Depositphotos (MitaStockImages)
ITALIA
20.10.2021 - 14:540
Aggiornamento : 16:08

Siae hackerata, i dati degli artisti condivisi sul darkweb

È stato richiesto anche un riscatto ma l'ente conferma che non verrà pagato

MILANO - La Siae, l'ente italiano che si occupa della tutela del diritto d'autore, è hackerato è “congelato” da un ransomware da parte del collettivo di criminali informatici che risponde al nome di Everest. 

Ne danno notizia i media italiani, tra cui il Corriere della Sera, che confermano come gli hacker, che hanno colpito il 18 ottobre, si siano impossessati di tutto il database della Siae e abbiano già messo in vendita sul darkweb circa 60 gigabyte di informazioni sensibili di un numero ancora imprecisato di artisti.

È stato chiesto un riscatto in bitcoin, la cui entità non è nota, e che però non verrà pagato perché mancano le garanzie sul rispetto dell'accordo: «La Siae non darà seguito alla richiesta di riscatto», ha spiegato all'Ansa il direttore generale Gaetano Blandini, «abbiamo già provveduto a sporgere denuncia alla polizia postale e al garante della privacy e restiamo in attesa di ulteriori sviluppi».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 18:57:28 | 91.208.130.87