Ti-Press (Alessandro Crinari)
+15
CANTONE
12.01.2021 - 18:320
Aggiornamento : 13.01.2021 - 09:50

Il primo bilancio è positivo: «Tutti emozionati, ma puntuali»

Oggi sul Monte Ceneri sono stati vaccinati oltre 100 anziani. E domani il numero crescerà.

Ryan Pedevilla: «Chi ha deciso di venire ha ben impresso cosa ha significato quest'anno di limitazioni».

MONTECENERI - Buona la prima a Rivera. Il primo giorno di vaccinazioni al Centro cantonale della Protezione civile è terminato e il bilancio è ottimo sotto tutti i punti di vista. La tabella di marcia è infatti stata rispettata alla lettera e nessun ospite - ricordiamo che la campagna per ora si limita agli over 85 - ha avvertito malesseri o necessitato di cure.

Puntualità ed emozione - «Tutte le persone che avevano preso un appuntamento si sono presentate puntuali e viceversa non è arrivato nessuno che non avesse un appuntamento», conferma il Capo della sezione del militare e della protezione della popolazione Ryan Pedevilla. Non c'è nemmeno stato qualcuno che, una volta giunto a Rivera, ha cambiato idea. «Al contrario, tutte le persone erano emozionate e hanno ringraziato per questa possibilità. Chi ha deciso di venire ha ben impresso cosa ha significato quest'anno di limitazioni e vedono il vaccino come un'importante vittoria».

Da domani si accelera - Le quattro piste attive sono state gestite a un ritmo di quattro persone all'ora, ciò che ha permesso d'inoculare il vaccino a circa 120 persone. Un numero che crescerà già da domani. «Oggi dovevamo avere le necessarie tempistiche di riserva, ma da domani passeremo a un ritmo di sei persone all'ora per ogni linea», spiega Pedevilla. Come detto anche dal profilo sanitario tutto si è svolto per il meglio. Solo qualche persona ha richiesto di rimanere un po' di più dei 15-20 minuti previsti presso il settore di ristoro, presidiato, allestito nel Centro.

Nei centri regionali solo Pfizer - L'omologazione del vaccino di Moderna permetterà ora di ampliare la campagna in altri due centri regionali (Ascona e Tesserete) e presso 94 medici di famiglia selezionati. Nei primi verranno somministrati esclusivamente i preparati della Pfizer (più difficili da gestire), mentre nei secondi anche quelli di Moderna. «In ogni caso nessuno avrà a disposizione i due vaccini, in modo da evitare che ci si possa vaccinare con un preparato e fare poi il richiamo con l'altro», conclude Pedevilla. Che ricorda come nei prossimi giorni la sicurezza di avere un vaccino riservato è possibile unicamente telefonando al numero 0800 128 128. Chi non può recarsi in uno dei centri regionali deve invece contattare le cancellerie comunali.

Ti-Press (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 18 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-25 19:08:56 | 91.208.130.87