Ti-Press
+9
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Vaccino: «Preparati anche per chi ha paura dell'ago»
Da una parte ci sono gli scettici, ma esistono pure i cosiddetti "belonefobici", coloro che temono le iniezioni
CANTONE
4 ore
Neve in arrivo, scatta l'allerta
Precipitazioni previste in alta quota, ma che domani dovrebbero scendere attorno agli 800 metri.
CHIASSO
9 ore
Almeno 500 franchi per favorire le nascite
Lo chiede in una mozione Giorgio Fonio ed altri firmatari.
GRONO (GR)
9 ore
Dalla bollente Grono alla gelida La Brévine
Torna l'appuntamento con il progetto climatico-sportivo-benefico Temperature in sella.
FAIDO
10 ore
Rinviata l'ottava edizione di "Al nos mangee…"
Nessuna rivisitazione, quest'anno, della Spampezia.
CANTONE
11 ore
Altre 46 persone positive al Covid-19, c'è anche un decesso
Nelle ultime 24 ore a causa del virus è stata ospedalizzata una persona, sette invece hanno potuto far rientro a casa.
FOTO E VIDEO
BIASCA
12 ore
Fiamme in un appartamento, una persona leggermente intossicata
L'incendio si è sviluppato in una palazzina di via Croce a Biasca.
CANTONE / CONFINE
1 gior
Baby gang italo-ticinese: in otto davanti al giudice
I ragazzini sono accusati di persecuzioni e bullismo.
CANTONE
1 gior
Contro "mini-esodo", prime code al Gottardo
Al portale sud della galleria autostradale ci sono almeno alcuni chilometri di colonna.
LUGANO
1 gior
La nostra lingua s'impoverisce, per fortuna che esiste Dante
L'intramontabile grandezza di Dante Alighieri viene celebrata nel 700esimo dalla sua morte
BELLINZONA
1 gior
Una mozione per rafforzare il coinvolgimento dei quartieri
Il Gruppo Unità di Sinistra chiede d'istituire un bilancio partecipativo anche a Bellinzona
CONFINE
1 gior
Festa di compleanno nei boschi di Gaggiolo
Dieci persone sono state sanzionate per violazione delle norme anti-covid.
CANTONE
1 gior
Sette ricoveri e undici dimissioni negli ospedali ticinesi
Nelle ultime 24 ore i contagi notificati all'Ufficio del Medico cantonale sono stati 74. Zero i decessi.
CANTONE
1 gior
Un weekend... autunnale
Dopo il freddo di settimana scorsa e il caldo di quella precedente, ecco la pioggia.
CANTONE
2 gior
Reati finanziari: prosciolto un agente
L'ispettore di polizia era accusato di favoreggiamento, abuso di autorità e violazione del segreto d'ufficio
CANTONE
2 gior
Ecco dove potreste incappare in un radar
Tutti i controlli previsti in Ticino tra il 12 e il 18 aprile 2021
CANTONE
2 gior
Milena Folletti lascia la Rsi
La ex candidata alla direzione ha dato le dimissioni. «Nuove sfide professionali»
QUINTO
2 gior
A 140km/h anziché a 80: fermato un 40enne italiano
La Polizia cantonale l'ha poi nuovamente pizzicato a una velocità di 133 chilometri orari sul limite di 100.
CANTONE / SVIZZERA
2 gior
Meno clienti per le funivie svizzere, tranne in Ticino
Nel nostro cantone è andata meglio anche perché nella stagione comparativa 2018-19 c'era poca neve
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 gior
A Lugano si sono risvegliati 75'000 tulipani
Sono i fiori della campagna “1 Tulipano per la VITA”, messaggio di speranza contro il tumore al seno
LUGANO
2 gior
Nasce tre giorni dopo: colpa del tampone "bugiardo"
Parto rimandato alla clinica Sant'Anna. Il calvario di due giovani neo-genitori
CANTONE
2 gior
Spacciava eroina e metadone, arrestato un 58enne
Ritrovati 450 grammi di pastiglie di ketalgine presso il domicilio nel Bellinzonese
CANTONE
2 gior
Ecco il futuro centro di tiro del Ceneri
Il concorso è stato vinto dal progetto “Fuoco e centro”. La realizzazione è prevista entro il 2027
CANTONE
2 gior
In Ticino 78 nuovi casi, nessun decesso
Meno ricoverati nelle strutture ospedaliere, ad oggi 91, di cui 15 nel reparto di cure intense.
VIDEO
CANTONE
2 gior
Una guida video al nuovo Foglio ufficiale digitale
Dal 1. febbraio 2021 l'opuscolo è diventato un portale web. Ecco come si usa
BELLINZONA
2 gior
«10 franchi di sconto per ogni pasto a domicilio»
Una mozione dei Verdi chiede l'azione “Bellinzona solidale”, con cui la Città possa stimolare l'attività degli esercenti
CANTONE
2 gior
Escursionisti attenzione: i sentieri non sono tutti pronti
Attualmente alcuni percorsi potrebbero non essere ancora praticabili. Ticinosentieri invita alla prudenza
CANTONE
2 gior
I candidati hanno pagato due volte: «Per fortuna»
Pioggia di santini. Grazie alle elezioni annullate le tipografie fanno il "bis". E respirano, in un momento difficile
MENDRISIO
2 gior
Il rispetto del prossimo inizia con una passeggiata allo zoo
«Istruire oggi, per conservare domani»: il motto di Luca Bordoni che organizza tour educativi negli zoo
CONFINE
2 gior
Gasolio di contrabbando dalla Bulgaria
La merce veniva portata a un deposito lombardo, dove era presente un silos adibito allo stoccaggio di gasolio
FOTO
BIASCA
2 gior
Auto contro la ringhiera
L'incidente è avvenuto poco dopo le 3.30 sulla strada cantonale
CANTONE
2 gior
Boom di camper in Ticino, e Lugano non tira a campare
Nei prossimi mesi verrà presentato un progetto per il raddoppio dell'intasatissima area di sosta al Tassino
CANTONE
2 gior
Gelo, vento e siccità: meno patate e insalata sulle nostre tavole
Il direttore dell'UCT, Sem Genini: «La situazione è seria. Temiamo danni importanti».
FOTO E VIDEO
PREONZO
2 gior
Auto in fiamme in autostrada
Chiusa una corsia in direzione nord
CANTONE
3 gior
«La tristezza è diventata aggressività»
Timori per le masse che non rispettano più le norme anti Covid. Intervista alla psicoterapeuta Giulia Raiteri.
CANTONE
3 gior
Da rifiuti privati a rifiuti pubblici
Per l'Osservatorio OKKIO aumentare i cestini pubblici o la frequenza degli svuotamenti non risolve il problema.
MESOCCO (GR)
3 gior
San Bernardino, via libera al nuovo resort
La struttura ricettiva, in zona Acuforta, sarà composta da un albergo, appartamenti di vacanza e un'area wellness.
CHIASSO
3 gior
Il restyling del Quartiere Soldini è terminato
L'operazione di riqualifica era partita nel 2011. Obiettivo: la valorizzazione del comparto
LUGANO
3 gior
Lugano tende una mano ai ristoratori
Il Municipio condona le tasse di occupazione dell’area pubblica per il primo semestre 2021.
CANTONE
3 gior
Perché non si rispettano più le regole? Live con la psicologa
La specialista Giulia Raiteri in diretta su Piazza Ticino. Segui e commenta anche su Facebook e Youtube.
CANTONE
25.02.2021 - 06:000
Aggiornamento : 11:10

Un anno di pandemia

Il 25 febbraio 2020 venne segnalato il primo caso di coronavirus in Ticino (e in Svizzera).

Dodici mesi (e scatti) tra paure e speranze. Ripercorriamo i momenti destinati a rimanere impressi nella memoria di tutti i ticinesi.

BELLINZONA - È passato un anno esatto dal primo caso di coronavirus registrato in Ticino. È infatti martedì 25 febbraio 2020 quando le autorità sanitarie segnalano la positività al tampone - una prima anche sul fronte nazionale - di un medico di 70 anni che dieci giorni prima aveva partecipato a un convegno scientifico di aggiornamento e di formazione professionale a Segrate. I primi sintomi della malattia compaiono il 17 febbraio e qualche giorno dopo la salute dell'uomo peggiora. Gli sale la febbre a 38 e l'ossigenazione del sangue ha un crollo. Il 70enne viene subito ricoverato nel reparto di cure intense - modificato ad hoc - della Clinica Moncucco. Qui rimane isolato fino al 28 febbraio, giorno in cui viene dimesso.


Ti-Press
La conferenza stampa da Bellinzona nella quale venne annunciato il primo caso ticinese (e svizzero).

Effetto domino - Per alcuni giorni la situazione sul fronte dei contagi in Ticino resta tranquilla. Poi il due marzo arriva anche il secondo caso positivo. La situazione, a questo punto, inizia a precipitare velocemente. E i contagi cominciano a cadere regolari come i pezzi di un domino, nel nostro cantone come nel resto del Paese. Il 4 marzo viene segnalato il primo caso in un istituto scolastico ticinese - più precisamente la Arti e Mestieri di Bellinzona, mentre il numero dei positivi in Ticino raggiungeva già quota quindici.


Ti-Press
La prima infezione a scuola si è verificata all'Arti e Mestieri di Bellinzona.

Primo decesso in Svizzera - Il giorno successivo, era il 5 marzo, arriva anche il primo decesso provocato dalla malattia in Svizzera. A perdere la vita è una 74enne del Canton Vaud che soffriva di patologie pregresse. A una decina di giorni dalla sua comparsa sul territorio elvetico, la Sars-CoV2 ha già contagiato una novantina di persone in 15 cantoni.


Keystone
Il primo decesso su territorio svizzero è avvenuto al CHUV di Losanna.

Prima vittima ticinese in una casa anziani - Cinque giorni più tardi, era il 10 marzo, anche il Ticino deve fare i conti con il primo decesso su suolo cantonale. La prima vittima di una (purtroppo) lunga serie. A morire per le complicazioni legate al coronavirus è una donna di ottant'anni ospite di una casa per anziani di Chiasso. I casi ticinesi confermati quel triste giorno arrivano a sfiorare il centinaio, mentre in tutta la Confederazione sono 476.


Ti-Press
Una donna di ottant'anni ospite di una casa anziani di Chiasso è la prima vittima ticinese del Covid-19.

Lockdown - Il giorno successivo le autorità cantonali emanano lo stato di necessità chiudendo le scuole del post-obbligo e i luoghi di aggregazione e vietando gli assembramenti con più di 50 persone. È il preludio al lockdown vero e proprio che viene annunciato il 13 marzo per poi entrare in vigore il 16. L'esempio ticinese sarà poi seguito anche dal Consiglio federale la settimana successiva. Il 20 marzo il Governo sblocca i primi 40 miliardi per gli aiuti economici alle persone toccate dalla pandemia. Ne seguiranno molti altri...


Ti-Press
Il Ticino si confina per contrastare la diffusione del virus. Qui uno scorcio delle vie (deserte) a Mendrisio.

Baluardo Carità - Sempre il 13 marzo l'Ospedale La Carità di Locarno diventa il primo punto di riferimento cantonale nella lotta al Covid-19. Tutti i letti presenti nella struttura, da quel giorno, vengono infatti dedicati al trattamento e alla cura dei malati di coronavirus. Due giorni dopo anche la Clinica luganese Moncucco - la prima confrontata con la malattia - segue la strada intrapresa dalla Carità e diventa il secondo nosocomio ticinese interamente dedicato al Covid-19.


Ti-Press
Le tende da campo montate all'entrata del pronto soccorso della Carità per il triage.

Ticino nella morsa del virus - La curva cresce in maniera esponenziale. In Ticino dal 13 al 23 marzo si passa da 206 a 1'209 casi. Un più mille registrato in appena dieci giorni. Il 30 marzo è uno dei giorni più neri della prima ondata: ben 15 ticinesi perdono la vita a causa del virus in sole 24 ore. Gli ospedali fanno segnare il triste primato di 415 pazienti ricoverati (numero più alto raggiunto), 76 dei quali in terapia intensiva. Marzo termina con 2'195 casi accertati e 132 decessi.


Ti-Press
Il 30 marzo si è registrato il numero record di ricoveri in Ticino.

Le prime luci ad aprile - Il mese d'aprile viene vissuto in isolamento dalla popolazione. Ma il lockdown imposto dalle autorità ottiene l'effetto sperato. Il numero dei contagi rallenta. Il sei aprile la curva epidemiologica raggiunge il picco, poi inizia la discesa. A fine mese il bilancio è di 3'210 casi totali. Purtroppo, però, i decessi arrivano a toccare quota 321. 

Maggio e le prime riaperture - Il peggio della prima ondata sembra essere alle spalle. E l'11 maggio il Consiglio federale decide di attuare i primi allentamenti. Riaprono ad esempio le scuole, i bar e i ristoranti e altri luoghi d'intrattenimento. I contagi nel nostro cantone si fanno sporadici, tanto che in totale saranno meno di un centinaio in tutto il mese.


Ti-Press
Dall'undici maggio è di nuovo possibile gustarsi un caffè al bar.

Riaperture e tranquillità - Durante il mese di giugno la situazione epidemiologica migliora ulteriormente e il Consiglio federale decide ulteriori allentamenti. Il sei riaprono cinema, campeggi, impianti di risalita, zoo, teatri e piscine. In Ticino il 12 giugno viene registrato l'ultimo decesso - il 350esimo - della prima ondata.


Ti-Press
Il 6 giugno hanno riaperto anche i parchi, per la felicità di grandi e piccini.

Mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici - L'estate fa dimenticare i problemi vissuti durante la pandemia. Dal primo luglio le mascherine diventano obbligatorie su tutti i mezzi pubblici, ma a parte questa misura imposta dal Governo federale, la vita sembra andare avanti seguendo una ritrovata normalità. Intanto il 4 luglio viene dimesso l'ultimo paziente ticinese ricoverato in ospedale per il Covid-19. Da quel giorno e fino al 30 settembre le strutture sanitarie ticinesi non accoglieranno mai più di due pazienti insieme. Fino allo scoppio, improvviso e violentissimo della seconda ondata. 


Ti-Press
La mascherina sui mezzi è stato imposta dal primo luglio.

Toccata e fuga per i grandi eventi - Da ottobre via la situazione inizia a precipitare, sia in Svizzera che in Ticino. I numeri deflagrano in maniera eclatante. Il 28 ottobre il Consiglio federale si vede costretto a revocare il via libera ai grandi eventi dato nemmeno un mese prima. Lo stesso Alain Berset, in dicembre, ammette di «aver peccato d'ottimismo» definendo «un grave errore» quello di aver permesso le manifestazioni con più di mille persone.


TI-Press
Per meno di un mese il pubblico ha potuto assistere alle partite dalle piste e negli stadi.

Novembre nero - A inizio novembre vengono registrati - per diversi giorni consecutivi - più di diecimila casi in Svizzera. Gli ospedali sono allo stremo, i posti in cure intense vanno esaurendosi.  Il 24 novembre il Ticino piange la sua 500esima vittima, mentre i casi sono oltre 14'000. Faranno ancora in tempo a (quasi) raddoppiare arrivando ai giorni nostri.


Ti-Press
L'arrivo delle varianti preoccupa le autorità.

Luci e ombre - Giunti al presente, al giorno di questo triste primo anniversario, il numero dei contagiati sfiora i 28'000, con quello dei morti che ha superato quota 950 in Ticino, mentre in Svizzera si è ampiamente sorpassato i 550'000 contagi e i 9'200 decessi. La nostra vita è cambiata. E il nostro futuro è tutto da scrivere. In fondo a questo tunnel durato per 366 lunghi giorni si inizia a intravvedere una luce di speranza rappresentata dai vaccini, ma che viene un po' ottenebrata dal timore delle mutazioni del virus. Le varianti - quella inglese, scoperta per la prima volta il 24 dicembre in Svizzera e ormai già ben radicata anche in Ticino, quella sudafricana (primo caso il 27 dicembre in Svizzera, qualche giorno dopo in Ticino) e quella brasiliana (primo caso l'8 febbraio a Zurigo) - sono infatti sempre più diffuse e potrebbero cambiare le carte in tavola.


TI-Press
La campagna vaccinale, partita in Ticino lo scorso 4 gennaio, rappresenta la speranza per un ritorno alla normalità.

Al limite - Intanto la popolazione è al limite della sopportazione. Le misure di contenimento iniziano a pesare. Gli svizzeri iniziano a scendere in piazza a manifestare. Diversi settori economici chiedono riaperture per non morire. E allora la speranza è che il secondo anniversario dal primo caso - il 25 febbraio 2022 - possa essere diverso e venir festeggiato abbracciando una ritrovata normalità, senza il virus di mezzo.

 

Ti-Press
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-11 21:05:38 | 91.208.130.86