tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
7 ore
Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?
Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano
FOTO E VIDEO
QUARTINO
9 ore
Fiamme in una carrozzeria: un operaio ricoverato
Il rogo è divampato attorno alle 18.30 in via Mondette. Ingenti i danni alla struttura
CANTONE
10 ore
«Sindaci ticinesi, uscite dal buco»
Giovanni Cossi, presidente della Conferenza dei sindaci del Malcantone, lancia un appello: «Salviamo il Cantone».
FOTO E VIDEO
RIVIERA
10 ore
Troppa pioggia, il riale esonda
Allagato un giardino privato a Osogna. Sul posto sono intervenuti nel pomeriggio i pompieri di Biasca
CANTONE
11 ore
Gastroticino: «Grazie Governo»
Soddisfatti bar e ristoranti per le scelte del Consiglio di Stato: «Così possiamo lavorare»
CANTONE
11 ore
Covid: scatta l'obbligo della mascherina all'aperto
La protezione sarà da adottare laddove le distanze non possono essere mantenute, in particolar modo nei mercati.
LOCARNO
13 ore
La funicolare del San Salvatore fa tappa a Locarno
La mostra itinerante per i 130 anni dell'impianto è visitabile nella cornice dei Giardini Arp
LUGANO
14 ore
È di nuovo tempo di Artecasa
La fiera avrà luogo al Padiglione Conza di Lugano dal 28 ottobre al 1. novembre 2020
CANTONE
14 ore
Fregati dalla solitudine e dal bisogno di affetto
Col Covid-19 aumentano i rischi di truffe amorose. Il ricercatore Luca Brunoni si è trasformato in esca.
CONFINE
16 ore
«Siamo stati picchiati, perché avevamo chiesto di mettere la mascherina»
L'appello dal Rifugio dell'Alpe di Colonno, in provincia di Como, pubblicato sui social
FOTO
BELLINZONA
17 ore
Un altro mattone per far rivivere Prada
L'antico nucleo medievale di Bellinzona è diventato comparto protetto d'interesse cantonale nell'autunno del 2019.
VERNATE
17 ore
Un'aula senza tetto né pareti
In compenso, ha un grande totem di legno. È stata realizzata dalle scuole di Vernate
CANTONE
17 ore
Quando gli applausi non bastano più
Al via la settimana di protesta per migliori condizioni per gli operatori sociosanitari
CANTONE
18 ore
Una classe in quarantena al Liceo di Lugano 2
Ieri la misura era stata decisa anche per allievi della Scuola cantonale di commercio
CANTONE
18 ore
Coronavirus in Ticino: altri 147 contagi e 15 ricoveri in 24 ore
Negli ospedali ticinesi sono attualmente ricoverate 80 persone positive al coronavirus.
CANTONE
19 ore
In perdita i trasporti, il sindacato scrive a Simonetta Sommaruga
Il SEV teme un aumento delle perdite d’introiti per le imprese di trasporto. Chiede un maggiore sostegno
CANTONE
19 ore
Anche il Ticino avrà il suo rumorometro
È iniziata negli scorsi giorni la sperimentazione del congegno che informerà sul livello di rumore generato dai veicoli.
CANTONE
21 ore
Negazionisti ticinesi: ecco come la pensano
Anche in Ticino i Covid-scettici e i "no mask" non mancano. L'esperto Garzoni risponde ad alcuni di loro
CONFINE
21 ore
Prendeva il reddito di cittadinanza, ma il marito lavorava in Ticino
La donna, residente a Carlazzo, è stata denunciata alla Procura di Como.
MUZZANO
22 ore
«Pesavo 29 chili: così sono ripartita»
Apryl Franchini, 20 anni, ha sofferto di anoressia nervosa. Oggi aiuta chi è confrontato con disturbi alimentari.
CANTONE
1 gior
Vaccino anti-influenzale: la prima fornitura è già esaurita
Nonostante potesse essere prescritto solo ai gruppi a rischio, il primo stock del vaccino è già terminato
VIDEO E FOTO
SOBRIO
1 gior
Giovane si ferisce in una stalla, interviene la Rega
Il ragazzo sarebbe stato colpito da una parete caduta all'interno della struttura.
VIDEO
BELLINZONA
1 gior
È caccia a questa macchina
Si cerca un'Audi A1 scura. Ecco cosa ha combinato in Viale Portone.
BELLINZONA
1 gior
Un'altra quarantena alla Commercio
La misura è stata attuata questa mattina. Lo annunciano DSS e DECS
CANTONE
1 gior
Rifornivano di droga il Luganese, in manette cinque persone
La Polizia ha sequestrato 250 grammi di cocaina, alcuni grammi di eroina, marijuana e hashish, e circa 12mila franchi.
CANTONE
1 gior
Altri due morti e 256 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 65 pazienti positivi al coronavirus.
CANTONE
1 gior
«Coazioni, non aggregazioni»
Le recenti bocciature sarebbero la dimostrazione che i cittadini sono stanchi di questi «giochetti di palazzo».
CANTONE
1 gior
Rinnovo del comitato per la Gioventù Socialista
Dopo diversi anni lascia Angelo Mordasini. Subentrano Yannick Demaria, Siro Fadini e Laura Guscetti
CANTONE
1 gior
Le case in Ticino fanno gola agli svizzero tedeschi
Sul mercato immobiliare si registra un aumento delle richieste da parte della clientela d'oltralpe
CANTONE
2 gior
Coronavirus e Gran Consiglio: è un grattacapo
Nonostante il protocollo e le rigide misure sanitarie, si valuta nuovamente un cambiamento di sede
CANTONE
2 gior
Ecco l'ora solare: stanotte "si dorme di più"
Le lancette vanno riportate indietro di un'ora
CANTONE
2 gior
Una parentesi di sole prima di pioggia e neve
Al weekend di bel tempo farà seguito un inizio di settimana contraddistinto dalle precipitazioni.
LUGANO
12.08.2020 - 19:010
Aggiornamento : 13.08.2020 - 07:03

Il Covid colpisce anche via Nassa

Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»

La conferma dall'industria: negli ultimi sei mesi, gli ordini «si sono contratti fortemente»

LUGANO - Il Covid colpisce duro in via Nassa. Il commercio di orologi e gioielli è in difficoltà: la catena Bucherer ha annunciato 220 licenziamenti in Svizzera. I tagli riguarderanno, probabilmente, anche il personale in Ticino. 

Nel salotto dello shopping a Lugano, insomma, gli orologi segnano l'ora della crisi. «Non siamo un'isola felice anzi» commenta il segretario dell'associazione Via Nassa Mario Tamborini. «L'assenza dei turisti in particolare dai paesi arabi, dalla Cina e dagli Stati Uniti pesa molto su alcune attività». 

Le boutiques stringono i denti. «I mesi più difficili sono certamente alle spalle, a luglio e agosto si sono registrati segnali positivi. Tuttavia il momento resta critico». Anche se «non ci sono avvisaglie di chiusure imminenti per ora» diverse aziende nella filiera del lusso hanno fatto ricorso al lavoro ridotto. «Il settore orologiero e dei gioielli è sicuramente quello che soffre di più» conclude Tamborini.

La conferma arriva anche dall'industria: negli ultimi sei mesi gli ordini «si sono contratti fortemente» spiega Alessandro Recalcati, vide-direttore dell'Associazione dei produttori orologieri (Atio). «Diverse aziende stanno riducendo il personale, tramite orario ridotto o licenziamenti».

Le aziende orologiere in Ticino «lavorano soprattutto nell'assemblaggio, dove l'automazione è ridotta e la manodopera è il costo principale» ricorda Recalcati. «Le imprese si stanno adeguando alla contrazione del mercato, ma siamo fiduciosi che al termine dell'emergenza sanitaria ci sarà una ripresa solida». Un recupero è atteso «per la fine dell'anno». In tempo per Natale, si spera. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tiziano Ferrari 2 mesi fa su fb
Colpisse anche voi
Nicklugano 2 mesi fa su tio
Via Nassa salotto dello shopping ?? È da anni ormai che è la camera da letto dello shopping...
F/A-18 2 mesi fa su tio
@Nicklugano Bene per il Maghetti se in via Nassa si chiude....., chi troppo vuole nulla stringe.
Duca72 2 mesi fa su tio
@Nicklugano Ho provato ad affittare 150mt di uffici in via nassa , ne ho affittati 500 in uno stabile nuovo a 450 mt di distanza allo stesso prezzo! Dimezzare gli affitti non basta devono decimarli.
Nicklugano 2 mesi fa su tio
@F/A-18 Hai ragione, ma mi sa che anche il Maghetti non scherza per sfitti !
Gabrielle Marie Trautmann Zenoni 2 mesi fa su fb
Il ricco ha da perdere- il povero niente - e abituato -comune ci
Ro-Ma Cu 2 mesi fa su fb
🤣 solo le grande firme si lamentano, questo perché erano abituati troppo bn, fatturare milioni, ora per 2 mesi di chiusura piangono miseria, 🤣 mi sembra cm il film una poltrona per due, il ricco piange, il povero e felice
Disà 2 mesi fa su tio
Preferivo commentare il cane che è morto di Covid , RIP povera bestiola
Elviana Ella 2 mesi fa su fb
Che disastro
VECCHIOTTO 2 mesi fa su tio
Male. Da noi forse frontalieri ma oltralpe cominciano a toccare con mano una situazione a noi familiare da anni. Disoccupati o sostituiti che poi l'é supa e pan bagnaa
Milite Ignoto 2 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Mah noi stiamo sempre molto bene di qua tranquillo.... ma grazie per il pensiero...
Jon Campagna 2 mesi fa su fb
Dar la colpa al Covid per quanto fatto da Widmer-Schlumpf...bella scusa. Forse dovremmo tornare a riflettere sul tema.
Tony Greco 2 mesi fa su fb
Perché c’è qualcuno che fa shopping ancora in via Nassa? Viva lo shopping online👏👏👏👏
Letizia Bonelli 2 mesi fa su fb
Tony Greco siamo apposto
ciapp 2 mesi fa su tio
sto covid comincia ad avere le spalle larghe !!! che abbassino gli affitti poi se ne andrà anche il covid !!!!
Mirji Jumi 2 mesi fa su fb
Diciamo che il Covid è la ciliegina sulla torta, ma la via Nassa è devastata da più anni...ma che si facciano anche 2 domande!!! E nn è solo per gli affitti dell’immobile, perché in via Nassa sempre sopra la media sono stati! La bella Lugano nn c’è più...e nn abbiamo ancora visto tutto o niente...tra qualche anno ci sarà il colpo grosso...
Ibrahim Suli 2 mesi fa su fb
Ma va che novità.
Fran 2 mesi fa su tio
A Lugano le.commesse sonontuttw frontaliere. Per cui. I nostri sono già a casa, qualcuno pure da qlc anno, disperato, con figli, Svizzero. Non è che i disoccupati del Bucherer peseranno sul "budget disoccupazione ticinese".
D1AB0L1K 2 mesi fa su tio
@Fran Ti rendi conto di cosa stai scrivendo?
Manu Manuela 2 mesi fa su fb
Perche se sei di lusso non ti prende ....😂 ma per favore
Laila Berger 2 mesi fa su fb
Ma cosa c’entra il Covid.. Ormai lo shopping in via Nassa se lo possono permettere in pochi! Questa è la realtà.
Ilaria PG 2 mesi fa su fb
Laila Berger diciamo che il Covid è un pretesto in più.
Sonia Foraboschi-Locatelli 2 mesi fa su fb
via Nassa é da parecchio che soffre, anche prima del covid
Katia Maspero 2 mesi fa su fb
Sonia Foraboschi-Locatelli oramai si da la colpa tutto adesso al covid
Papy Krishnasamy 2 mesi fa su fb
purtroppo non invitato turisti pero non mangaranno italiani🤣🤣
Alessandro Kom 2 mesi fa su fb
Papy Krishnasamy gli italiani , al tempo del segreto bancario, hanno depositato parecchie centinaia di milioni , in lire, dollari, franchi e quant’altro, oltre a trasferire , nei caveau, beni preziosi di ogni genere. Che poi tu faccia questo genere di ironia , dimostra che , a volte, certa gente é meglio che se ne stia nel proprio continente .
Papy Krishnasamy 2 mesi fa su fb
Alessandro.allora invitiamo solo Calabrese 😂
Damiano Iannino Schipilliti 2 mesi fa su fb
Via massa e da decenni che versa in stato comatoso e non per il covid ma per la fine del segreto bancario
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti non direi che sia per la fine del segreto bancario....piuttosto per affitti stratosferici e costosissimi che i commercianti devono pagare.
Damiano Iannino Schipilliti 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac con la fine del segreto bancario son venuti a mancare i ricchi i turisti che lasciavano miliardi nelle banche luganese e moltissimi impieghi con laute paghe
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti i ricchi e super ricchi in Ticino arrivano lo stesso. Moltissimi hanno qua case e appartamenti intestati ad amici o simili. Sono i proprietari dei stabili di via nassa che fanno chiudere i negozi. Chiedere 10’000 chf di affitto per un negozietto é esagerazione pura. Ma se ne accorgeranno solo quando i locali rimaranno vuoti.
Marcello Von Platz 2 mesi fa su fb
Faranno tutti i garage come da altre parti ormai
Marcello Von Platz 2 mesi fa su fb
Sempre a 10.000 chf al mese 😁😁😁
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Marcello Von Platz i prezzi per gli affitti che chiedono li sono anche più alti di 10’000....resterà vuota e desolata quella via.
Alessandro Kom 2 mesi fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti Analisi breve che , purtroppo, condivido. Per quanto riguarda ,i citati affitti,quando i soldi “ giravano, non erano un problema, ma ora , i proprietari degli immobili dovrebbero abbassare le loro pretese. E il Cantone dovrebbe “ parametrare” ciò che un negozio incassa e , di conseguenza, che sarebbe opportuno fare pagare pigioni in linea con i guadagni . Altre soluzioni non ne vedo.
Marcello Von Platz 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac certo che gli affitti sono cari. Ma fino a ieri non lo erano? Eppure i soldi li hanno fatti lo stesso tutti. Altrimenti non si spiega come mai siano rimasti per anni e anni e non si siano mai posti il problema del caro affitto.
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Marcello Von Platz no gli affitti fino a 10-15 anni fa non erano carissimi come adesso. Negli ultimi 15 anni sono triplicati. Molti negozi hanno chiuso e se ne sono andati via. Ma la stessa cosa sta succedendo a Zurigo, i negozi in centro città non riescono più a pagare l’affitto.
Marcello Von Platz 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac va bene l'affitto aumenta e il covid ha dato il colpo di grazia. Sarà per questo che assumono tutti frontalieri? Per pagare di più l'affitto? 😁😁😁
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Marcello Von Platz 😂😂😂😂😂😂😂 il covid é solo una scusa.
Marcello Von Platz 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac 😁😁😁
Mirji Jumi 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac tra signori e ricchi c’è una netta differenza! I veri signori, se ne sono andati da Lugano e in questo concordo in parte con Damiano Iannino Schipilliti.
Edina Jadranac 2 mesi fa su fb
Mirji Jumi se rilegge i commenti sopra non si é mai parlato di signori ma sempre di ricchi e di turisti.
Mirji Jumi 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac ecco la differenza, lei parla di gente ricca e turisti ricchi, io parlo di Signori, con la S maiuscola ricca e Signori Turisti S maiuscola ricca! Di gente comune ricca che hanno case e vengono esclusivamente per le case ce n’è ovunque!
Mirji Jumi 2 mesi fa su fb
Edina Jadranac 10-15 anni fa era cara per la vita di 10-15 anni fa. La via Nassa è sempre stata cara! È sempre andata avanti di pari passo con il rincaro vita! nn se ne risentiva perché in Ticino come nel resto della Svizzera si stava bene! Tutto o tanto è cambiato con la libera circolazione, la fine del segreto bancario, ecc...il covid è stata la disgrazia sopra una disgrazia già in corso da anni!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-27 04:50:59 | 91.208.130.86