SVIZZERA
04.04.2017 - 12:370
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Vendite di prodotti petroliferi in calo del 5%

ZURIGO - In Svizzera, le vendite di prodotti petroliferi sono scese 5% nel 2016 a 10,06 milioni di tonnellate, a causa del calo della nafta. I soli carburanti sono invece aumentati dello 0,9%, per effetto della progressione delle vendite di cherosene e diesel.

Quest'ultimo ha segnato un aumento del 2,3% su un anno a 2,75 milioni di tonnellate, precisa oggi l'Unione petrolifera (UP) in una nota. Per quanto riguarda il cherosene, utilizzato per gli aerei, sono salite del 4,7% a 1,71 milioni di tonnellate.

Le vendite di benzina hanno invece registrato una contrazione del 3% a 2,44 milioni di tonnellate, rileva UP in una nota.

Lo scandalo internazionale dei motori diesel truccati dal costruttore tedesco Volkswagen non ha avuto per il momento effetti, costata l'organizzazione che rappresenta un settore con 15'000 dipendenti in Svizzera.

Nel campo del riscaldamento, le vendite di nafta sono calate del 18,6% nel 2016 a 2,58 milioni di tonnellate. La riduzione si spiega con il nuovo aumento della tassa CO2 sui carburanti avvenuta nel gennaio 2016. I consumatori hanno quindi fatto molti acquisti alla fine del 2015. L'anno scorso è aumenta la quota di nafta Eco povera di zolfo salita dal 5 al 40% dell'insieme delle vendite.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 15:18:24 | 91.208.130.89