Keystone
SVIZZERA
03.06.2019 - 10:430
Aggiornamento : 11:37

Riviste verso l'alto le stime di crescita del PIL svizzero

Lo conferma l'istituto BAK Economics che cita come elementi rafforzanti un positivo primo trimestre e la votazione sul finanziamento dell'Avs

BASILEA - BAK Economics rivede leggermente verso l'alto le previsioni di crescita dell'economia svizzera per il 2019: l'istituto calcola ora un tasso di espansione dell'1,2%, rispetto all'1,1% della precedente stima.

L'aggiustamento è dovuto al sensibile rafforzamento del PIL nel primo trimestre dell'anno, rispetto al trimestre precedente, e alla recente approvazione in votazione popolare della riforma sulla tassazione delle imprese e sul finanziamento dell'AVS, che dovrebbe rafforzare l'attrattiva economica della Svizzera, osserva BAK Economics in un comunicato. Allo stesso tempo l'istituto osserva che la situazione internazionale è peggiorata e che la disputa commerciale sino-americana costituisce un freno allo sviluppo.

BAK Economics riduce invece di un decimo di punto le previsioni per il 2020, dall'1,8% all'1,7%. Anche in questo caso è in gioco la controversia tra Cina e Stati Uniti. Il forte calo dell'indice dei responsabili degli acquisti nel settore industriale negli ultimi mesi dimostra inoltre che la Svizzera sta già risentendo del rallentamento del commercio mondiale.

Gli esperti dell'istituto hanno rivisto anche le loro previsioni sui tassi d'interesse. Non si prevedono aumenti prima del 2021, né da parte della Banca centrale europea, né da parte della Banca nazionale svizzera.

Migliori prospettive anche per le PMI - Le prospettive di crescita per le piccole e medie imprese industriali svizzere sono migliorate nel mese di maggio. Rispondendo a un sondaggio di Raiffeisen, le PMI hanno segnalato un aumento dei volumi di produzione e del portafoglio ordini.

L'indice dei responsabili degli acquisti per le PMI (KMU PMI), compilato da Raiffeisen e pubblicato oggi, è salito di 1,6 punti a 54,2 punti a maggio, dopo un calo ad aprile. L'indice è rimasto per dieci mesi consecutivi al di sopra dei 50 punti e si trova quindi nella zona di crescita.

Le PMI intervistate non crescono così fortemente come nel 2018, quando l'economia svizzera girava a pieno ritmo, ma il loro ritmo di espansione è ancora rispettabile, osserva Raiffeisen.
 
 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-25 02:18:11 | 91.208.130.87