Immobili
Veicoli
Brucia una discoteca in Thailandia, 14 morti e oltre 40 feriti

THAILANDIABrucia una discoteca in Thailandia, 14 morti e oltre 40 feriti

05.08.22 - 19:40
L’incendio è scoppiato la scorsa notte vicino alla città di Pattaya. La polizia sta indagando sulle cause del dramma.
AFP PHOTO / SAWANG ROJANATHAMMASATHAN RESCUE FOUNDATION "
Fonte 20Minutes
Brucia una discoteca in Thailandia, 14 morti e oltre 40 feriti
L’incendio è scoppiato la scorsa notte vicino alla città di Pattaya. La polizia sta indagando sulle cause del dramma.

PATTAYA - Sono almeno 14 le vittime, a cui si sommano oltre 40 feriti, dovute all’incendio scoppiato in una discoteca vicino alla città tailandese di Parraya, durante la notte tra giovedì e venerdì. Il bilancio è però destinato ad aggravarsi. Le vittime avevano un’età compresa tra i 17 e i 49 anni, tutti di nazionalità tailandese. Il fuoco è divampato intorno all'una di notte, i pompieri sono riusciti a domare le fiamme soltanto intorno alle quattro del mattino. 

L'intervento dei pompieri - La presenza sulle pareti del locale di un materiale altamente infiammabile dovuto all’isolamento acustico, ha alimentato il fuoco e complicato il compito dei pompieri. Un video registrato da un testimone mostra l’edificio completamente avvolto dalle fiamme in mezzo a un denso fumo nero. Solo dopo diverse ore dallo spegnimento dell'incendio, l'edificio è stato ispezionato dagli ingegneri. Il rischio che il tetto crollasse ha impedito che l'ispezione avvenisse prima.

Tra i deceduti si annovera anche il cantante del gruppo che si stava esibendo durante la serata. Un membro della band ha raccontato che «l’incendio è scoppiato vicino a dove cantavamo. Le fiamme erano fuori controllo a causa del materiale isolante alle pareti». Secondo quanto affermato da vice commissario della Royal Thai Police, Sompong Chingduang, il proprietario non aveva ricevuto l'autorizzazione a trasformare il locale da un ristorante a una discoteca.

I precedenti - Le regole di sicurezza vengono spesso ignorate in Thailandia. Le autorità, per favorire l'arrivo di turisti occidentali e asiatici, hanno recentemente allenato i controlli e le restrizioni. Il 1 gennaio 2009, un incendio in un nightclub di Bangkok aveva ucciso 67 persone, tra cui tre singaporiani, un giapponese e un birmano. Molti turisti occidentali erano rimasti feriti. Il proprietario dello stabilimento era stato condannato per negligenza a tre anni di reclusione, così come il capo dell'azienda che aveva installato le luci che avevano iniziato l'incendio. Nel 2012 invece quattro persone sono morte in un altro incendio in una discoteca nella località turistica di Phukhet, nel sud del paese. Il fuoco in quel caso era divampato a causa di un problema elettrico.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO