Immobili
Veicoli

CANTONETest nelle scuole e nell'amministrazione pubblica

07.12.21 - 10:19
La richiesta arriva dall'MPS che critica "l'immobilismo del cantone" nella lotta contro la pandemia
Keystone
Test nelle scuole e nell'amministrazione pubblica
La richiesta arriva dall'MPS che critica "l'immobilismo del cantone" nella lotta contro la pandemia

BELLINZONA - L'MPS boccia la linea di condotta del governo e autorità sanitaria di fronte all'attuale pandemia.  Una linea di condotta definita di "immobilismo" nei confronti una situazione "preoccupante". Le critiche vertono sul fatto che il Cantone avrebbe «la possibilità di introdurre ulteriori misure per contenere lo sviluppo della pandemia e cercare di spezzare la diffusione del virus»,  ma secondo l'MPS si farebbe poco. «La scuola continua ad essere luogo di diffusione del virus, in particolare nelle sezioni di scuola comunale: l’ultimo dato (60 sezioni in quarantena) è una ulteriore dimostrazione della circolazione del virus. Alla quale non si risponde certo nascondendo sotto il tappeto il problema: sembrano servire proprio a questo l’allentamento dei nuovi criteri fissati per decidere la messa in quarantena di una classe (finora molto più severi)».

L'MPS invita il Cantone a intensificare la campagna vaccinale, «riprendendo quelle modalità sperimentate con successo nel mese di settembre, troppo in fretta abbandonate». Chiede inoltre di introdurre una politica di test salivali sistematici e gratuiti nelle scuole per garantire un rapido depistaggio dei casi. «Tutto il mondo scientifico sostiene la validità e l’importanza dei test sistematici nelle scuole e ad oggi mal si comprende l’ostinazione con cui il governo rifiuta di entrare nel merito di questa misura». Inoltre si chiedono al Cantone test gratuiti all’interno dell’amministrazione cantonale e delle amministrazioni pubbliche, oltre a facilitare il telelavoro. E poi ancora di decretare l’obbligo per le aziende di introdurre una politica di test sistematici e gratuiti per i propri dipendenti, di rispettare le misure di sicurezza; istituire all’interno dell’Ispettorato del lavoro, un gruppo di intervento che abbia come obiettivo prioritario di raccogliere le informazioni relative al rispetto delle misure di sicurezza e protezione sui luoghi di lavoro, anche attraverso l’istituzione di un numero verde.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE