Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MONDO
1 ora
Sì al turismo del vaccino, ma solo se sei (molto) ricco
Alcune agenzie propongono viaggi all inclusive, con tanto di doppia dose e un soggiorno da favola.
MONDO
2 ore
Vaccino, Bill Gates: nazioni povere in ritardo di 6-8 mesi
Il programma Covax consegnerà le prime dosi il mese prossimo, ma i quantitativi iniziali saranno «molto modesti»
STATI UNITI
3 ore
20mila dollari per il bambolotto di Bernie Sanders
L'ingente somma sarà versata in beneficenza all'associazione Meals on Wheels
COREA DEL SUD
4 ore
Molestie, un'ombra più concreta attorno alla morte del sindaco di Seul
Il rapporto di una Commissione indipendente ritiene credibili le accuse contro Park Won-soon
NORVEGIA
5 ore
La Norvegia ha chiuso le frontiere a causa delle varianti del Covid
La decisione arrivata in giornata entrerà in vigore a partire dalla mezzanotte
POLONIA
6 ore
La severissima legge anti-aborto può entrare in vigore da oggi
Lo ha confermato il Governo, l'interruzione di gravidanza non sarà consentita nemmeno in caso di anomalie nel feto
STATI UNITI
7 ore
New York verso un'invasione di cicale
La scena - quasi biblica - è attesa intorno a maggio
STATI UNITI
8 ore
Le azioni di Gamestop volano. Cosa sta accadendo?
Il valore del titolo ha fatto un balzo del 700% nel giro di due settimane
REGNO UNITO
8 ore
Pacco sospetto in un impianto di AstraZeneca
Lo stabilimento, impegnato nella produzione del vaccino, è stato evacuato in via precauzionale.
STATI UNITI
9 ore
Boeing in profondo rosso: chiude il 2020 a -12 miliardi di dollari
La compagnia incassa però una buona notizia: il 737 MAX tornerà a volare sui cieli europei e britannici
ISRAELE
02.03.2020 - 21:220
Aggiornamento : 21:55

Netanyahu avanti nelle elezioni

Quelle di oggi sono le terze elezioni parlamentari in Israele in meno di un anno

TEL AVIV - Alle 21 si sono chiusi i seggi delle elezioni politiche in Israele, le terze in un anno. I primi exit poll diffusi dalla tv Canale 13 vedono Benjamin Netanyahu avanti su Gantz. Il Likud del premier sarebbe il primo partito di Israele con 37 seggi. Il partito Blu-Bianco di Benny Gantz sarebbe fermo a 32 seggi.

Il Likud è indicato come il primo partito di Israele anche negli exit-poll delle reti televisive Canale 12 (37 seggi) e Kan (36). I centristi di Blu Bianco ricevono in questi exit-poll 33 seggi.

Nei tre exit-poll il blocco dei partiti di destra riceve 60 seggi, la metà dei seggi disponibili alla Knesset. Il blocco dei partiti di centro sinistra riceve 52-54 seggi. I seggi rimanenti sono quelli del partito Israel Beitenu di Avigdor Lieberman, che ha assunto una linea di condotta indipendente.

Affluenza superiore al previsto - Gli analisti si aspettavano da subito dati interessanti dagli exit poll. Camil Fuchs, uno dei maggiori sondaggisti israeliani, aveva dichiarato che sarebbero stati «molto interessanti. Stiamo vedendo cose che non avevamo previsto». Si riteneva che la gente «fosse apatica, non sarebbe andata a votare».

Nonostante i timori legati al coronavirus e nonostante si tratti del terzo voto in poco tempo, si registra però un'affluenza record alle urne. Alle 16 aveva votato il 47% degli aventi diritto, quasi tre punti più di settembre, ha reso noto il Comitato Elettorale centrale. Alle elezioni di aprile alla stessa ora aveva votato il 42,8%, mentre a quelle di settembre l'affluenza era stata del 44,3%. In totale alle elezioni di aprile ha votato il 67,9 % e a settembre il 69,4%.

Polemiche - Non mancano comunque le polemiche. In un messaggio diffuso su twitter con l'inizio del voto, il capo dello Stato israeliano Reuven Rivlin ha espresso «vergogna» per il livello toccato dalla campagna elettorale appena conclusasi. «Di norma questo dovrebbe essere un giorno lieto - ha scritto - ma io non provo alcun senso di festa. Provo solo forte vergogna nei vostri confronti, cittadini di Israele». «Non ci meritiamo - ha aggiunto - un'altra campagna elettorale altrettanto terribile e sporca come quella conclusasi oggi. Non ci meritiamo un altro periodo di instabilità senza fine. Ci meritiamo un governo che lavori per noi. Per cui faccio appello affinché andiate a votare».

Gli appelli - A inizio giornata il premier Benjamin Netanyahu aveve fatto appello agli israeliani ad andare a votare e a non avere paura del coronavirus. «Faccio appello a tutti di recarsi a votare. È un grande diritto democratico e dobbiamo esserne fieri. Andate con orgoglio e nella sicurezza. Dico questo - aveva affermato dopo aver votato nel seggio a Gerusalemme - perché facciamo tutto il dovuto per avere cura della questione della salute e del coronavirus. Non avete nulla da temere. Solo una cosa, non prestate ascolto alle fake news e ai tentativi di impedirvi di votare».

Da parte sua, Benny Gantz aveva dichiarato: «Spero che da oggi cominci un processo di guarigione e che possiamo cominciare a vivere insieme uno accanto all'altro». «Negli ultimi giorni siamo stati sottoposti a bugie, registrazioni e a un sistema che ha cercato di metterci l'un contro l'altro», ha poi aggiunto augurandosi che il voto sconfigga Netanyahu e il Paese cambi «registro» dopo uno stallo politico prolungato.

Ringraziamenti su FB - Il premier ha ringraziato su Facebook gli elettori che hanno votato il suo partito. Poi ha telefonato agli altri leader della coalizione per incontrarsi immediatamente domani mattina per esaminare i prossimi passi. Hanno concordato - hanno fatto sapere dal Likud - nella formazione di «un forte governo nazionale» quanto più rapidamente possibile.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-28 00:58:59 | 91.208.130.85