Immobili
Veicoli

LUGANO"T'aspetto fuori" torna in piazza per la giustizia, con un funerale

31.10.21 - 20:32
Nuova iniziativa del collettivo già artefice della"gara di fischi" inscenata lo scorso Primo Agosto.
Ti Press/T'aspetto fuori
LUGANO
31.10.21 - 20:32
"T'aspetto fuori" torna in piazza per la giustizia, con un funerale
Nuova iniziativa del collettivo già artefice della"gara di fischi" inscenata lo scorso Primo Agosto.
Sabato prossimo verrà posata una bara davanti alla Procura di Lugano, «affinché i magistrati ci possano seppellire la giustizia e farla smettere di soffrire», spiega il promotore Michel Venturelli.

LUGANO - Un corteo funebre per la giustizia ticinese. È questa la nuova e provocatoria iniziativa del collettivo"T'aspetto fuori", lanciata a seguito del prospettato decreto d'abbandono da parte del procuratore generale Andrea Pagani per l'abbattimento dell'ex Macello. Una sorta di processione solenne che avrà luogo sabato prossimo (6 novembre) e che consisterà nel trasportare una bara da Piazza Riforma (ritrovo alle ore 17) fino alla Procura, «dove verrà depositata affinché i magistrati ci possano seppellire la giustizia ticinese e farla smettere di soffrire», spiega a nome del collettivo MIchel Venturelli.

«Prima di criticare un non luogo a procedere bisognerebbe leggere le motivazioni - ammette Venturelli - però pare comunque singolare che qualcuno possa buttar giù una casa senza licenza, a mezzanotte, e che questo sia legale». Insomma, per lui e per il collettivo è sempre più evidente che in Ticino ci sia una connivenza fra la giustizia e la politica: «Quando nelle università si insegna la separazione dei poteri bisognerebbe anche spiegare che ci sono dei posti dove questo concetto non vale più. Per esempio in Ticino», constata Venturelli. Che vede un nesso fra quanto successo e l'elezione di Pagani a capo della Procura: «Pagani era stato valutato dal gremio di esperti come il meno preparato fra i candidati a procuratore generale. La politica, tuttavia, l'ha eletto. Ed evidentemente ha voluto essere riconoscente».

«Il corteo si svolgerà nel pieno rispetto delle leggi luganesi, quindi ognuno farà come gli pare», scherza in conclusione Venturelli. In realtà - assicura - sarà composto e si sposterà solo sui marciapiedi «e rispetterà persino i semafori». Il collettivo - ricordiamo - era già stato l’artefice lo scorso 1. Agosto della"gara di fischi" denominata"Cifola l'Aida" e lanciata in Piazza Riforma in occasione dell'allocuzione della Municipale Karin Valenzano Rossi.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO