Ti-Press (Samuel Golay)
+1
ULTIME NOTIZIE Ticino
BERNA / CANTONE
1 ora
Occhi della deputazione ticinese puntati su Posta e accesso al mercato finanziario italiano
I parlamentari ticinesi ribadiscono la loro contrarietà all'elezione di un germanofono nel Cda del gigante giallo.
LOCARNO
2 ore
Un sottocenerino per la Sopracenerina
Il nuovo direttore della Società Elettrica sarà Pietro Nizzola, che sostituisce Daniele Lotti
AGNO 
4 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
5 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
5 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
6 ore
Aperte le iscrizioni dei corsi «per imparare a studiare»
Anche nel 2021 torna il progetto di Pro Juventute dedicato ai ragazzi delle Scuole Medie.
CANTONE
6 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
7 ore
C'è un nuovo direttore alla Federazione Pompieri Ticino
Si tratta di Nelson Ortelli che assumerà la carica il prossimo mese di novembre sostituendo Francesco Guerini.
CALCIO
8 ore
Brutta e senz'anima: questa Nazionale è al capolinea?
Euro 2020: cosa succede alla Svizzera? Gli esperti Livio Bordoli e Arno Rossini su Piazza Ticino. Guarda il live.
CANTONE
8 ore
«Fra gli impiegati c'è un costante deterioramento dei salari»
La denuncia dell'OCST: «L'aumento del numero di frontalieri trascina verso il basso i salari dei residenti».
BELLINZONA
8 ore
A Bellinzona tornano concerti e cinema all'aperto
La capitale si anima con la seconda edizione di "Estate in città".
CANTONE / SVIZZERA
01.05.2020 - 14:550

Niente piazze, tutto online: è il Primo maggio durante la pandemia

Lo slogan ticinese è stato "Sicurezza sul lavoro, sicurezza del lavoro"

BELLINZONA - La Festa del lavoro di quest'anno è stata celebrata, in Ticino e in Svizzera (come nel resto del mondo) in maniera insolita. 

Niente cortei, manifestazioni e comizi, a causa delle misure legate alla pandemia di coronavirus. Ma è stata ugualmente una giornata di rivendicazioni e discorsi, seppur virtuali.

Il sindacato Unia ha chiesto un fondo nazionale transitorio per i lavoratori che si trovano in una situazione di lavoro precario. Si tratta di persone che sono cadute attraverso le maglie del regime di sostituzione del reddito indetto sull'onda della pandemia e di quelle dell'assicurazione contro la disoccupazione, spiega Unia, che chiede che i salari inferiori a 5.000 franchi al mese ricevano il 100% dell'indennità per lavoro ridotto e non solo l'80%.

Il sindacato si dice convinto che la Svizzera possa superare la crisi: la Banca nazionale svizzera (BNS) dispone di 800 miliardi di franchi «che ci appartengono» e la Confederazione genera regolarmente eccedenze. Ora è il momento di eliminare le scappatoie fiscali per i ricchi, di scremare i dividendi dei «profittatori della crisi» e di ridurre le spese militari inutili, conclude Unia.

Lavoratori, spina dorsale - Il sindacato Syndicom dal canto suo chiede un ripensamento dell'"apprezzamento" dei dipendenti: essi costituiscono la spina dorsale dell'economia e soprattutto ora, in occasione della crisi di coronavirus, si sono assunti la maggior parte dei rischi. I dipendenti mantengono vivo il paese: a loro rischio e pericolo garantiscono i servizi di base, sottolinea Syndicom, lamentando tuttavia una mancanza di apprezzamento nei loro confronti, in particolare a livello di salari e di condizioni di lavoro.

L'associazione sindacale Travail.Suisse critica invece il fatto che sia necessario recuperare un ritardo in materia di giustizia sociale. Nella crisi attuale, la gente si è resa conto dell'importanza di condizioni di lavoro regolamentate e di sistemi di sicurezza sociale funzionanti. Senza questi risultati, ottenuti grazie alle pressioni dei sindacati, la crisi sarebbe molto più minacciosa per l'esistenza stessa della popolazione.

Vi è tuttavia ancora un ritardo da colmare: soprattutto i dipendenti dei settori fortemente sollecitati dalla crisi e le donne continuano a essere scarsamente pagati e poco apprezzati. La giornata odierna è quindi dedicata alla richiesta di migliori salari e di condizioni di lavoro più consone.

1° maggio online - Quest'anno il 1° maggio viene celebrato quasi esclusivamente online: a partire dalle 13.00, in diretta dalla Volkshaus di Zurigo, diversi oratori hanno preso la parola esprimendosi sulla Festa del lavoro. Nel mondo reale, la giornata è stata resa fisicamente visibile dagli immensi striscioni del 1° maggio con la scritta "Solidarietà. Ora più che mai" appesi ai balconi dall'Unione sindacale svizzera (USS) in sostituzione dei tradizionali nastri del Primo Maggio da appuntare ai colletti.

Molte le celebrità sindacali intervenute in livestream: vi sono stati discorsi del presidente dell'USS Pierre-Yves Maillard, della presidente dell'Unia Vania Alleva e di altri oratori. Tra di essi pure la vicepresidente del PS Ada Marra, la co-segretaria generale del PS Rebekka Wyler e la presidente dei Verdi Regula Rytz.

Come ogni 1° maggio, alle manifestazioni svizzere sono invitati anche i simpatizzanti provenienti dall'estero. Quest'anno si segnalano il vicepresidente del partito di governo tedesco SPD Kevin Kühnert, l'esponente della formazione politica tedesca Die Linke Gregor Gysi nonché i cabarettisti Patti Basler e Philippe Kuhn.

Da parte sua la sezione Ticino e Moesa dell'USS ha scelto lo slogan "Sicurezza sul lavoro, sicurezza del lavoro". La sicurezza sul lavoro è centrale sempre, ma in questo momento ancora di più, viene affermato. A partire dalle 10.30, sul sito www.uss-ti.ch, sulla pagina Facebook dell'USS-Ti e su quelle delle Federazioni sindacali ticinesi sono pubblicati numerosi brevi video autoprodotti da lavoratrici e lavoratori, e da scrittrici, scrittori, poeti e musicisti tra cui Alberto Nessi, Doris Femminis, Fabio Pusterla, Ginevra Di Marco, Lavinia Mancusi, Rossana Taddei e Leo Leoni.

Ti-Press (Samuel Golay)
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-17 21:58:55 | 91.208.130.85