Immobili
Veicoli
Una dozzina le targhe accantonate usando l'account di due colleghi e poi rivendute

CANTONEUna dozzina le targhe accantonate usando l'account di due colleghi e poi rivendute

26.08.21 - 10:15
Il funzionario, sotto inchiesta con un assicuratore del Luganese, ha utilizzato i dati di accesso altrui
TIPRESS
CANTONE
26.08.21 - 10:15
Una dozzina le targhe accantonate usando l'account di due colleghi e poi rivendute
Il funzionario, sotto inchiesta con un assicuratore del Luganese, ha utilizzato i dati di accesso altrui
Oltre ai reati di corruzione, abuso di autorità, appropriazione indebita e riciclaggio, Simone Orlandi dovrà rispondere anche del reato di acquisizione illecita di dati contestati. L'uso delle chiavi d'accesso è avvenuto all'insaputa dei due titolari.

BELLINZONA - Sono una dozzina le targhe vendute sottobanco dal 34enne funzionario della Sezione della circolazione finito sotto inchiesta del Ministero Pubblico, assieme a un 48enne assicuratore del Luganese. Targhe, come scrive oggi laRegione, destinate alle aste organizzate dal Cantone ma messe da parte illecitamente dall’uomo assunto a Camorino nel 2019 con tanto, precisa il giornale, di nomina governativa e impiego al 100%.

Per riuscire nel raggiro ai danni dello Stato, l’ormai ex funzionario Simone Orlandi (il licenziamento con effetto immediato è stato comunicato ieri dal Consiglio di Stato) ha usato gli account di due colleghi della Sezione, entrambi all’oscuro dell’illecito. Da qui uno dei reati, il 143 Cp, l’acquisizione illecita di dati, contestati al 34enne. L’uomo dovrà però rispondere anche di corruzione passiva (subordinatamente di accettazione di vantaggi), abuso di autorità, appropriazione indebita e riciclaggio di denaro. Sull’assicuratore, cui Orlandi cedeva le targhe per poi rivenderle a terzi, pendono invece le ipotesi di reato di corruzione attiva (subordinatamente concessione di vantaggi), riciclaggio e ricettazione.

Quanto ai numeri, ossia quante targhe particolari sono state immesse illecitamente sul mercato stornandole dal previsto canale delle aste (i cui proventi sono usati dallo Stato per finanziare i programmi di prevenzione e sicurezza sulle strade), beh, laRegione parla di una dozzina di pezzi pregiati. Targhe a quattro cifre (pregiate per chi vuole personalizzare il veicolo con la propria data di nascita) il cui valore per pezzo può superare i diecimila franchi. Numeri che depositati negli archivi dai rispettivi conducenti titolare vengono di regola ritirati dallo Stato a decorrere dai 12 mesi. Se non trovano un Orlandi dietro la tastiera.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO