Immobili
Veicoli
Imago
SVIZZERA
24.12.2021 - 06:070
Aggiornamento : 08:06

Nelle località sciistiche i prezzi degli appartamenti sono esplosi

Dal 2019 in media si rileva un aumento del 13,8% per metro quadro. Le più care restano Verbier, St.Moritz e Zermatt

BERNA - Con la pandemia, c'è molta più voglia di possedere una casa di vacanza in montagna. E i prezzi sono letteralmente esplosi. Ora per un metro quadrato si paga, in media, il 13,8% in più rispetto al 2019. Lo rileva un'analisi della piattaforma immobiliare Realadvisor.

La causa è da ricercare - si legge in una nota - nelle restrizioni dovute alla pandemia. Essendo più difficili gli spostamenti internazionali, è aumentato l'interesse per una seconda casa dove trascorrere le vacanze.

Gli aumenti più importanti si registrano nei Grigioni, a Samnaun, Scuol, Motta Nalus e Parsenn. In queste località, il prezzo per un metro quadrato è cresciuto del 25% rispetto al periodo prepandemico. A Obersaxen si parla di un +24%.

Le destinazioni più costose restano invece Verbier (17'658 franchi al metro quadrato), St.Moritz (16'483 franchi) e Zermatt (15'259 franchi). Tuttavia non c'è stato un aumento sensibile. Verosimilmente per il fatto che si tratta di località in cui molte persone acquistano residenze primarie. E quindi la domanda è più bassa.

Ma quali sono invece le aree sciistiche in cui i prezzi sono più bassi? In fondo alla classifica troviamo Bettmeralp (4'129 franchi al metro quadrato), Fiesch (4'363 franchi), Alt St. Johann (4'522 franchi), Lauchernalp (4'936 franchi) e Disentis (4'993 franchi).

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-18 11:13:10 | 91.208.130.86