Cerca e trova immobili

CANADAScoperto del vapore acqueo nell'atmosfera di un piccolo pianeta

25.01.24 - 18:48
Il risultato si deve al telescopio spaziale Hubble di Nasa e Agenzia Spaziale Europea
exoplanets.nasa.gov
Fonte ats
Scoperto del vapore acqueo nell'atmosfera di un piccolo pianeta
Il risultato si deve al telescopio spaziale Hubble di Nasa e Agenzia Spaziale Europea

MONTREAL - C'è vapore acqueo nell'atmosfera del pianeta GJ 9827d, posto a 97 anni luce di distanza nella costellazione dei Pesci: è il più piccolo pianeta esterno al Sistema Solare in cui sia stata fatta una simile scoperta, nonché il primo in cui si dimostra in modo diretto la presenza di vapore acqueo attraverso lo studio dell'atmosfera.

Il risultato si deve al telescopio spaziale Hubble di Nasa e Agenzia Spaziale Europea, ed è pubblicato su "The Astrophysical Journal Letters" da un gruppo di ricerca internazionale guidato da Pierre-Alexis Roy dell'Università di Montréal in Canada.

Il pianeta GJ 9827d, scoperto dal telescopio spaziale Kepler della Nasa nel 2017, ha circa sei miliardi di anni e completa un'orbita attorno alla sua stella madre (la nana rossa GJ 9827) ogni 6,2 giorni. Ha un diametro pari solo al doppio della Terra e potrebbe essere un esempio di potenziali pianeti con atmosfere ricche di acqua in orbita attorno ad altre stelle della nostra galassia.

Dai dati raccolti non è ancora chiaro se Hubble abbia rilevato una piccola quantità di vapore acqueo in un'atmosfera ricca di idrogeno oppure se l'atmosfera del pianeta sia composta principalmente da acqua, rimasta dopo che un'atmosfera primordiale di idrogeno ed elio è evaporata per effetto della radiazione stellare.

«Entrambi i risultati sarebbero entusiasmanti», commenta il primo autore dello studio, Pierre-Alexis Roy. «Fino ad ora - aggiunge l'astronomo Björn Benneke sempre dell'Università di Montréal - non eravamo in grado di rilevare direttamente l'atmosfera di un pianeta così piccolo».

Considerato che il pianeta è caldo quanto Venere, con una temperatura di circa 425 gradi, sarebbe sicuramente un mondo inospitale se l'atmosfera fosse prevalentemente composta da vapore acqueo.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

s1 4 mesi fa su tio
abbiamo visto, però forse dobbiamo verificare per capire meglio. intanto pagateci. ahh la scienza

Keope1963 4 mesi fa su tio
Magari possiamo andarci per una sauna..

Lukas82 4 mesi fa su tio
Spendere nella ricerca per la cura del cancro o malattie mortali infantili? Ma ci sono altri 1000 esempi su come utilizzare sti soldi!!! 97 anni luce.... Ma che ozzac se ne frega!!!!!

S.S.88 4 mesi fa su tio
Risposta a Lukas82
Concordo!!

fugu 4 mesi fa su tio
C'è vapore acqueo a 97 anni luce da noi. Va bene, ma da dove esattamente? Dal Piano di Magadino o dalla cima della Jungfrau? Andrebbe precisato, perché così mi sembra un tantino vago. 97 anni luce 🥴 Dormiremo tutti meglio adesso. Poi avessero detto 12 anni luce o 378 anni luce sarebbe stato lo stesso, nessuno ha modo di verificare, ma soprattutto non frega niente a nessuno, perché tali distanze non possono essere concepite dalla mente umana, e non fregherebbe niente a nessuno nemmeno se piovessero diamanti lassù nella costellazione dei Pesci. Premio Nobel di Inutilità ai ricercatori che fanno questo di mestiere 🥳👏👏👏

S.S.88 4 mesi fa su tio
Risposta a fugu
👍🏻
NOTIZIE PIÙ LETTE