Immobili
Veicoli

CantoneScuole e certificato Covid: l'Usi ha deciso per il no e Supsi ancora ci pensa

09.09.21 - 20:31
Per il direttore della Supsi Franco Gervasoni il problema si pone a livello logistico
USI SUPSInido
Scuole e certificato Covid: l'Usi ha deciso per il no e Supsi ancora ci pensa
Per il direttore della Supsi Franco Gervasoni il problema si pone a livello logistico

LUGANO - Covid pass sì o covid pass no. Anche le scuole universitarie ticinesi stanno prendendo una decisione. All'Usi non sarà richiesto il certificato nei corsi di bachelor, master e dottorato, mentre la Supsi comunicherà nelle prossime ore la sua posizione in merito.

Intervistato da LaRegione, il rettore dell'Usi Boas Erez ha spiegato che, seppur il pass non verrà richiesto nei corsi base, «promuoveremo la vaccinazione dando la possibilità a chi lo desidera di vaccinarsi sul campus, senza necessità di fissare un appuntamento». Ci sono però delle eccezioni, situazioni particolari dove verrà valutato l'obbligo del certificato, «come gli atelier di architettura, che si svolgono in piccoli gruppi; oppure il master di medicina umana, che prevede anche un insegnamento al letto del paziente».

Per il direttore della Supsi Franco Gervasoni la libertà di scelta è un tema importante: «Se uno non vuole vaccinarsi né testarsi, dovrebbe poter venire a scuola lo stesso con la mascherina». Spiega anzi che il problema si pone a livello logistico in quanto «l’ordinanza federale dice: o certificato Covid, o aule occupate solo per due terzi». Questo paletto garantirebbe alle classi con pochi studenti l'insegnamento in presenza con la mascherina, ma ci sono anche classi più numerose dove «se non mettiamo l’obbligo di certificato dovremo tornare all’insegnamento a distanza, una modalità didattica che ha mostrato qualche limite». La decisione della scuola è attesa per questa sera.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO