Cerca e trova immobili
Parlare di guerra a scuola: «Più lezioni di storia contemporanea»

LUGANOParlare di guerra a scuola: «Più lezioni di storia contemporanea»

10.11.23 - 06:30
Parlare del conflitto Israele-Palestina in classe? A diversi studenti liceali non dispiacerebbe, ci siamo fatti spiegare il perché.
Foto Davide Giordano
Fonte TIO
Parlare di guerra a scuola: «Più lezioni di storia contemporanea»
Parlare del conflitto Israele-Palestina in classe? A diversi studenti liceali non dispiacerebbe, ci siamo fatti spiegare il perché.

LUGANO - Il nuovo conflitto fra Israele e Palestina diventa materia di dibattito anche nelle aule di scuola. TIO ha voluto raccogliere le opinioni di alcuni studenti del Liceo di Lugano 1. Dai loro pensieri, emerge il bisogno di saperne di più e soprattutto il desiderio di dedicare più ore alle lezioni di storia contemporanea. È quello che pensa per esempio Beatrice, studentessa che frequenta la 2a.

«La lezione di storia è l'unico modo che abbiamo di affacciarci in modo approfondito sull'argomento - dice - e quindi penso che dovrebbero essere fatte più lezioni perché la storia che stiamo vivendo adesso è una storia di cui noi siamo i protagonisti».

Per Emanuele, 16 anni, il tema «bisognerebbe trattarlo con più frequenza e se ne parlassimo scopriremmo dei lati nascosti e il nostro coinvolgimento potrebbe variare» ha detto.

Gabriel frequenta la 3a e fa presente che in classe della guerra fra israeliani e palestinesi se ne parla e «quando si apre il dibattito c'è chi è un po' più aggressivo chi un pò meno». Aaron, il presidente del Comitato studentesco, ha ricordato che «abbiamo invitato esponenti di associazioni sia palestinesi che israeliane, così i nostri studenti potevano ben conoscere a 360 gradi i motivi del conflitto».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Filippone22 7 mesi fa su tio
Già, e quale versione della storia racconterebbero a scuola?

Nonna Sintetica 7 mesi fa su tio
La "percezione" della storia, di quello che accade attorno a noi, è in continua mutazione, per diversi fattori: l'età, intesa come esperienza accumulata, quella che ci viene "propinata come verità" del momento... ecc. Il fatto di dibattere e poter confrontare le proprie idee penso sia arricchente, e non solo per gli studenti. Non c'è una sola verità... ce ne sono tante, così come gli inganni.

Buonsenso? 7 mesi fa su tio
"La storia la scrivono i vincitori" e "in guerra la prima vittima è la verità". Inizierei le lezioni di storia contemporanea da lì...

Robi57 7 mesi fa su tio
Tranquilli, il libro di testo lo fornisce gratuitamente il buon Biden.

Sciguetto 7 mesi fa su tio
Più che la storia “contemporanea” (che poi, cosa vuol dire “contemporanea”? A partire da quando la si considera così?) andrebbe insegnata la storia antica ed i “riflessi” che ha avuto su quella odierna… Ma ci vorrebbero insegnanti eruditi in merito e molto imparziali; leggendo qua e là non mi sembra sia così.

Buonsenso? 7 mesi fa su tio
Insegnarli la storia contemporanea si,ma quale? Che l Afgnanistan non c entrava niente con l 11 settembre (wtc7, buca di Shanksville,immagini "arereo" nel pentagono,chisnate dagli aereibin quota...) e che l Iraq non aveva armi di distruzione di massa? Che powell ha mentito al mondo con la sua provetta? Che Assange marcisce tuttora in prigione per aver rivelato le nefandezze USA? Che UE permetteva rapimenti di Stato (abu omar) tramite voli e prigioni segrete,come documentato da Dick Marty? Si,potrebbe interessare...ma si possono dire quelle cose?

Buonsenso? 7 mesi fa su tio
Risposta a Buonsenso?
Insegnargli

Nonna Sintetica 7 mesi fa su tio
Oh si! Bello! Anche perché, se spiegata nel modo giusto, la storia può insegnare qualcosa anche per capire il perché di certe guerre attuali. Giusto che s'impari, sulla linea del tempo, cosa è accaduto, ma anche perché (nel limite del possibile, chiaramente). Forza ragazzi non mollate!

rosi 7 mesi fa su tio
importante parlarne a scuola, i giovani sono il futuro ed il loro pensiero, il loro senso critico è da ascoltare, da tenerlo seriamente in considerazione. Hanno dentro di loro la gioia dell'inizio della vita e questo può fare del bene al dibattito, al confronto.

Maverik 7 mesi fa su tio
Si certo …ma lezioni impartite da docenti NEUTRALI !!

lügan81 7 mesi fa su tio
secondo me il problema che i docenti di storia sono molto afferratti nello spiegare la storia antica, greci egizi romani basso e alto medioevo rinascimento e poi piano piano il nulla...concordo in pieno che la storia contemporanea debba essere insegnata, al giorno d'oggi informa piu tik tok che i le lezioni di storia...
NOTIZIE PIÙ LETTE