Immobili
Veicoli

LUGANOCon la pandemia, prostitute a rischio maggiore di sfruttamento

23.04.20 - 09:43
L'allarme lanciato da SOS Ticino, Antenna MayDay, attiva contro la tratta di esseri umani
TiPress
Con la pandemia, prostitute a rischio maggiore di sfruttamento
L'allarme lanciato da SOS Ticino, Antenna MayDay, attiva contro la tratta di esseri umani

LUGANO - Il divieto temporaneo di prostituzione espone le prostitute a un maggiore controllo, rendendole particolarmente vulnerabili allo sfruttamento. È l'allarme lanciato da SOS Ticino, Antenna MayDay, che insieme alle consorelle romande e svizzero tedesche - attive contro la tratta di esseri umani - si sono rivolti ai politici invitandoli a non dimenticare in questo periodo di crisi  tutte le donne e gli uomini vittime della tratta  e ad adottare misure di tutela  per queste fasce fragili della popolazione. 
In particolare chiedono alle autorità di intensificare - nonostante le circostanze attuali - i loro sforzi in favore delle persone vittime di tratta, interagire con loro prestando "particolare attenzione alle condizioni di vita e di lavoro delle persone vulnerabili" al fine di identificare  gli sfruttatori anziché "sanzionare penalmente le vittime per lavoro o soggiorno illegale". 

Le attenzioni delle associazioni sono rivolte anche al fatto che gli aiuti economici messi in campo dalla Confederazione sono  inaccessibili alle persone in situazione di soggiorno illegale. "Queste persone - nella nota stampa diramata in mattinata -  lavorano spesso in condizioni molto precarie e, in caso di perdita di reddito, si ritrovano senza risorse ciò che le rende ancora più vulnerabili e soggette a divenire vittime di sfruttamento". Da qui la richiesta di aiutare economicamente queste persone, anziché farle rientrare  nel loro paese d’origine.

Infine la richiesta di sospendere immediatamente le procedure d’asilo. Spiega SOS Ticino, Antenna MayDay: "Nelle attuali circostanze è quasi impossibile identificare delle vittime di tratta di esseri umani nell’ambito della procedura d’asilo. I rappresentanti legali sono spesso impossibilitati a sostenere i richiedenti asilo per le audizioni e i centri di consulenza specializzata non hanno la possibilità di attuare dei colloqui individuali in condizioni adeguate. Pertanto l’assistenza giuridica non è più garantita. A tutt’oggi vengono ancora notificate delle decisioni di espulsione dalla Svizzera, quando invece le altre procedure sono sospese. Le procedure d’asilo devono essere immediatamente sospese".

COMMENTI
 
Heinz 2 anni fa su tio
Ma come ti permetti?? A me del puttaniere non lo dai, pretendo scuse per questo!!!
F/A-18 2 anni fa su tio
Leggi bene, il mio è un discorso generale e poi sto parlando di un comportamento abbastanza diffuso anche se piuttosto inconfessabile. Tante prostitute comunque sono libere professioniste, nessuna costrizione, hanno solo una gran voglia di farlo e si fanno anche pagare, non proprio sprovvedute.
Heinz 2 anni fa su tio
Diciamo che non ci siamo capiti in itagliano.. si puo leggere in tutti e due i modi ma ti sei chiarito. Non la penso come te ma meglio cosi se no non è neanche interessante discutere !
F/A-18 2 anni fa su tio
Potrebbero impacchettarla, spedirla ed affittarla un tot al giorno, che so io...., 99 franchi al giorno con chilometri illimitati, come i furgoncini.
Heinz 2 anni fa su tio
Mhh.... occhio con il cinismo, qui stiamo parlando di rgazzine messe li con la violenza, una delle cose piu schifose del mondo.
F/A-18 2 anni fa su tio
Certo certo, visto che tu sembra che ci tieni la parte dovresti ammettere che per rispettarle non dovresti pagarle anche in considerazione che questo non è un lavoro ma un’umiliazione infinita e non solo per loro ma per tutto il mondo femminile.
Nilo221 2 anni fa su tio
In questo momento le prostitute e i loro "clienti" sono l'ultimo dei problemi direi
vedeggio 2 anni fa su tio
"gli aiuti economici messi in campo dalla Confederazione sono inaccessibili alle persone in situazione di soggiorno illegale" Visto che quasi tutto è più o meno fermo forse sarebbe finalmente il caso di eseguire un controllo abitanti per tutti, prostitute comprese.
seo56 2 anni fa su tio
No comment!!
Maxy70 2 anni fa su tio
Anche le prostitute devono adeguarsi alla situazione COVID come tutti gli altri. C’è un proliferare di annunci di chat erotiche e le prostitute / trans per la maggioranza rifiutano gli incontri e propongono la chat, come da articolo già apparso. Direi che sono messe meglio di molti altri, un parrucchiere non può tagliare i capelli a distanza...
NOTIZIE PIÙ LETTE