NASA, ESA/Hubble and the Hubble Heritage Team
I Pilastri della Creazione in luce infrarossa.
STATI UNITI
07.04.2020 - 20:020

La NASA ha presentato una spettacolare rivisitazione dei Pilastri della Creazione

La luce infrarossa è in grado di penetrare attraverso le polveri e i gas spaziali, e il risultato è sbalorditivo

WASHINGTON - «L'occhio umano può vedere solo una minima parte (che si chiama luce visibile) della gamma di radiazioni emesse dagli oggetti che ci circondano (spettro elettromagnetico)».

È così che la NASA ha introdotto la rivisitazione di una delle immagini più spettacolari e iconiche del Telescopio spaziale Hubble: i Pilastri della Creazione, della Nebulosa Aquila. 

L'immagine sensazionale è stata realizzata con l'assistenza di una luce infrarossa, in grado di penetrare attraverso la polvere spaziale ed il gas interstellare, svelando una visione sorprendente dei Pilastri. Le colonne sono infatti attorniate da innumerevoli stelle luminose di ogni tipo, anche all'interno dei Pilastri stessi. La NASA mette l'accento anche sui contorni dei Pilastri, molto più delicati e attorniati da una foschia blu.

I Pilastri della Creazione, lo ricordiamo, sono tre colonne molto dense di gas e polveri interstellari, situate ai bordi sudorientali della Nebulosa Aquila; sono state create dall'azione del vento stellare. La Nebulosa è lontana 7'000 anni luce dal nostro pianeta, e si trova nella Via Lattea, la galassia a cui appartiene il sistema solare.

La NASA invita tutti i curiosi ad esplorare come la luce sia in grado di influenzare le immagini che vediamo tramite diverse attività online su Hubble Inspires.

NASA, ESA/Hubble and the Hubble Heritage Team
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-05 23:14:48 | 91.208.130.87