Viaggi & TurismoL’Alsazia, non solo a Natale!

11.01.23 - 15:38
Reportage alla scoperta di questa terra di confine con splendidi paesaggi, buon vino e cultura (prima parte)
Foto CR
L’Alsazia, non solo a Natale!
Reportage alla scoperta di questa terra di confine con splendidi paesaggi, buon vino e cultura (prima parte)

Appena oltre il confine francese, nelle immediate vicinanze del Baden- Württemberg, si trova una delle regioni più belle della Francia. L'Alsazia attira i visitatori con le sue case a graticcio splendidamente conservate, i buoni vini e una delle migliori cucine francesi.

Qui si coltivano tradizioni orgogliose e si conserva la storia. Il vino e la tarte flambée fanno parte della cucina alsaziana tanto quanto gli spaetzle, i baeckeoffe e i crauti (la famosa choucroute). Che si tratti di un ristorante stellato, di un'accogliente taverna o di una rustica locanda di montagna, in Alsazia ogni palato trova il posto giusto.

La regione dei vigneti, delle foreste e dei Vosgi è ricca di diversità paesaggistica. In alcune zone, il nord-est della Francia emana ancora un fascino rurale. I villaggi alsaziani sono più rustici. Città come Colmar incantano i visitatori con le loro case tipiche, a graticcio, abbellite e la loro atmosfera accogliente. Pittoreschi villaggi vinicoli come Kaysersberg, Turckheim ed Eguisheim attirano i visitatori con vini eccellenti e l'atmosfera alsaziana delle tradizionali taverne e locande.

Ma anche lontano dalle città, roccaforti culturali dell'Alsazia, c'è molto da scoprire. Qui si trovano più di 40 castelli e rovine di castelli, chiese imponenti e musei di prima classe, oltre a numerosi sentieri escursionistici e ciclabili che conducono agli angoli più belli dell'Alsazia.

Dal punto di vista della promozione turistica, questa regione non vive quindi solamente del forte impatto dei mercatini di Natale. Ho rivolto questa domanda direttamente a Johny Royer, responsabile della comunicazione dell’ufficio turistico di Colmar e regione: «L'attività turistica di Colmar e del suo agglomerato deve essere guidata verso un approccio più qualitativo che vada oltre il tradizionale aumento del numero di turisti che visitano le destinazioni. Alcuni valori stanno assumendo una dimensione particolare e innegabile. La sostenibilità si sta radicando nei nostri consumi: tradizioni e prodotti locali, circuiti brevi, meno viaggi e uso della mobilità dolce». Quale impatto ha avuto la recente pandemia? Se la crisi del Covid rappresenta una vera e propria minaccia per l'economia turistica, si presenta anche come una vera e propria opportunità per implementare un turismo che si adatti al territorio ospitante e alle nuove tendenze, conclude il mio interlocutore.

Il mio percorso in Alsazia, alla ricerca delle varie attrazioni culturali e turistiche, non termina qui. La prossima volta vi parlerò della città di Colmar e del suo importante museo. Seguitemi!

Testo a cura di Claudio Rossetti

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE