Immobili
Veicoli

CANTONECertificato Covid obbligatorio da lunedì per i visitatori di Sant'Anna e Ars Medica

03.09.21 - 21:42
La misura di protezione, che concerne visitatori, medici e collaboratori, entrerà in vigore dal 6 settembre
Foto Ars
CANTONE
03.09.21 - 21:42
Certificato Covid obbligatorio da lunedì per i visitatori di Sant'Anna e Ars Medica
La misura di protezione, che concerne visitatori, medici e collaboratori, entrerà in vigore dal 6 settembre
Il direttore generale Fabio Rezzonico sottolinea inoltre come «prossimamente il codice QR potrebbe divenire obbligatorio per tutte le persone che entrano nelle cliniche (indistintamente se pazienti, visitatori o altro)».

SORENGO - Ha solo l’apparenza della nota di servizio, ma la novità è grossa. Da lunedì prossimo, 6 settembre, per accedere alle cliniche Ars Medica e Sant’Anna sarà necessario il Certificato Covid (certificato di vaccinazione, tampone negativo o certificato di guarigione). La misura non concerne solo medici e collaboratori, ma anche tutti i visitatori delle due strutture sanitarie di Swiss Medical Network, fermo restando le attuali direttive del medico cantonale inerente le visite ai pazienti. Per i pazienti lo screening avviene al momento della visita di prericovero o in fase di ammissione, se necessario.

Una mossa che anticipa l'EOC - Si tratta di una decisione che nel concreto anticipa nel settore privato misure soltanto ventilate ma mai attuate dall’Ufficio del medico cantonale in ambito dell'Ente ospedaliero cantonale. Nell’informare il proprio personale medico e sanitario il direttore generale di SMN Regione Ticino, Fabio Rezzonico, attira l’attenzione sul fatto che «prossimamente potrebbe divenire obbligatorio per tutte le persone che entrano nelle cliniche (indistintamente se pazienti, visitatori o altro) la presentazione di un codice QR di negatività Covid-19». I medici vengono inoltre invitati a sensibilizzare i propri pazienti su tale possibile misura. Visitatori, medici e collaboratori che dovessero essere sprovvisti del codice QR di negatività al Covid-19 dovranno «lasciare immediatamente la clinica».

Il concetto "safe clinic" - Oltre che per incentivare i collaboratori (e il pubblico più in generale) a vaccinarsi, la misura ha soprattutto lo scopo di garantire la piena funzionalità delle due strutture: «Da inizio pandemia - come spiega a Tio/20Minuti il Dr. Francesco Volonté, direttore sanitario della Clinica Sant’Anna - il nostro gruppo ha introdotto e sostenuto il concetto di “safe clinic”, ovvero di intraprendere tutte le misure necessarie per poter mantenere l’attività delle cliniche senza eventuali scossoni legati alla pandemia». La direzione ha quindi deciso, continua Volonté, «di introdurre questa nuova misura preventiva, da una parte per i collaboratori che non possono essere vaccinati per svariate ragioni, come pure per i visitatori che entrano nelle nostre cliniche, mantenendo alta la guardia e tutelando la sicurezza dei medici, collaboratori e pazienti».

Prova generale con la Giornata mondiale dei Fisioterapisti - Una prima prova generale della novità, già in vigore per i visitatori da lunedì, avrà luogo tre giorni dopo, in occasione della Giornata mondiale dei Fisioterapisti, prevista mercoledì 8 settembre in Ars Medica a Gravesano dove si terrà una serata informativa sul corso di ginnastica di gruppo per il mal di schiena: «Questo - sottolinea il Dr. Claudio Camponovo, direttore sanitario di Ars Medica - sarà di fatto il primo evento aperto al pubblico nel quale verrà richiesto ai partecipanti il Certificato Covid-19».

COMMENTI
 
volabas56 10 mesi fa su tio
Giustissimo
volabas56 10 mesi fa su tio
Vista la situazione, mi sembra ovvio e giusto che sia cosi.
Monolite 10 mesi fa su tio
Guarda che anche se hai il certificato non é che sei immune al covid puoi sempre infettare come tutti , informati !
ivandaronch 10 mesi fa su tio
Ma bravissimi, Già' che chi ha un passaporto COVID non introduce un virus nelle cliniche... Chi ha un passaporto COVID è libero di entrare qua' e la' perché non sono soggetti a essere portatori del virus... Ora di finirla a prendere per il naso la gente e che purtroppo troppi credono sempre a tutto quello che gli si dice, Fate la vaccinazione e tutto sarà ok... Peccato che il virus lo porterete in giro ancora più facilmente perché nel cervello vi hanno detto che siete liberi di andare... Di nuovo il vecchio detto ha ragione, ci sono pochi lupi in giro per la foresta, ma troppe pecore nei campi.
M70 10 mesi fa su tio
questa è pura discriminazione.. pazzesco che in Ticino succedano queste cose. certificato/vaccinazione non significa non avere il covid!
Anna 74 10 mesi fa su tio
anno ragione loro è giusto così...siete voi che ignorate
seo56 10 mesi fa su tio
Bene!
Fkevin 10 mesi fa su tio
Ma che bravi. Certificato covid =nada covid? Ma io non so, sono l'unico asan o la maggioranza lo è? Mai porterò un mio parente in un posto del genere....brutta pubblicità, spero che avranno solo perdite sul loro cifro d'affari
seo56 10 mesi fa su tio
Invece un plauso alla loro iniziativa e un motivo in più per andare in queste cliniche
Avetesempreragionevoi 10 mesi fa su tio
Sei il solito fenomeno, certificato COVID non significa doversi fare vaccinare ma, per chi non lo volesse fare, deve semplicemente fare il tampone. Hai bisogno di farti curare perché hai un problema alla spalla, prima di entrare in ospedale fai il tampone e dimostri che non sei positivo… qual’è il problema? Perché dovrebbero farti entrare da non vaccinato senza controlli? Se vuoi ti ripeto la differenza tra vaccinati e non, che non significa non trasmettere o contrarre il virus ma, nel caso lo si abbia, la carica virale è molto più bassa e le conseguenze, nella maggior parte dei casi, sono minime. Buon week end
Aargauer 10 mesi fa su tio
😂
Tato50 10 mesi fa su tio
Finalmente un Post degno d'essere chiamato tale !!!
Xelle 10 mesi fa su tio
Giusto cosi.
sony bravo 10 mesi fa su tio
A questo punto non paghiamo la casa malati
gigios 10 mesi fa su tio
Ahahahahah e andiamo pure a fare la spesa senza pagare daiiii ahahsh
seo56 10 mesi fa su tio
Grazie a queste iniziative la pago più che volentieri
Tato50 10 mesi fa su tio
Bravo furbo !!
egi47 10 mesi fa su tio
Giustissimo, sono posti dove si va per curarsi e non per ammalarsi. Se sei portatore di malattie stai fuori, questo non è un ospedale per te, hai bisogno di un ospedale specializzato in neurologia.
saetta 10 mesi fa su tio
forse non ti è chiaro che anche il vaccinato contagia tanto quanto chi non lo è!
Mrdyd 10 mesi fa su tio
Portatore di malattie? Forse non avete ancora capito che avere il GP non certifica nulla, vaccinati o no siete sullo stesso livello Solo DISCRIMINAZIONI SOCIALI
saetta 10 mesi fa su tio
forse non ti è ancora chiaro che chi è vaccinato è pure portatore del virus come chiunque altro. L'ospedale è il covo di virus e batteri non solo del covid.
saetta 10 mesi fa su tio
forse non ti è ancora chiaro che chi è vaccinato è pure portatore del virus come chiunque altro. L'ospedale è il covo di virus e batteri, non solo del covid.
Moga 10 mesi fa su tio
Tu ha bisogno di farti vedere da uno bravo! Un non vaccinato sarebbe portatore di malattie? E i vaccinati non si ammalano? Ma le leggi le notizie? Vi ricordate la segregazione razziale nell'America degli anni 50-60? Ecco siamo lì ma per i vaccini.
Veveve 10 mesi fa su tio
Perché se sei vaccinato non puoi infettare eh?! Complimenti! Idee chiarissime!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO