STATI UNITI
28.12.2010 - 10:030
Aggiornamento : 14.11.2014 - 15:28

New York sepolta dalla neve, e un silenzio apocalittico

Un mezzo metro di neve ha paralizzato New York e l'ha calato una delle città più rumorose in un silenzio

NEW YORK - Due cose colpiscono in particolare quando Manhattan si risveglia imbiancata: il silenzio ovattato di una delle città più rumorose al mondo, la metropoli che non dorme mai; e la velocità con la quale operano gli spalatori - i portieri dei palazzi o l'esercito municipale del sindaco Michael Bloomberg - liberando i marciapiedi della città paradiso dei pedoni.

Una forte tempesta invernale, con circa 50 centimetri di neve caduti nelle notte tra domenica e lunedì, tuoni e venti fortissimi, ha investito semiparalizzandolo il Nord est degli Stati Uniti, colpendo in pieno New York e le circa 20 milioni di persone che ne compongono l'agglomerazione.

Bloomberg in testa, i servizi comunali si sono messi immediatamente in moto per limitare al massimo i disagi, ma prima di domani la situazione difficilmente sarà tornata normale, vista l'entità della nevicata, inconsueta a questi livelli all'inizio dell'inverno.

Circa 500 persone ieri hanno vissuto una brutta avventura: sono rimaste intrappolate nella metropolitana di New York per oltre sette ore al freddo, senza acqua né cibo e senza servizi, tra le fermate di Acqueduct e Rockaway Blvd nel Queens.

Vi proponiamo una galleria fotografica con le più belle immagini di una New York completamente inedita.


 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 00:48:46 | 91.208.130.85