Immobili
Veicoli

MONDOL'obitorio è piccolo e i cadaveri troppi: l'ospedale affitta un container

17.04.20 - 14:39
Accade all'ospedale regionale Zilda Arns, a Volta Redonda. A Manaus corpi senza vita accanto ai pazienti
ARCHIVIO KEYSTONE
L'obitorio è piccolo e i cadaveri troppi: l'ospedale affitta un container
Accade all'ospedale regionale Zilda Arns, a Volta Redonda. A Manaus corpi senza vita accanto ai pazienti
A New York scatta l'obbligo di mascherina.

RIO DE JANEIRO - A causa dell'aumento del numero di vittime di Covid-19 in Brasile, un ospedale nello Stato di Rio de Janeiro ha affittato un container per depositare i corpi che non entravano più nell'obitorio.

Venti pazienti sono morti negli ultimi sette giorni nell'ospedale regionale Zilda Arns, a Volta Redonda, una città dell'entroterra di Rio, dove è stato installato il container. Il container è refrigerato e può ospitare 20 corpi, mentre l'obitorio dell'ospedale ha spazio solo per quattro cadaveri. Questa settimana, l'ospedale da 180 posti letto, che dipende dal governo statale di Rio, ha ricoverato 80 pazienti con coronavirus, 31 in più di quelli arrivati la settimana scorsa.

Essendo un centro medico di riferimento, lo Zilda Arns riceve pazienti sia dalla capitale, situata a 130 chilometri di distanza, sia da altre città del sud dello Stato, che è il secondo più colpito dai contagi nel Paese, dopo quello di San Paolo, con 276 morti e 3743 casi confermati, secondo i dati ufficiali pubblicati oggi.

Cadaveri accanto ai pazienti - Un video registrato all'ospedale statale Joao Lucio di Manaus mostra corridoi e stanze con corpi, in attesa di essere rimossi, collocati accanto a pazienti e barelle sul pavimento. Manaus è l'unica città con posti in terapia intensiva dello Stato brasiliano di Amazonas.

Nel filmato, di poco più di un minuto e apparentemente registrato da un dipendente, si vedono dieci corpi in sacche mortuarie o sotto coperte e undici pazienti. Alcuni pazienti si trovano nella stessa stanza dei cadaveri e due persone compaiono su barelle vicino al pavimento. Solo un letto risulta vuoto.

Secondo il sito del quotidiano Folha de S. Paulo, che ha divulgato le immagini, l'ospedale statale di riferimento, il Delphina Aziz, è già al completo, secondo un rapporto ottenuto dalla fonte giornalistica. Di conseguenza, altri ospedali statali hanno ricevuto pazienti con Covid-19, incluso l'ospedale Joao Lucio. Amazonas ha registrato altri 165 casi e 18 morti nelle ultime 24 ore. Con ciò, lo Stato ieri ha raggiunto quota 1.719 casi confermati del nuovo coronavirus, con 124 morti.

Secondo gli ultimi dati raccolti e pubblicati dalla Johns Hopkins University, il Brasile ha 30'891 positivi e 1952 deceduti.

Stati Uniti, oltre 33mila morti - I casi di coronavirus negli Stati Uniti sono oltre 670mila, per l'esattezza 671'425. I morti sono 33'286. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University.

Obbligo di mascherina a New York - Entra in vigore alle 20 locali, le due di notte in Svizzera, l'obbligo nello Stato di New York d'indossare una mascherina o una copertura della faccia in pubblico quando non si possono mantenere le distanze sociali previste per il coronavirus. Lo riportano i media Usa.

L'ordine del governatore Andrew Cuomo prevede che la mascherina sia indossata sempre nei mezzi pubblici di trasporto, compresi i taxi. Per i bimbi l'obbligo scatta dai due anni in su.

Oltre 800 nuovi decessi nel Regno Unito - Resta al livello di picchi record per l'Europa in questa fase il numero di morti da coronavirus registrati nel Regno Unito, nei soli ospedali, con 847 decessi nelle ultime 24 ore contro i 861 di ieri. Lo certificano i dati diffusi oggi del dicastero della Sanità, portando il totale censito nel Paese a 14.576. I contagi diagnosticati superano intanto quota 108.000, con una curva d'aumento attorno a 5.500. I dati non comprendono le persone infettate e morte di Covid-19 in case di riposo, ricoveri vari e abitazioni private.

940 positivi sulla portaerei francese - Sono saliti a 940 i positivi al nuovo coronavirus sulla portaerei nucleare francese Charles de Gaulle e sul gruppo aeronavale che la accompagnava, su un totale di 2'300 persone. Lo ha reso noto la direttrice centrale del Servizio sanità delle forze armate, Marilyne Gygax Généro. Parlando davanti alla commissione esteri del Senato, la responsabile ha detto che delle persone testate finora - dopo l'arrivo della nave nel porto di Tolone (sud della Francia) - 940 sono positivi, 645 negativi, gli altri sono ancora da testare. La cifra che era stata fornita due giorni fa era di 668 positivi.

Ankara sospende il servizio militare - La Turchia ha rinviato di almeno un mese il servizio militare di leva per 53mila persone, prolungando per lo stesso periodo la coscrizione obbligatoria di altri 66mila soldati. Lo stabilisce un decreto presidenziale pubblicato oggi sulla Gazzetta ufficiale di Ankara nell'ambito delle misure per evitare la diffusione del coronavirus tra le forze armate. Gli ultimi coscritti erano entrati nei ranghi dell'esercito il 19 marzo, mentre l'ultimo congedo di soldati di leva risale al primo aprile. In entrambi i casi, i militari sono stati posti in isolamento precauzionale per 14 giorni.


 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO