Keystone
AUSTRALIA
18.10.2019 - 11:220

Le notifiche notturne dei cellulari danneggiano la salute

Aumentano i rischi di incidenti automobilistici e di errori sul lavoro. Lo ha stabilito una ricerca della Flinders University di Adelaide

ADELAIDE - Le allerte del telefoni cellulari che interrompono il sonno notturno possono avere effetti seri sulla vita da svegli, aggravando i rischi di incidenti automobilistici, di errori sul lavoro e di cattiva salute mentale.

Secondo una ricerca della Flinders University di Adelaide, presentata a una conferenza sul sonno in corso a Sydney, una persona su cinque in Australia viene svegliata almeno due volte a settimana da allerte di messaggi Sms e di social media, o si sveglia per mandarli. E per una persona su 20, questo avviene ogni notte.

Nel sondaggio sono state interrogate 2044 persone di età fra 18 e 90 anni sull'uso di telefoni cellulari, computer e tablet dopo essere andati a dormire, nei sette giorni precedenti. Circa il 23% degli interpellati che hanno usato i telefonini almeno due volte a settimana dopo essersi addormentati, ha riferito di aver avuto di recente un incidente d'auto, o di averlo mancato per poco, a paragone con il 2% di chi ha dormito tranquillamente. I dati sono stati rettificati per tenere conto di disturbi esistenti del sonno, di età e sesso.

Quando suona quell'allerta, «la tentazione di guardare è enorme», scrive la responsabile della ricerca Sarah Appleton, dell'Institute of Sleep Health dell'università. «È un problema realmente difficile da affrontare, perché è cosi pervasivo e radicato nella popolazione». Queste persone hanno una probabilità significativamente maggiore di commettere errori, di addormentarsi sul lavoro, o di rinunciare per stanchezza ad attività sociali, oltre ad avere livelli più bassi di energia, di benessere mentale e di motivazione.

Il presidente dell'Australian Sleep Association, lo scienziato di ricerca biomedica Peter Eastwood, ha osservato che lo studio conferma gli avvertimenti di esperti del sonno, secondo cui tenere congegni elettronici in camera da letto rischia di disturbare il sonno e di avere effetti profondi su come si funziona il giorno successivo. E ha auspicato una pubblica campagna di consapevolezza, per incoraggiare a impostare il telefonino in modalità silenziosa prima di addormentarsi.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
OCP 2 anni fa su tio
Io rovescerei il problema. È la cattiva salute mentale che causa le notifiche notturne dei cellulari e anche maggiori incidenti ed errori sul lavoro... ma si sapeva già senza tanti studi.
vulpus 2 anni fa su tio
Anche la zanzara tigre sveglia di notte e se non la becchi lo può fare anche una decina di volte, e non è possibile spegnerle. Che facciamo?
Zico 2 anni fa su tio
Ai ricercatori della Flynders UniversitY non è stato comunicato che di notte i cellulari possono essere spenti! sarà perchè loro devono essere connessi con il mondo 24h/24h. quindi poi creano danni con ricerche assurde!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-06 02:53:44 | 91.208.130.86