Cerca e trova immobili
Bertini non esclude una Lugano marittima "light"

LUGANOBertini non esclude una Lugano marittima "light"

29.05.20 - 16:40
Il problema resta sempre lo stesso: «Temiamo che possa diventare ingestibile il flusso di visitatori»
tipress
Bertini non esclude una Lugano marittima "light"
Il problema resta sempre lo stesso: «Temiamo che possa diventare ingestibile il flusso di visitatori»
Sull'alcool e i giovani: «Il consumo eccessivo è una piaga di questa gioventù»

LUGANO - Non sembra pesare più di tanto a Michele Bertini l'uscita rimandata di un anno dall'esecutivo luganese: «Fare il Municipale era un piacere e lo è ancora - sottolinea oggi ai microfoni di Radio Ticino -. Poi credo che in un momento di crisi come questo sarebbe stato un bruttissimo segnale da parte di chi ha delle responsabilità, se si fosse allontanato nel momento del bisogno».

Il Vicesindaco di Lugano non si scompone circa la possibilità di ritornare sui suoi passi: «Farò le mie valutazioni. Oggi sono abbastanza determinato a concludere questo anno aggiuntivo. La situazione che mi ha allontanato dalla politica, che era la situazione all'interno del mio partito, è rimasta tale».

Anche sulla movida estiva spiega di non avere ancora deciso nulla: «Da un lato ci sono i giovani, che in ogni caso si portano le cassette di birra e tanto alcool, purtroppo. Il consumo eccessivo di alcolici è una piaga della nostra gioventù. Si pensava quindi a dei "baracchini". Come l'anno scorso. Una Lugano marittima più in piccolo, che permette anche un certo controllo nella vendita degli alcolici».

Il timore, tuttavia, è che la situazione sfugga di mano: «Temiamo che mettere a disposizione degli spacci di bibite sia un'attrattiva tale da farci ritrovare una Foce presa d'assalto. Quindi impossibilitati nel gestire le distanze sociali».

Tutto si deciderà quindi nei prossimi giorni: «Le cose cambiano in fretta. Valuteremo l'evoluzione della situazione. Comprendiamo la necessità della popolazione di vivere, respirare e avere degli sfoghi. Dobbiamo fare in modo che le disposizioni in ambito sanitario vengano mantenute».

COMMENTI
 

seo56 3 anni fa su tio
Pensieri grassi! Bertini e con l’ex macello come la mettiamo... é arrivato un camion di sabbia??

Mag 3 anni fa su tio
La maleducazione e la mancanza di rispetto dilagano. Se ci si pensa bene è solo questo il problema: l'"umanoide moderno"!

Equalizer 3 anni fa su tio
Il consumo eccessivo è una piaga di questa gioventù, che frase infelice, ho 58 anni ed è sempre stato un problema con chi esagerava, non è cosa di oggi, purtroppo oggi c'è più gente che esagera.

MrBlack 3 anni fa su tio
Solo posti seduti e molti di più dell’estate scorsa. Spazio ce n’è. Panchine da feste campestri e servizio al tavolo per evitare iterazioni tra le persone ed ammassarsi per prendere da bere al bar. Quindi niente gente seduta sui gradoni. Qualcosa del genere potrebbe funzionare. Altrimenti rischiamo che si chiude tutto dopo due serate.

sheva 3 anni fa su tio
E certo invece dove nonostante le varie segnalazioni vige il degrado più assoluto e gli assembramenti con consumo di alcool anche tra minorenni ve ne lavate le mani ! tipo Villa Heleneum o Ponte del Diavolo ....fenomeni siete voi del Municipio !

MrBlack 3 anni fa su tio
Risposta a sheva
Ma cosa c’entra con questo post?

sheva 3 anni fa su tio
Risposta a sheva
C’entra che se ne fregano bellamente delle segnalazioni dei cittadini nonché contribuenti : nei due luoghi citati succede di tutto e di più a tutti gli orari , nonostante un chiaro cartello con divieto di circolazione moto , motorini ed auto entrano nel parco che dovrebbe essere una zona esclusivamente pedonale ....poi sul consumo di alcool basta recarsi in luogo al mattino per vedere i resti sparsi ovunque dei vari festini ....
NOTIZIE PIÙ LETTE