Immobili
Veicoli

CANTONE«Felici, ma ci aspettiamo di vedere ancora molte mascherine»

16.02.22 - 18:34
La Federcommercio si dice «certa» che, tra personale e dipendenti, non tutti cestineranno la mascherina.
Tipress
«Felici, ma ci aspettiamo di vedere ancora molte mascherine»
La Federcommercio si dice «certa» che, tra personale e dipendenti, non tutti cestineranno la mascherina.
E, riguardo ai dipendenti a rischio o timorosi: «È giusto che ognuno possa scegliere secondo la propria sensibilità».

BELLINZONA - Era il 9 ottobre 2020. In Ticino entrava in vigore la mascherina nei negozi. Da allora non ci si è mai più guardati indietro, fino ad oggi. Ma cosa ne dicono i commerci ticinesi? «Siamo contenti», afferma Lorenza Sommaruga, presidente di Federcommercio Ticino. «Abbiamo accolto con piacere questa notizia, e nella fase attuale della pandemia un allentamento è secondo noi giustificabile». 

Non ci si attende però un cambio di marcia immediato, da zero a cento. «Sono certa che domani non tutti toglieranno la mascherina, ne vedremo ancora molte», sottolinea Sommaruga. «Siamo molto cauti», continua, «i due anni appena trascorsi ci hanno insegnato qualcosa».

Ma cosa succederà invece al personale che, per motivi di salute o semplicemente per timore, non dovesse sentirsela di rinunciare subito a questa protezione? «Credo che nessuno imporrà uno stop alla mascherina, ed è giusto lasciare che commerci e dipendenti possano scegliere secondo la loro sensibilità».

Rallegra infine anche l'abolizione della raccomandazione del telelavoro, che dovrebbe avere un effetto positivo, seppur indiretto, sul settore. «Questo ripopolerà le città e favorirà maggiormente i negozi. Se tutte le attività economiche ricominciano a lavorare nella normalità ne sono agevolati tutti quanti, siamo tutti interconnessi da questo punto di vista». 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO