Immobili
Veicoli

CENTOVALLIVaccinati prima del previsto: un nuovo caso

15.01.21 - 19:21
Si tratta, come nel caso della Girotondo di Novazzano, di membri del Consiglio di fondazione di una casa anziani
TIPRESS
Vaccinati prima del previsto: un nuovo caso
Si tratta, come nel caso della Girotondo di Novazzano, di membri del Consiglio di fondazione di una casa anziani

CENTOVALLI - Un nuovo caso di persone vaccinate senza che fosse il loro turno è venuto a galla: riguarda sempre una casa anziani, la San Donato di Intragna nel comune di Centovalli e, come per la Girotondo di Novazzano, sempre membri del Consiglio di fondazione della struttura. 

LaRegione riferisce che nei giorni scorsi si è tenuta la vaccinazione degli ospiti e sono avanzate delle dosi. Per evitare di sprecarle, ha spiegato il presidente, è stato proposto ai due membri più anziani del Consiglio, entrambi sulla settantina, di essere immunizzati al Covid. Entrambi hanno accettato. Il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini, interpellato dal quotidiano, ha spiegato di non essere a conoscenza del caso specifico e ha ribadito che le direzioni di tutte le case anziani ticinesi sono state informate su come comportarsi in caso di un surplus di dosi. «Di principio, tutti (compresi i direttori sanitari) erano dunque in chiaro su come comportarsi e, in caso di dubbio, erano tenuti a contattarci» aggiunge Zanini.

Le dosi in più, aggiunge il farmacista cantonale, vanno di regola somministrate agli over 80 e ai «frequentatori delle strutture e il personale più esposto che entra a contatto con gli ospiti. Non vengono in ogni caso somministrate al primo che passa per strada e che non ne ha, al momento, alcuna necessità» conclude Zanini.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO