Cerca e trova immobili

CANTONE«A un certo punto disse: “Ma sì, andiamo a berci un caffè in città a Lugano»

12.06.23 - 18:06
Il ricordo del Cavaliere di Arcore di Fabio Rezzonico, ex-direttore del Cardiocentro.
AFP
«A un certo punto disse: “Ma sì, andiamo a berci un caffè in città a Lugano»
Il ricordo del Cavaliere di Arcore di Fabio Rezzonico, ex-direttore del Cardiocentro.

LUGANO -  «Ho incontrato Berlusconi quando è venuto a trovare il collega e amico Umberto Bossi, che nel 2006 è stato ricoverato al Cardiocentro», ha raccontato ai microfoni di Radio Ticino Fabio Rezzonico, attuale direttore di Swiss Medical Network ed ex direttore del Cardiocentro. Quel giorno, il Cavaliere era venuto a Lugano a visitare - in compagnia dell'amico e ministro Giulio Tremonti - l'allora convalescente Umberto Bossi.

«Devo dire che era una persona estremamente gentile, educata e attenta ai particolari. Ricordo che una volta entrato nel Cardiocentro aveva raccomandato alle sue guardie del corpo di non disturbare perché ci trovavamo in un ospedale e c’era gente che aveva bisogno di serenità e tranquillità».

Alla fine della visita «si è fermato a parlare con me e vari colleghi dello stato di salute di Bossi, ma anche di politica italiana e del più e del meno per almeno un quarto d'ora. È stato un momento che i giovani di oggi definirebbero "sciallo"», ricorda Rezzonico.

«Quando poi è uscito si è preso il tempo per salutare tutti gli italiani che lavoravano da noi e per chiacchierare con loro. Ha deciso di fermarsi dopo che, nello specchietto retrovisore, aveva visto un'infermiera correre giù e dire: “Ah, l'ho perso!”. Lui l'ha notata e ha deciso di tornare in dietro. Questo suo aspetto, l'educazione e la gentilezza intendo, mi ha davvero impressionato», conferma Rezzonico, «va detto che in quel periodo lui era Presidente del Consiglio».

«Io penso che lui fosse una persona molto innamorata del suo Paese ma estremamente rispettoso dei Paesi che lo circondavano e delle persone, indipendentemente che si trattasse di svizzeri o di tedeschi. Di sicuro era un personaggio importante e di spessore, anche controverso è vero, ma che ha fatto la differenza».

Fuoricarta della visita - peraltro pianificata in maniera certosina da Fedpol e Polizia Cantonale - una discesa in città... per un caffè: «Doveva ritornare all'aeroporto ma, così all'improvviso ha deciso: “Ma sì, andiamo a berci un caffè in città a Lugano“. Un agente mi ha poi confessato: ”È stata la mezz'ora più brutta della mia vita”», ha concluso ridendo Rezzonico: «Perché? Perché ha voluto farsi un giro per il lungolago, e anche lì si è fermato a parlare con tutti quelli che lo salutavano».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

BUB 1 anno fa su tio
Era un genio e amava il suo paese. Credo che abbia fatto molto per tante persone..

Emib5 1 anno fa su tio
Risposta a BUB
In particolare per molte signorine, nipoti di Mubarak e non.

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a Emib5
Era talmente generoso che avrebbe aiutato anche te se ne avessi avuto bisogno ed anche se lo disprezzi.

Emib5 1 anno fa su tio
Risposta a F/A-19
F/A19 Se il tuo commento è per me, sappi che io non corrispondo alla descrizione di signorina, possibilmente molto giovane ...

franco1951 1 anno fa su tio
Dei morti non bisogna parlar male. Pace all'anima sua.

Emib5 1 anno fa su tio
Risposta a franco1951
E perché mai? Forse dovremmo parlare bene di Hitler o Stalin solo perché morti? La storia giudicherà il Berlusconi politico e non ne uscirà per niente bene, a cominciare dal milione di posti di lavoro promessi alla sua prima elezione, posti che nessuno ha mai visto...

blitz65 1 anno fa su tio
Una persona, ieri, mi diceva che siamo stati fortunati ad averlo come politico in Svizzera..... Non ne sono sicuro.... Se guardo che abbiamo a Berna sono sicuro che Berlusconi certe ca....te alla Ca....is non accadevano Che riposi in pace

angie2020 1 anno fa su tio
number one.

uriah heep 1 anno fa su tio
Grande imprenditore, grande politico , grande sportivo vincente , aveva delle visioni interessanti e dove poteva , faceva . Ed inoltre aveva rispetto della gente e attento . Ha fatto sicuramente i suoi errori come tutti , ma comunque ancora oggi voleva il bene per lo sviluppo dell’Italia. Purtroppo la sinistra e la magistratura di sinistra li hanno sempre attaccato e denigrato , facendo male pure al Paese ! Riposa in pace ora !!

Paski 1 anno fa su tio
Risposta a uriah heep
E stato sempre un Grande e hai ragione in tutto c’è solo di dirle grazie per quello che ha fatto e che riposa in pace

navy 1 anno fa su tio
Che sia piaciuto o no, una persona, un politico cosi l’Italia non c’è l’ha più e non vedo nessuno in grado, neppure, di avvicinarsi. Riposi in pace.

Templare 1 anno fa su tio
Numero uno assoluto.

saijon 1 anno fa su tio
e l'aiutino del Dr. Trombini? rigido in vita

comp61 1 anno fa su tio
cavaliere un acidente! Non lo era piû da un pezzo.

Clo62 1 anno fa su tio
Risposta a comp61
No comment

Boh! 1 anno fa su tio
Uno che più che parlare ha fatto.

Boss 1 anno fa su tio
innovativo nessuno come lui

max222 1 anno fa su tio
Un grande, sempre col sorriso e una grande educazione. Come faceva certa gente ad odiarlo non lo capisco.

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a max222
È questione di gelosia.
NOTIZIE PIÙ LETTE