Immobili
Veicoli
Ti-Press
+9
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
FOTO E VIDEO
MORBIO INFERIORE
3 ore
Nino ha soffiato su cento candeline
Il neo-centenario, nato il 23 gennaio 1922, abita (da sempre) a Morbio Inferiore.
CANTONE
6 ore
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
MENDRISIO
7 ore
Truffano un'anziana, fermati con 40mila franchi
I "falsi poliziotti" tornano a colpire in Ticino. La Polizia mette in guardia
CANTONE
8 ore
Sogni di diventare infermiere? Oggi aprono le iscrizioni alla SSSCI
I percorsi formativi offerti sono due: diploma SSS per infermiere e diploma SSS per soccorritore.
FOTO
LOSONE
8 ore
Quel legame invisibile che collega Losone alla Polonia
Durante la seconda guerra mondiale 450 soldati polacchi trovarono rifugio nel Comune Locarnese.
CANTONE
8 ore
Diciotto nuove sezioni in quarantena
Nelle ultime 24 ore si registrano poco più di mille contagi e nessuna vittima dovuta al Covid
LOCARNO
8 ore
Quando il semaforo diventa rosso, è ora di ventilare l'aula
La Città di Locarno ha deciso di equipaggiare le scuole comunali di sensori che rilevano il quantitativo di CO2
CANTONE
10 ore
FC Chiasso e OTR Mendrisiotto e Basso Ceresio stringono una collaborazione
L'obiettivo: valorizzare il territorio e promuovere l'offerta turistica
CANTONE
10 ore
«Dopo 20 anni di lavoro, mi hanno lasciato a casa con una videochiamata»
La testimonianza di un ex quadro di UBS, "vittima" della riorganizzazione prevista dalla banca.
BEDANO
10 ore
Open day alla Scuola Montessori
Il prossimo 5 febbraio è previsto un appuntamento virtuale per scoprire la Casa di Irma a Bedano
CONFINE
11 ore
Frontalieri con il reddito di cittadinanza
Nuovi furbetti smascherati dai finanzieri del luinese
CANTONE
12 ore
«Contact tracing: così è ridicolo»
Duro attacco della dottoressa Daniela Soldati, ex direttrice della Santa Chiara di Locarno, al sistema di tracciamento.
CANTONE
12 ore
Il pane non seguirà la pasta nella folle corsa dei prezzi
Il direttore del Mulino di Maroggia parla dei rialzi in atto sul mercato dei cereali
FOTO
CANTONE
23 ore
A 2'500 metri, meno neve del solito
L'inverno con le vette bianche si fa ancora attendere. Fino a metà febbraio non sono, per ora, previste precipitazioni
BELLINZONA
1 gior
Grande Bellinzona: ecco tre nuove commissioni di quartiere
Gli interessati a far parte di questi organi di rappresentanza potranno candidarsi già dalla prossima settimana.
PURA / CASLANO
1 gior
Scontro tra più auto: due feriti, di cui uno grave
È successo questa mattina poco prima delle 11 in via Colombera a Pura
CANTONE
1 gior
In Ticino aumentano i ricoverati e c'è un nuovo decesso
Salgono i pazienti Covid ospedalizzati a causa del virus, ora 163, di cui 17 in cure intense.
LOCARNO
2 gior
Un 31 gennaio insolitamente silenzioso in Città Vecchia
Anche quest'anno gli organizzatori di Bandir Gennaio hanno gettato la spugna.
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 gior
«Devono aumentare le pensioni, non l'età pensionabile»
Il Collettivo femminista "Io L'8 Ogni Giorno" sta contribuendo alla raccolta firme per il referendum contro AVS 21.
FOTO E VIDEO
PARADISO
2 gior
In cima al Pan di Zucchero ticinese
Il fascino di una delle mete turistiche ticinesi più spettacolari
CANTONE
2 gior
1348 nuovi positivi e un decesso in Ticino
Sono 158 i pazienti ricoverati, 16 dei quali si trovano in cure intense
AIROLO
2 gior
Sorpasso nel tunnel del San Gottardo, automobilista condannato
Un cittadino degli Emirati Arabi è stato sanzionato per la manovra compiuta lo scorso 24 novembre
LUGANO
2 gior
Davide Enderlin a processo
L'ex consigliere comunale luganese è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di illeciti per oltre 3 milioni
ARBEDO-CASTIONE
3 gior
Il Motel Castione affonda schiacciato dall'Iva
Negli scorsi giorni la società ha depositato i bilanci, oggi lo stop intimato dal Cantone
CANTONE
3 gior
Cardiocentro nell'EOC: «È stato un primo anno positivo»
L'integrazione è pienamente riuscita e da quest'anno la cardiologia dell'Ente sarà gestita totalmente dal Cardiocentro.
CANTONE
3 gior
Ecco i prossimi radar, molti nel Luganese
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 24 al 30 gennaio
CANTONE
3 gior
Mancata riscossione dell'IVA: «Non devono essere i conducenti a risarcirla»
L'invio di un complemento di fattura dopo circa cinque anni ha fatto storcere il naso a molti.
FOTO
LUGANO
3 gior
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
3 gior
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
3 gior
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
3 gior
Rinnovato il CCL dell'Autolinea Mendrisiense
Si tratta di un contratto collettivo «solido e garante di buone condizioni di lavoro», sottolineano i sindacati.
FOTO E VIDEO
LUGANO
3 gior
Fiamme in un appartamento a Lugano
L'incendio è divampato questa mattina in una palazzina di Via Gerso.
CANTONE
3 gior
In lieve aumento i ricoveri (+5) e tre nuove vittime
I nuovi positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore sono 1421.
CADENAZZO
3 gior
Due mesi di cantiere sulla strada del Monte Ceneri
Il risanamento della pavimentazione della strada cantonale si svolgerà tra il 31 gennaio e fine marzo.
CANTONE
3 gior
«Io prete che ho detto di no a quella donna»
Don Pierangelo Regazzi, ex arciprete di Bellinzona, vuota il sacco: «Il celibato obbligatorio non ha più senso».
CANTONE
3 gior
Figlio in ospedale? C'è chi ti porta da mangiare gratis
Questo lo scopo dell'associazione che, ora, cerca volontari nel Bellinzonese: «Abbiamo delle famiglie da aiutare»
CANTONE
3 gior
Il «bellissimo gioco» che ti fa perdere 1300 franchi
Il meccanismo è quello del noto "schema Ponzi": piramidale e senza reale possibilità di vincere
CANTONE/CONFINE
3 gior
Senza peli sulla lingua: «Il Green Pass avrà un impatto»
La testimonianza di uno storico parrucchiere e il parere del sindaco Mastromarino
LUGANO
3 gior
Pugni al Parco Ciani, in due in ospedale
La colluttazione è avvenuta attorno alle 18.30. Sconosciute per il momento le cause e la dinamica dei fatti
CANTONE
25.02.2021 - 06:000
Aggiornamento : 11:10

Un anno di pandemia

Il 25 febbraio 2020 venne segnalato il primo caso di coronavirus in Ticino (e in Svizzera).

Dodici mesi (e scatti) tra paure e speranze. Ripercorriamo i momenti destinati a rimanere impressi nella memoria di tutti i ticinesi.

BELLINZONA - È passato un anno esatto dal primo caso di coronavirus registrato in Ticino. È infatti martedì 25 febbraio 2020 quando le autorità sanitarie segnalano la positività al tampone - una prima anche sul fronte nazionale - di un medico di 70 anni che dieci giorni prima aveva partecipato a un convegno scientifico di aggiornamento e di formazione professionale a Segrate. I primi sintomi della malattia compaiono il 17 febbraio e qualche giorno dopo la salute dell'uomo peggiora. Gli sale la febbre a 38 e l'ossigenazione del sangue ha un crollo. Il 70enne viene subito ricoverato nel reparto di cure intense - modificato ad hoc - della Clinica Moncucco. Qui rimane isolato fino al 28 febbraio, giorno in cui viene dimesso.


Ti-Press
La conferenza stampa da Bellinzona nella quale venne annunciato il primo caso ticinese (e svizzero).

Effetto domino - Per alcuni giorni la situazione sul fronte dei contagi in Ticino resta tranquilla. Poi il due marzo arriva anche il secondo caso positivo. La situazione, a questo punto, inizia a precipitare velocemente. E i contagi cominciano a cadere regolari come i pezzi di un domino, nel nostro cantone come nel resto del Paese. Il 4 marzo viene segnalato il primo caso in un istituto scolastico ticinese - più precisamente la Arti e Mestieri di Bellinzona, mentre il numero dei positivi in Ticino raggiungeva già quota quindici.


Ti-Press
La prima infezione a scuola si è verificata all'Arti e Mestieri di Bellinzona.

Primo decesso in Svizzera - Il giorno successivo, era il 5 marzo, arriva anche il primo decesso provocato dalla malattia in Svizzera. A perdere la vita è una 74enne del Canton Vaud che soffriva di patologie pregresse. A una decina di giorni dalla sua comparsa sul territorio elvetico, la Sars-CoV2 ha già contagiato una novantina di persone in 15 cantoni.


Keystone
Il primo decesso su territorio svizzero è avvenuto al CHUV di Losanna.

Prima vittima ticinese in una casa anziani - Cinque giorni più tardi, era il 10 marzo, anche il Ticino deve fare i conti con il primo decesso su suolo cantonale. La prima vittima di una (purtroppo) lunga serie. A morire per le complicazioni legate al coronavirus è una donna di ottant'anni ospite di una casa per anziani di Chiasso. I casi ticinesi confermati quel triste giorno arrivano a sfiorare il centinaio, mentre in tutta la Confederazione sono 476.


Ti-Press
Una donna di ottant'anni ospite di una casa anziani di Chiasso è la prima vittima ticinese del Covid-19.

Lockdown - Il giorno successivo le autorità cantonali emanano lo stato di necessità chiudendo le scuole del post-obbligo e i luoghi di aggregazione e vietando gli assembramenti con più di 50 persone. È il preludio al lockdown vero e proprio che viene annunciato il 13 marzo per poi entrare in vigore il 16. L'esempio ticinese sarà poi seguito anche dal Consiglio federale la settimana successiva. Il 20 marzo il Governo sblocca i primi 40 miliardi per gli aiuti economici alle persone toccate dalla pandemia. Ne seguiranno molti altri...


Ti-Press
Il Ticino si confina per contrastare la diffusione del virus. Qui uno scorcio delle vie (deserte) a Mendrisio.

Baluardo Carità - Sempre il 13 marzo l'Ospedale La Carità di Locarno diventa il primo punto di riferimento cantonale nella lotta al Covid-19. Tutti i letti presenti nella struttura, da quel giorno, vengono infatti dedicati al trattamento e alla cura dei malati di coronavirus. Due giorni dopo anche la Clinica luganese Moncucco - la prima confrontata con la malattia - segue la strada intrapresa dalla Carità e diventa il secondo nosocomio ticinese interamente dedicato al Covid-19.


Ti-Press
Le tende da campo montate all'entrata del pronto soccorso della Carità per il triage.

Ticino nella morsa del virus - La curva cresce in maniera esponenziale. In Ticino dal 13 al 23 marzo si passa da 206 a 1'209 casi. Un più mille registrato in appena dieci giorni. Il 30 marzo è uno dei giorni più neri della prima ondata: ben 15 ticinesi perdono la vita a causa del virus in sole 24 ore. Gli ospedali fanno segnare il triste primato di 415 pazienti ricoverati (numero più alto raggiunto), 76 dei quali in terapia intensiva. Marzo termina con 2'195 casi accertati e 132 decessi.


Ti-Press
Il 30 marzo si è registrato il numero record di ricoveri in Ticino.

Le prime luci ad aprile - Il mese d'aprile viene vissuto in isolamento dalla popolazione. Ma il lockdown imposto dalle autorità ottiene l'effetto sperato. Il numero dei contagi rallenta. Il sei aprile la curva epidemiologica raggiunge il picco, poi inizia la discesa. A fine mese il bilancio è di 3'210 casi totali. Purtroppo, però, i decessi arrivano a toccare quota 321. 

Maggio e le prime riaperture - Il peggio della prima ondata sembra essere alle spalle. E l'11 maggio il Consiglio federale decide di attuare i primi allentamenti. Riaprono ad esempio le scuole, i bar e i ristoranti e altri luoghi d'intrattenimento. I contagi nel nostro cantone si fanno sporadici, tanto che in totale saranno meno di un centinaio in tutto il mese.


Ti-Press
Dall'undici maggio è di nuovo possibile gustarsi un caffè al bar.

Riaperture e tranquillità - Durante il mese di giugno la situazione epidemiologica migliora ulteriormente e il Consiglio federale decide ulteriori allentamenti. Il sei riaprono cinema, campeggi, impianti di risalita, zoo, teatri e piscine. In Ticino il 12 giugno viene registrato l'ultimo decesso - il 350esimo - della prima ondata.


Ti-Press
Il 6 giugno hanno riaperto anche i parchi, per la felicità di grandi e piccini.

Mascherine obbligatorie sui mezzi pubblici - L'estate fa dimenticare i problemi vissuti durante la pandemia. Dal primo luglio le mascherine diventano obbligatorie su tutti i mezzi pubblici, ma a parte questa misura imposta dal Governo federale, la vita sembra andare avanti seguendo una ritrovata normalità. Intanto il 4 luglio viene dimesso l'ultimo paziente ticinese ricoverato in ospedale per il Covid-19. Da quel giorno e fino al 30 settembre le strutture sanitarie ticinesi non accoglieranno mai più di due pazienti insieme. Fino allo scoppio, improvviso e violentissimo della seconda ondata. 


Ti-Press
La mascherina sui mezzi è stato imposta dal primo luglio.

Toccata e fuga per i grandi eventi - Da ottobre via la situazione inizia a precipitare, sia in Svizzera che in Ticino. I numeri deflagrano in maniera eclatante. Il 28 ottobre il Consiglio federale si vede costretto a revocare il via libera ai grandi eventi dato nemmeno un mese prima. Lo stesso Alain Berset, in dicembre, ammette di «aver peccato d'ottimismo» definendo «un grave errore» quello di aver permesso le manifestazioni con più di mille persone.


TI-Press
Per meno di un mese il pubblico ha potuto assistere alle partite dalle piste e negli stadi.

Novembre nero - A inizio novembre vengono registrati - per diversi giorni consecutivi - più di diecimila casi in Svizzera. Gli ospedali sono allo stremo, i posti in cure intense vanno esaurendosi.  Il 24 novembre il Ticino piange la sua 500esima vittima, mentre i casi sono oltre 14'000. Faranno ancora in tempo a (quasi) raddoppiare arrivando ai giorni nostri.


Ti-Press
L'arrivo delle varianti preoccupa le autorità.

Luci e ombre - Giunti al presente, al giorno di questo triste primo anniversario, il numero dei contagiati sfiora i 28'000, con quello dei morti che ha superato quota 950 in Ticino, mentre in Svizzera si è ampiamente sorpassato i 550'000 contagi e i 9'200 decessi. La nostra vita è cambiata. E il nostro futuro è tutto da scrivere. In fondo a questo tunnel durato per 366 lunghi giorni si inizia a intravvedere una luce di speranza rappresentata dai vaccini, ma che viene un po' ottenebrata dal timore delle mutazioni del virus. Le varianti - quella inglese, scoperta per la prima volta il 24 dicembre in Svizzera e ormai già ben radicata anche in Ticino, quella sudafricana (primo caso il 27 dicembre in Svizzera, qualche giorno dopo in Ticino) e quella brasiliana (primo caso l'8 febbraio a Zurigo) - sono infatti sempre più diffuse e potrebbero cambiare le carte in tavola.


TI-Press
La campagna vaccinale, partita in Ticino lo scorso 4 gennaio, rappresenta la speranza per un ritorno alla normalità.

Al limite - Intanto la popolazione è al limite della sopportazione. Le misure di contenimento iniziano a pesare. Gli svizzeri iniziano a scendere in piazza a manifestare. Diversi settori economici chiedono riaperture per non morire. E allora la speranza è che il secondo anniversario dal primo caso - il 25 febbraio 2022 - possa essere diverso e venir festeggiato abbracciando una ritrovata normalità, senza il virus di mezzo.

 

Ti-Press
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 18:54:36 | 91.208.130.89