfondo sessuale - ai danni di diverse persone, in Brianza e in provincia di Bergamo. Tra le vittime anche due sacerdoti. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 09:30:37 | 91.208.130.85