TiPress (foto d'archivio)
MENDRISIO
15.12.2020 - 12:300
Aggiornamento : 19:27

Sotto la lente i conti societari

I problemi con Bentancur sono cominciati quando Bignotti era amministratore unico.

Il giudice deciderà anche valutando l'estratto delle esecuzioni.

MENDRISIO - Si è partiti da un precetto esecutivo, si è arrivati all’udienza fallimentare. Cosa ci si deve attendere ora?

Tra la Goal Services Consulting SA e il Chiasso si è ormai arrivati allo scontro, una guerra che vedrà la prossima battaglia consumarsi nella Pretura di Mendrisio-Sud. Da una parte c’è la società di Pablo Bentancur, che si occupa dell’intermediazione e della rivendita di diritti sportivi, dall’altra il club momò. L’oggetto del contendere? Quattrini, ovviamente, quelli che l’agente uruguaiano dice di non aver ricevuto dai rossoblù in una contesa cominciata quando l'amministratore unico era Nicola Bignotti. E la cifra, ingrassata dalla penale, è arrivata fino a 1,3 milioni di franchi. Un’enormità. Come sempre in questi casi, le parti sembrano convinte di essere nel giusto. Davanti alla giustizia il grigio però non esiste, è (o dovrebbe essere) bianco o nero. Chi dunque ha ragione? Cosa deciderà il Pretore in merito a un fallimento - e questo è importante - senza preventiva esecuzione?  

Il giudice ha un ampio potere di apprezzamento e si pronuncerà in base alla reale situazione tra le due parti, come anche tenendo conto di eventuali altri guai del Chiasso. La promozione di un’azione di merito (con istanza di conciliazione) con la richiesta del rigetto dell’opposizione, spinge a pensare che - verosimilmente - la Goal Services Consulting SA non abbia in mano nessun contratto controfirmato dai rossoblù a fondamento del proprio credito. Portare la disputa a questo punto potrebbe dunque essere semplicemente stato un tentativo per forzare la mano. Un azzardo, insomma. Questo a meno che il club pallonaro non abbia davvero smesso di pagare debiti incontestati ed esigibili o abbia “Lasciato moltiplicare le esecuzioni promosse nei suoi confronti interponendo sistematicamente opposizione. Oppure abbia omesso di pagare anche debiti di minima importanza, dimostrando così di non disporre di sufficienti mezzi liquidi per far fronte ai propri impegni”.

La soluzione, temporanea o definitiva, dell’enigma sta dunque tutta nell’estratto delle esecuzioni. Se virtuoso, il Chiasso non dovrebbe avere problemi. Altrimenti potrebbe essere immediatamente chiamato a rispondere delle proprie colpe.

CALCIO: Risultati e classifiche

TiPress (foto d'archivio)
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Meiroslnaschebiancarlengua 10 mesi fa su tio
In serie B è da 10 anni che non c'è più una vera relagazione (a parte quella del rapperwill due anni fà). Ogni anno una squadra si sacrifica e fallisce: Bellinzona, Servette, Wil e così via. Quest'anno sarà forse la volta del Chiasso con lo Xamax a sorridere. Poi toccherà forse a loro o a un altra squadra. Vedremo.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 10:49:07 | 91.208.130.89