Segnala alla redazione
EA/BioWare
+ 11
GAMES
27.02.2019 - 10:000

Sì, alla fine "Anthem" è uno dei più grandi pasticci della storia dei videogiochi

Non bastano il grande nome di BioWare, i 7 anni di sviluppo il budget colossale per salvare quello che, a tutti gli effetti, è un titolo acerbo e mal ideato

 

EDMONTON - Anche se sei un grande nome, un fuoriclasse, se sbagli due volte di fila rischi davvero di finire con le gambe all'aria. Non può proprio stare tranquillissima quindi nemmeno la canadese BioWare - un tempo asso (quasi) senza rivali del videogioco occidentale - e oggi un po' in crisi dopo la pubblicazione di questo "Anthem" che di problemi ne ha più di uno.


EA/BioWare
L'umanità in lotta su di un pianeta ostile.

Indecisione cronica - In sviluppo da 7 anni (sì, avete letto bene) e buttato fuori palesemente ancora immaturo è un guazzabuglio un po' indeciso fra due cose completamente diverse: un gioco di ruolo narrativo in prima persona e un action cooperativo in un mondo online persistente. E, alla fine, non riesce a fare davvero bene nessuna delle due cose. Ed è un peccato. Ma andiamo con ordine.

Tanto tempo fa in una galassia lontana lontana... - In un anonimo pianeta distante da noi nel tempo e nello spazio, l'umanità vive barricata in cittadelle. Fuori dalle mura gli Anatemi, dei colossali marchingegni lasciati da delle antiche divinità creatrici, continuano costantemente a ritrasformare il pianeta la fauna e la flora. Per poter sopravvivere gli uomini hanno inventato gli Strali: delle tute robot (un po' in stile Iron Man) che ne potenziano le capacità. 


EA/BioWare
Quattro Strali per quattro diversi stili di gioco.

Nei panni di un/a pilota indipendente e decaduto, chiamato semplicemente Freelancer, avremo il compito di sventare un malvagio piano orchestrato da un malvagio gruppo conosciuto con il nome di Dominio. Insomma, la trama fantascientifica abbastanza fascinosa ce l'abbiamo.

Da giocare non è affatto male... E ci sono pure pure le meccaniche di gioco divertenti: pilotare i quattro modelli di Strale è uno spasso e ci si sente davvero all'interno di un film di supereroi. Azzeccate anche le armi e il sistema di combattimento che - volo a parte - ricorda molto gli ultimi episodi dellla saga sci-fi “Mass Effect“.


EA/BioWare

... è pure carino e suona benissimo... - Buono, infine, pure il design e il lavoro sul lato estetico del gioco, anche se su console di muscoletti se ne vedono davvero pochi (insomma, si sta nella norma, senza infamia e senza lode). Tutto un altro discorso è la versione per Pc assai più performante e sfavillante. Fenomenale, infine, il sound design (fra musiche ed effetti) e il doppiaggio di primo livello, in puro stile BioWare.

... ma si capisce che non sa che pesci pigliare - Ok, vi direte, ma allora cos'è che non funziona? In realtà, praticamente tutto il resto. "Anthem" è un di quei giochi che basta guardarlo per capire che ha avuto uno sviluppo tribolato con innumerevoli cambi di direzione anche radicali. L'idea di introdurre, a lavori già iniziati, la componente multiplayer (più per trend che per convinzione) è stata un vero e proprio terremoto.


EA/BioWare

La proverbiale zappa sui piedi -  Il risultato è un prodotto diseguale, che non riesce a fare davvero bene niente e si mette i bastoni fra le ruote da solo. La parte più ruolistica e interazione con i personaggi digitali stona, per quanto ben fatta, e azzoppa quella di pura azione che pure fatica ad esibire tutto il suo potenziale. "Anthem" semplicemente non ha la costituzione e l'ossatura di un "Destiny", e si vede.

Una foresta di caricamenti e bug - Questo si traduce in scelte che non sembrano avere senso - il dover uscire dalla missione per equipaggiare un'arma appena trovata - e soprattutto nei mostruosi, onnipresenti caricamenti che azzerano il divertimento e il ritmo di un gioco che già fa fatica a prendere la rincorsa. Ci mette del suo pure il comparto tecnico, facile al bug più variegato: da scritte che appaiono senza motivo e restano lì, al sonoro che se ne va di punto in bianco (e non torna più).


EA/BioWare

Un relitto che si potrà salvare? - Insomma, decisamente una delusione: considerando che gli ingredienti buoni ci sono e che ad essere sbagliata è praticamente "solo" (?) la ricetta. Possibile che il futuro possa portare buone novelle per "Anthem"? Forse, BioWare ha dichiarato che continuerà a sostenerlo e ha piani sulla lunghissima distanza. 

Bisognerà poi vedere se alle parole seguiranno i fatti (e i giocatori) o se, ormai, è troppo tardi per salvare quello che è già un relitto.

VOTO: 6,5

"Anthem" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Pc Windows. Lo abbiamo recensito utilizzando una copia gentilmente messa a disposizione da Electronic Arts.

ZAF

EA/BioWare
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
KilBill65 4 mesi fa su tio
Ma....Avevo provato la beta ma mi sono accorto che c'e' e non c'e il gioco….Tra bug trama di gioco ecc. Personalmente non mi convince piu' di tanto e non credo che lo acquistero'......Manca anche di spessore sul suo genere di storia…..
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-15 22:47:36 | 91.208.130.86