Cerca e trova immobili

BELLINZONASorpassi di spesa, spuntano accuse di menzogne e documenti falsi

26.02.21 - 12:53
Sulla vicenda è stata inoltrata una nuova interpellanza. Tuto Rossi: "Che si faccia trasparenza"
Tipress
Sorpassi di spesa, spuntano accuse di menzogne e documenti falsi
Sulla vicenda è stata inoltrata una nuova interpellanza. Tuto Rossi: "Che si faccia trasparenza"

BELLINZONA - A Bellinzona si torna a parlare dei noti sorpassi di spesa (più di 5 milioni di franchi) in tre cantieri comunali, fra cui lo stadio comunale di Bellinzona. Se ne torna a parlare tramite una nuova interpellanza inoltrata oggi da Tuto Rossi, il quale si presenta con un piatto di accuse notevoli. Sulla portata ci sono le conclusioni di fine 2020 dell’ingegnere Fabio Gervasoni, direttore dell'Opere pubbliche e ambiente (Dop), il quale ha dichiarato – diversamente da quanto  asserito da Municipio e sindaco - di aver sempre informato le autorità municipali dei superamenti di spesa. Dal documento firmato da Gervasoni si apprende pure che non corrisponde al vero il fatto che avrebbe deciso di avallare i superamenti di spese, e la costruzione di nuove opere non previste dai messaggi comunali, senza informare il capo dicastero il municipio. “Gervasoni – si legge nell’interpellanza -  dimostra con documenti alla mano che qualsiasi modifica di un’opera deliberata è stata da lui subito sottoposta al municipio tramite il capo dicastero. Ciò vale in particolare per la costruzione abusiva di una tribuna supplementare allo stadio comunale di Bellinzona, opera che il municipio conosceva bene: Gervasoni allega una e-mail chiara come il sole”.

Nel documento di Gervasoni, l’ingegnere denuncia inoltre una mancanza di indipendenza dei servizi incaricati dal Municipio di eseguire gli audit per fare luce sull’intera vicenda. Si parla addirittura di documenti falsi. “Quindi in sostanza  scrive Tuto Rossi nel suo atto parlamentare -  l’ingegner Gervasoni, altissimo funzionario all’interno dell’amministrazione comunale, funzionario di provata esperienza, accusa il municipio di averlo voluto scaricare, e di avere mentito sui sorpassi delle opere, che in realtà sarebbero sempre state ben conosciute e approvate dal municipio, talvolta anche con l’esplicita volontà di non rivelarle al consiglio comunale”.

Da qui la decisione del consigliere comunale di fare chiarezza ancora una volta sulla questione e presentare un’interpellanza con le seguenti domande:

 

1.       I fatti riportati nelle conclusioni di Gervasoni sono tutti falsi?

2.       Mente Gervasoni quando dice che il municipio era cognito dell’esistenza dei sorpassi già prima dell’8 aprile 2020, oppure mente il municipio?

3.       Quali sono le conclusioni dell’inchiesta amministrativa e disciplinare riguardo a Gervasoni? È vero quanto sostiene Gervasoni, e cioè che l’inchiesta amministrativa e disciplinare non sono state concluse?

4.       Il fatto di aver voluto forzare la votazione sui sorpassi di spesa da parte del consiglio comunale, già il 21 dicembre, malgrado che nulla fosse concluso, è dovuto al fatto che il municipio si è spaventato davanti alle conclusione depositate dall’ingegner Gervasoni?

5.       È vero che negli audit sono stati integrati documenti falsi che configurano il reato dell’art. 251 CP, come ha denunciato Gervasoni? E se è vero non era il caso di interessare il ministero pubblico, Trattandosi oltretutto di un reato perseguibile d’ufficio ?

6.       Il fatto di avere pagato le fatture riguardo ai sorpassi, in modo del tutto illegale poiché le risoluzioni del consiglio comunale del 21 dicembre sono sospese da due ricorsi di diritto amministrativo, è una conseguenza delle gravi denunce dell’ingegner Gervasoni?

7.       Nei pagamenti, forzatamente illegali poichè effettuati dal municipio riguardo una spesa ancora votata con una risoluzione non cresciuta in giudicato, e compresa anche la fattura dell’architetto Righetti che ha realizzato la tribuna in calcestruzzo mai chiesta da nessuno

NOTIZIE PIÙ LETTE