keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVITTO
6 min
Si schianta con 13 persone a bordo, due feriti
All'automobilista, in stato alterato dovuto al probabile uso di alcol o droghe, è stata tolta la patente.
SVIZZERA
2 ore
Oltre la metà dei parlamentari ha subito minacce
Il sondaggio del "SonntagsBlick" mostra che il fenomeno riguarda più le donne che gli uomini
FOTO
APPENZELLO ESTERNO
2 ore
L'auto finisce nel bosco e si ribalta più volte
Incidente ieri a Schwellbrunn, i due occupanti sono miracolosamente illesi
SVIZZERA
3 ore
Coronavirus, Sommaruga preoccupata per l'elevato numero dei morti
Il Consiglio federale ha reagito tardivamente? Confederazione e Cantoni hanno sempre agito in coordinazione, ha spiegato
SVIZZERA
3 ore
Oggi si vota su due temi federali
Il risultato di almeno una delle due iniziative è tutt'altro che scontato
GINEVRA
14 ore
Scooter contro furgone, morto un 51enne
Si tratta della decima vittima sulle strade ginevrine nel 2020
FOTO
BASILEA CITTÀ
15 ore
"Basilea senza nazisti", oltre 3'000 persone hanno sfilato per la città
Autorizzata delle autorità nonostante le norme anti-Covid, il corteo ha attirato parecchi manifestanti.
VAUD
18 ore
Sfilata di ciclisti in barba alle norme anti-Covid
Il corteo organizzato per denunciare il troppo traffico motorizzato si è svolto ieri sera a Losanna.
SVIZZERA
19 ore
Con l'inverno meteorologico arrivano anche i primi fiocchi
Martedì è attesa una prima spolverata di neve, in alcune zone anche a basse quote.
FOTO
BASILEA CAMPAGNA
20 ore
Rapina in un ufficio postale, si cerca una coppia di rapinatori
L'auto usata per la fuga, rubata poco prima, è stata data alle fiamme
SVIZZERA
21 ore
Addio PPD, benvenuta Alleanza del Centro
Il partito punta a conquistare elettori, uscendo da una connotazione troppo cattolica. Sì anche alla fusione con il PBD
SVIZZERA
22 ore
«Impedire lo sci? Una frenesia dettata dall'estero»
Alcune stazioni in Svizzera sono aperte da due mesi e nessuna di esse è diventata un focolaio d'infezione
SVIZZERA
23 ore
Cassis visita il Medio Oriente
Domani incontrerà il ministro degli Esteri israeliano, poi andrà a Ramallah
BERNA
28.10.2020 - 16:270

5 anni di vitalizio per Blocher, ma poi basta (per tutti)

In futuro il governo intende escludere il pagamento retroattivo di vitalizi.

La legge e l'ordinanza non contengono alcuna disposizione per il caso in cui un ex magistrato non faccia valere il suo diritto al pagamento di una rendita subito dopo aver lasciato l'incarico.

BERNA - L'ex consigliere federale Christoph Blocher riceverà la rendita richiesta con effetto retroattivo per un periodo di cinque anni. Lo ha stabilito oggi il Consiglio federale.

In futuro, però, il governo intende escludere il pagamento retroattivo di vitalizi, si legge in una nota odierna. Tuttavia, fino a quando non sarà in vigore il relativo regolamento, l'esecutivo intende versare gli arretrati per un massimo di cinque anni, come prevede una mozione. L'ex ministro di giustizia e polizia UDC, il miliardario Christoph Blocher, potrà quindi ottenere parte del suo vitalizio, di cui aveva fatto richiesta.

La legge e l'ordinanza non contengono alcuna disposizione per il caso in cui un ex magistrato non faccia valere il suo diritto al pagamento di una rendita subito dopo aver lasciato l'incarico, precisa la nota. Poiché la legge applicabile tace su questo punto, la situazione giuridica è soggetta a interpretazione. Il Consiglio federale ha quindi basato la sua decisione su due pareri giuridici esterni e su uno dell'Ufficio federale di giustizia.

Dalla sua mancata rielezione nel 2007, l'ex consigliere federale ha rinunciato alla sua rendita. Tuttavia, nel luglio scorso ha presentato una richiesta di arretrati per 2,7 milioni di franchi, dicendone di averne diritto e di non volerla lasciare allo Stato. Blocher ha però anche dichiarato di voler donare questa somma, senza specificare a chi e quando.

All'inizio, il Consiglio federale era perlopiù favorevole alla richiesta, ma la Delegazione delle finanze dell'Assemblea federale (DelFin) gli aveva in seguito raccomandato di rinunciare al versamento retroattivo.

Secondo la DelFin, i magistrati hanno diritto a una pensione vitalizia subito dopo aver lasciato l'incarico. A differenza della rendita di una cassa pensioni, però, la pensione è un'indennità che viene corrisposta all'ex magistrato per i servizi resi. È destinata a consentire una vita conforme alla sua posizione dopo la cessazione del mandato. Si tratta insomma di un istituto particolare - "sui generis" - e non di una previdenza professionale sotto forma di assicurazione.

La DelFin ha spiegato che la legge e l'ordinanza non prevede alcuna disposizione per il caso in cui un magistrato in pensione non faccia valere il suo diritto immediatamente dopo la partenza, ma richieda successivamente un pagamento retroattivo. La Delegazione delle finanze ha inoltre ricordato che il Consiglio federale e l'amministrazione si impegnano a rispettare il principio di parsimonia.

Circa il futuro, per evitare situazioni simili, la DelFin si dice d'accordo col Consiglio federale che vuole escludere le richieste di versamento di pensioni non percepite da parte dei membri dell'esecutivo e del cancelliere della Confederazione entrati in carica dopo il primo luglio 2020, sottoponendo eventualmente al Parlamento una precisazione delle disposizioni legislative.

Soldi in beneficenza

La richiesta di Blocher non è passata inosservata, con molti politici e commentatori politici che non l'hanno presa bene, anche perché lo zurighese dispone di mezzi liquidi praticamente illimitati.

Il 10 luglio scorso, nel pieno della bufera, Blocher aveva dichiarato sul suo canale online teleblocher.ch di voler dare in beneficenza il vitalizio arretrato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
don lurio 1 mese fa su tio
Blocher ha ragione di chiedere il vitalizio. Domandiamoci se nel nostro Paese cambiano l'ordinaza quando uno come Blocher ricco domanda il vitalizio. Cosa stanno a fare i nostri deputati a Berna , e seguiti da tutti gli impiegati avvocati ecc.. ecc.. Togliamoci il cappello davantni a Blocher che ha deciso di versare i soldi in beneficenza . Vergogna ai nostri deputati che si dimettono.
Tato50 1 mese fa su tio
È un suo diritto e adesso cambieranno le regole. Mi fanno più pena certi ex che sono nei Consigli di Amministrazione che quando erano in carica ne contestavano l'operato.
Maria Bruno 1 mese fa su fb
Povera Italia
Arminda Armi 1 mese fa su fb
Susy Fio 1 mese fa su fb
E si.... e il popolo ????
Libero pensatore 1 mese fa su tio
Una cosa schifosa... da vergognarsi a vita.
Alessandro Ferrari 1 mese fa su fb
Che schifo...🙈🙈🙈🙈🙈🙈🙈🙈🙈
Ste Aricci 1 mese fa su fb
Lozzone spero che li prendi e il giorno dopo schiatti
Paola Cere 1 mese fa su fb
Ma non si vergogna? Di questi tempi.... 🤮🤬
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 11:47:21 | 91.208.130.85