Tipress
CANTONE
16.06.2020 - 06:340
Aggiornamento : 10:00

Berna mette all'angolo i titolari di piccole imprese

La testimonianza di un padre di famiglia che si è trovato senza più indennità per il lavoro ridotto dal 1. giugno

La Cassa disoccupazione di Unia conferma l'alto numero di aiuti promessi fino a settembre e poi interrotti: «Solo da noi circa duecento casi, ma in tutto il cantone saranno mezzo migliaio»

LUGANO - «Dopo averci approvato le indennità per lavoro ridotto fino a settembre, ieri una lettera mi informa che dal 1. giugno non ne ho più diritto. Siamo senza lavoro sia io che mia moglie con una bambina. La nostra è una piccola azienda sana che non potrà lavorare per tutto il 2020 occupandosi di eventi... Per favore parlatene». 

È il dramma di un piccolo imprenditore disarcionato dal Covid. Berna, a marzo, nel pieno dell’emergenza, aveva aperto l’ombrello del lavoro ridotto, previsto dalla legge solo per i dipendenti, anche a chi in una società fa funzione di datore di lavoro. La cattiva novella è che poi, con il graduale abbandono delle misure Covid, il Consiglio federale lo scorso 20 maggio ha deciso di interrompere l’aiuto. Una decisione annunciata, ma inghiottita dalla marea di comunicazioni relative agli allentamenti. Non sono in pochi ad aver appreso dell’interruzione dell’indennità solo da una lettera inviata pochi giorni fa. 

Il fatto che l’annuncio stia mettendo in difficoltà molti piccoli imprenditori viene confermato a Tio/20Minuti da Roberto Ghisletta, responsabile regionale della Cassa disoccupazione Unia. «Di principio in base alla Legge sull’assicurazione contro la disoccupazione - dice il responsabile della cassa - il gerente titolare della propria sagl, piuttosto che l’azionista della stessa società, non hanno diritto all’indennità per lavoro ridotto.  Eccezionalmente da marzo questo diritto è stato riconosciuto per effetto della pandemia. Ora però lo stesso Consiglio federale ha deciso che da inizio giugno questo diritto decade».

Il problema nasce soprattutto per le società a conduzione familiare. «Purtroppo sì, non ci sono eccezioni e margini - conferma Ghisletta - . Non sono in pochi, alcuni anche disperati, ad averci chiamato». I margini sono stretti: «Se uno non ha mezzi propri, c’è purtroppo solo l’aiuto dell’assistenza». L’interruzione dell’indennità non tocca poche persone: «Come Unia siamo a conoscenza di circa duecento casi di piccole aziende con il titolare e la moglie che hanno chiesto il lavoro ridotto e ora non ne avranno più diritto. Ma a livello cantonale stimo possano essere toccate anche 500 persone». 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 11:20:06 | 91.208.130.87