AFP
MONDO
10.07.2021 - 17:560
Aggiornamento : 20:07

È ufficiale: le multinazionali dovranno sborsare di più

L'hanno deciso 131 Paesi, rappresentanti di più del 90% dell'economia globale. Si pensa a una minimum tax del 15%.

«Abbiamo raggiunto un accordo storico per un sistema fiscale internazionale più stabile e giusto», si legge nel comunicato finale del G20.

VENEZIA - «Gli incontri del G20 sono stati una conferma: il mondo è pronto a far finire la corsa al ribasso della tassazione delle grandi imprese e c'è un grande consenso su come farlo, con una minimum tax globale almeno del 15%. Su questo, 131 nazioni, rappresentanti per più del 90% dell'economia globale, sono d'accordo. Il mondo ora deve muoversi velocemente per concludere l'accordo». Lo afferma la segretaria di Stato Usa al Tesoro, Janet Yellen, in una dichiarazione ufficiale diffusa al termine del G20 di Venezia. «Abbiamo raggiunto un accordo storico per un sistema fiscale internazionale più stabile e giusto», si legge nel comunicato finale del G20. Si è trovata un'intesa anche «sull'uso, se appropriato, di un meccanismo di fissazione del prezzo delle emissioni di CO2 e incentivi».

«Oltre alle tasse - prosegue Yellen - il G20 ha compiuto buoni progressi in una serie di questioni, tra cui il cambiamento climatico e lo sforzo nell'aiuto alle vaccinazioni dei Paesi poveri, così che il mondo possa finalmente neutralizzare la minaccia del Covid-19. Il presidente Biden ha detto di voler riportare l'America nel palcoscenico mondiale, e ora state vedendo perché. Ritornare fa l'America migliore. Possiamo cooperare in una maniera che ci rende più competitivi nell'economia globale. Possiamo risolvere assieme i problemi che da soli non possiamo risolvere», conclude la dichiarazione.

«Gli interessi dei paesi piccoli e innovativi siano tenuti in considerazione nella discussione sulla tassazione globale delle imprese» ha ribadito il consigliere federale Ueli Maurer all'incontro a Venezia, al quale ha partecipato assieme al presidente della Banca nazionale Thomas Jordan.

I parametri di riferimento sulla tassazione dell'economia digitale pubblicati dall'OCSE il primo luglio sono stati accolti con favore, precisa un comunicato del Dipartimento federale delle finanze (DFF). I ministri delle finanze del G20 si aspettano però un rapporto dettagliato sull'attuazione della tassazione internazionale delle imprese entro la riunione di ottobre.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 05:14:08 | 91.208.130.87