Immobili
Veicoli

MANNOTaiana “ostaggio” di cyber-criminali: un riscatto da 300mila franchi

25.09.19 - 17:24
Il sistema informatico dell’azienda di Manno è stato attaccato nella notte tra giovedì e venerdì scorso. Claudio Taiana: «Stiamo lavorando per ripristinare il sistema»
Tipress (archivio)
Taiana “ostaggio” di cyber-criminali: un riscatto da 300mila franchi
Il sistema informatico dell’azienda di Manno è stato attaccato nella notte tra giovedì e venerdì scorso. Claudio Taiana: «Stiamo lavorando per ripristinare il sistema»

MANNO - La Taiana di Manno - azienda attiva nel settore del materiale da costruzione e del legname - è stata vittima negli scorsi giorni di un attacco informatico. «Durante la notte tra giovedì e venerdì scorso, dei pirati informatici hanno violato i nostri server e sono riusciti a mettere una chiave di criptaggio su tutti i file dei server e dei pc» ha raccontato il co-titolare Claudio Taiana a LiberaTv.

Gli autori del cyber-attacco - che hanno agito sotto lo pseudonimo Ryux - hanno lasciato traccia della loro azione nei server, inviando una mail con le proprie richieste. Contattati dall’azienda, hanno preteso un riscatto di 31 Bitcoin (che corrispondono a circa 300mila franchi) per “sbloccare” i file in ostaggio.

L’azienda non ha ovviamente voluto cedere al ricatto e si è affidata ad alcuni operatori informatici per tentare di recuperare i propri file. «Abbiamo anche dovuto comprare 6 nuovi server e far installare tutto il gestionale, come pure formattare e ricostruire ben 25 computer». In tutto sono 14 le persone impegnate nel ripristino dell’intero sistema, che non sarà concluso prima di lunedì prossimo. «I tecnici ci hanno assicurato che potranno recuperare tutto fino al giorno precedente all’attacco», ha assicurato Taiana.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO